BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Metti un film al museo ferroviario…

Le ssociazioni Verbano Express e Amici del Teatro presentano una serie di proiezioni di grandi classici del cinema a sfondo ferroviario nella magica cornice del museo all'interno della stazione di Luino

Più informazioni su

L’associazione Verbano Express e l’associazione Amici del Teatro di Luino propongono nelle serate del 22 luglio, 29 luglio, 5 agosto e 12 agosto quattro appuntamenti con film a sfondo ferroviario, che verranno proiettati con inizio alle ore 21.00 nella suggestiva cornice della sede del Museo Ferroviario del Verbano presso la stazione internazionale di Luino. L’ingresso agli eventi sarà gratuito per tutte le serate della rassegna.

Il rapporto tra cinema e ferrovia è strettissimo e risale addirittura a quando la cosiddetta “settima arte” muoveva i primi passi. Il primo film a pagamento, infatti, è convenzionalmente considerato L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat  dei fratelli Lumiére, risalente alla fine del 1895.  Da allora cinema e ferrovia hanno viaggiato insieme in moltissime occasioni, dalle spericolate riprese dei treni assaliti dai banditi nei film western, agli inseguimenti mozzafiato sui tetti dei vagoni  in movimento, dai treni carichi di misteri e di delitti irrisolti ai convogli simboli del dolore umano, come quelli dei deportati e dei vagabondi.

 La rassegna, coordinata da Franco Di Leo, presenta quattro film a sfondo ferroviario nei quali prevale il tono avventuroso o comunque “leggero”, da vedere o rivedere in un ambiente insolito, nel quale anche lo sferragliare di sottofondo di un reale convoglio ferroviario conferisce un tocco di autenticità in più. Si inizia il 22 luglio con un classico dei film ferroviari, Assassinio sull’Orient Express , tratto da un sorprendente romanzo di Agatha Christie che ha nel detective Poirot l’interprete principale, e si prosegue il 29 luglio con uno dei western più amati degli anni ’50, Quel treno per Yuma , nel quale il dramma psicologico si intreccia con una lezione morale semplice ed efficace.

 La rassegna propone poi, il 5 agosto, 1855 – La grande rapina al treno , storia avventurosa, semi-seria e quasi vera di un assalto al treno nell’Inghilterra vittoriana, tra scene spettacolari e momenti di sottile umorismo. Scene spettacolari, avventura e risate che si ritrovano anche nell’ultimo film in programma il 12 agosto, Wagon-Lits con omicidi , nel quale la storia d’amore tra i protagonisti viene continuamente disturbata da eventi misteriosi che si risolvono in una magistrale sequenza finale ad altissima tensione.  La rassegna, realizzata con il patrocinio del Comune di Luino e in collaborazione con RFI – Rete Ferroviaria Italiana, si avvale anche della presenza di esperti della Polizia di Stato, che insieme al coordinatore commenteranno i film e dialogheranno con il pubblico al termine delle proiezioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.