BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

D’Aloia promuove Macario “Serve continuit?? per migliorare”

Il pi?? giovane assessore della Giunta Tentorio parla del predecessore: "Le sue politiche per la casa vanno potenziate. Punter?? poi ad autorizzazioni edilizie fatte solo via Internet. Mio padre dietro di me? Giudicatemi per quel che faccio".

Più informazioni su

E’ l’assessore più giovane che il centrodestra schiera tra città e Provincia. Tommaso D’Aloia (primo a destra nella foto), Pdl, figlio d’arte anche per quanto riguarda la politica dell’avvocato Gianni, compirà 28 anni a settembre, e nella Giunta Tentorio si occuperà di Politiche della Casa e Edilizia Privata. Assessore giovane che sembra voler partire subito con una certa umiltà e con una promozione piena per il suo predecessore, niente meno che il comunista, fiero di esserlo, Francesco Macario, che pochi giorni fa ha richiamato il centrosinistra allo scontro “radicale” con la nuova maggioranza e con la destra in genere.

Assessore D’Aloia, avrà ben conosciuto Macario, sia in Consiglio comunale che durante il passaggio di consegne…
Sì, e quasi non mi sembrava vero che quelle parole sulla radicalizzazione del confronto fossero sue. Per me resta una persona seria, preparata e competente, che ha lavorato molto bene.

Addirittura?
Sì, fuor di dubbio.

Ma quindi punta sulla continuità?
Credo assolutamente nella necessità della continuità amministrativa. Ciò che è stato fatto di buono va assolutamente portato avanti.

Ovvero?
Il mio predecessore ha messo in atto un’ottima politica per la casa, puntando a dare risposte importanti. Continueremo sulla strada tracciata dal Piano di Zona per le abitazioni convenzionate, sul contratto di quartiere per Grumello al Piano, sulle case per l’accoglienza e sulla realizzazione degli alloggi in via Quarenghi. Tutte cose messe in cantiere dai precedenti amministratori ma che ora vanno eseguite e portate a termine nei tempi previsti.

Una politica solidale, di sinistra verrebbe da dire, non crede? Lo stesso Macario accusava l’Amministrazione Veneziani, di centrodestra, di aver fatto poco per la casa e le famiglie in difficoltà…
Io gli schemi precostituiti li lascio agli altri: centrodestra, centrosinistra…Vorrei valutare punto per punto il reale interesse della città.

Suvvia assessore D’Aloia. Per molti Tommaso rappresenta anche Gianni D’Aloia, il padre con il quale lavora gomito a gomito nello studio legale, già coordinatore cittadino di Forza Italia, democristiano convinto, uomo impegnato. Dietro le quinte non ci saranno suggeritori attenti agli schemi politici?

Ma no. Mio padre non mi ha mai spinto verso la politica. Mi sono avvicinato io a questo mondo ascoltando tutti coloro che hanno e avevano più esperienza di me, mio padre incluso. Ma per il resto ho intrapreso il mio percorso da solo e ora, da assessore, invito tutti a valutarmi per quel che faccio, non per altri motivi. Ripeto: il mio obiettivo è il reale interesse della città.

Ci sono altri progetti in corso che rispecchiano quell’interesse?
I progetti di housing sociale, quindi di case convenzionate per una fascia di popolazione che non ha accesso all’edilizia residenziale pubblica ma si trova comunque di fronte ad alcuni problemi: gli studenti, gli anziani. Andrebbe subito varata una convenzione con l’Università per garantire alloggi in affitto a prezzi controllati. Vanno portati avanti fino in fondo i nuovi progetti di housing sociale al Patronato San Vincenzo e nell’area di largo Barozzi, una volta dismessa.

Sull’Università sta già ragionando l’Agenzia della Casa…
Esatto, mi riferisco proprio a quello. Con noi quella realtà andrà avanti, migliorerà, grazie ad investimenti nuovi e potrà essere protagonista per il progetto “Emergenza dimora”, in accordo con la Caritas e con la Curia, per realizzare strutture d’emergenza che siano ben inserite nel tessuto cittadino.

E sull’edilizia privata servirà più o meno severità rispetto agli ultimi anni?
Sarà necessario ordinare e sistemare alcune cose. Il protocollo con l’Asl per prevenire gli infortuni nei cantieri va messo in pratica. I colori degli edifici, soprattutto nel centro storico, dovranno finire in un database complessivo che permetta di evitare soluzioni sgradevoli o inopportuno. E la lotta all’abusivismo deve restare una priorità, dato che a Bergamo i numeri non sono proprio indifferenti.

Sì ma il rilascio delle pratiche ha bisogno di modifiche?
Bergamo è la prima città in Lombardia, quindi credo in Italia, per Dichiarazioni di inizio attività rilasciate. C’è quindi una certa agilità, che può però migliorare. Il mio obiettivo è trasferire certe autorizzazioni, e in particolari le Dia, su i canali telematici, quasi completamente. I professionisti del settore, ormai muniti dei mezzi tecnologici necessari, potranno ricevere autorizzazioni stando seduti in uffici, garantendo comunque il controllo necessario al Comune. Nella sostanza, poi, il mio intendimento è favorire molto i progetti di biocompatibilità, quindi premiando chi investe nell’innovazione, nella modernità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonia

    Sono un’appassionata di poltica e mi piace leggere e seguire Bergamo News, certo è avvilente che le persone che criticano qualsiasi blog siano sempre le stesse…..insomma gli stessi nomi, le stesse parole, gli stesssi fini…..cattiveria e frustrazione. Pur condividendo appieno i vostri pareri credo che sia più importante comunicare e chiedere spiegazioni. Certo sarebbe bello avere delle risposte. Buon lavoro.

  2. Scritto da Bobbisolo

    Grossi, vista la tua insistenza nel dare consigli di cui non si capisce niente,non è che vuoi metterti in mostra per avere qualche consulenza?

  3. Scritto da Alano Sorrenti da Arcene

    Bobbi dicevano così anche di Invernizzi ed ora rieccolo lì a sicurezza della sua catrega

  4. Scritto da Bobbisolo

    Grossi smettila di dare consigli alla nuova amministrazione. La tua idea di città è stata bocciata dagli elettori

  5. Scritto da corti-novis

    Tanto sbandieramento di cementificazione alle elezioni .. invece adesso indietro tutta…… l’assessore Macario comunista e capitalista insieme, prende un bel complimento. Due sono le cose 1) ha fatto da mediatore sulle volumetrie che a gli imprenditori fatti i conti il profitto era alto 2) un 10% per l’edilizia convenzionata è un magro bottino per i proletari che con la crisi vogliono comprare la casa e con i mutui alti è un’obbiettivo che neanche una vita lavorativa possono pagare

  6. Scritto da Bergamasca

    Pensavo che facessero un provvedimento per escludere gli extra-comunitari dalle case popolari per darle ai contribuenti bergamaschi.

  7. Scritto da Bergamasco

    Io pensavo che facessero un provvedimento per escludere dalle case popolari quelli che abitano a Monterosso e Colognola per darli a quelli di Borgo Palazzo che sono molto più bergamaschi dei primi.
    Ma va là….

  8. Scritto da Totò

    Potrebbe sempre dare a Macario un incarico di consulenza. Non ci resta che ridere!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Scritto da Chicco

    Totò, il nome te l’hanno azzeccato perche’ sei tu che fai ridere, sei peggio degli ultras, raramente in politica si sono viste dichiarazioni di questo tono e tanti dovrebbero prenderle ad esempio, questo è un grande segno di civiltà, intelligenza e correttezza. Impara Totò!!!!

  10. Scritto da Alfredo Morandi

    Già il nuovo assessore riconoscendo il buon lavoro del predecessore ha dato una rara lezione di stile, tanto più che tra i due politicamente vi è un abisso, Parte bene.
    Certo che i commenti dei suoi lettori sono una vera massa di stupidaggini senza limiti dai contorni immondi.
    PS Ma i bandi per le case popolari non sono competenza della regione che è di centro destra da sempre, di che ti lamenti Bergamasca

  11. Scritto da Bobbisolo

    D’Aloia nella tua intervista non dici nulla di concreto: tutto fumo e niente arrosto.

  12. Scritto da ureidacan

    Tentorio che afferma che le politiche sociali di Bruni sono state ottime e che intende proseguire su questa strada, Tommasino che approva in pieno le politiche sulla casa della precedente ammministrazione, Invernizzi che intende partire dal regolamento di polizia urbana di Guerini. Rimane solo Ceci che vuole togliere le piste ciclabili per farci più parcheggi per il commercio.

  13. Scritto da Maverik

    Quel che conta è il volere degli elettori, che si fidano di più di Tentorio che di Bruni

  14. Scritto da cuìn

    ottimo l’assessore che riconosce la bontà di chi l’ha preceduto. poteva anche votarlo, allora :D
    ottimo anche il commento di 6. bravo, sei il migliore.

  15. Scritto da ureidacan

    Onestamente i progetti delle nuiove housing mi sembrano interessanti. Gli studenti universitari, compresi gli stranieri erasmus per intenderci, le hostess sono interessati a locazioni con contratti veloci, sicuri. L’ amministrazione comunale può favorire questo scambio e in più liberare tanto “nero” dei contratti. Le operazioni di via Querenghi mi sembrano molte azzeccate. Se vogliamo risalire al padre putativo questo è Misiani prima di Macario, che ha fatto comunque benissimo.

  16. Scritto da Carlo

    ureidacan ti viene proprio così difficile dire che le politiche della precedente amministrazione erano gestite da Macario un comunista?

  17. Scritto da Robe

    D’Aloia ma qual’è il tuo programma se fai proprio quello di chi ti ha preceduto il rifondarolo Macario? dare case agli extracomunitari.?

  18. Scritto da Marco Brembilla

    Sinceramente non ci capisco più nulla. Mi sembra che l’Assessore D’Aloia che conosco per la serietà e la correttezza abbia detto la verità. Cioè che il suo predecessore Macario ha ben lavorato, che al di là degli steccati è bene continuare sulla strada intrapresa. Ovvio che vedremo la prova dei fatti, ma se si cambia tutto non va bene, se si continua non va bene, io semplicemente prendo atto che D’Aloia non vuole fare il primo della classe per far parlar di sè ad ogni costo. Questa è serietà.

  19. Scritto da Valter Grossi

    Le affermazioni di Tommaso D’Aloia sono equilibrate, come del resto il suo stile in 5 anni di opposizione. Mi pare stia già intuendo che nel futuro il tema casa passa per la leva urbanistica (huosing sociale), piuttosto che per i piani di zona.
    Per qusto ne andrebbero certo ricalibrate le potenzialità nel PGT, che a differenza dei Piani di Zona, non agisce su aree libere e consente tempi di realizzazione più rapidi.
    Continua

  20. Scritto da Valter Grossi

    Due suggerimenti:
    1) Potenziare il ruolo della Fondazione Casa Amica in luogo di improbabili agenzie comunali
    2) Attenzione alle Commisioni: perchè perseverare nell’idea di farne tre al posto dell’unica prevista per legge, è diabolico!
    Aumenta i tempi delle procedure, deresponsabilizza i burosauri buoni a niente, che però presiedono, incrementa i conflitti di interesse e l’invadenza della politica, non garantisce qulità ne la facilita la collaborazione tra assessori. Auguri!

  21. Scritto da Pergamasca

    Invidiosa Bergamasca?
    Concordo con cùin

  22. Scritto da Valter Grossi

    PS
    Sempre per migliorare il funzionamento della Commissione Paesaggio (ignoro le altre, anche se la destra non sarà da meno nel confermarle!) c’è già pronta una proposta del Centro Studi del Territorio (unibg), per circa 20 000 euro. Essa garantirebbe la predisposizione di lineee guida sui paesaggi minimi, che potrebbero essere implementate, fornendo una bae per le valutazioni qualitative, oltre che per fissare sui risultati gli incentivi ai funzionari.
    PIU’ IMPARZIALITA’ PIU’ EFFICACACIA!