BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Niente alcol ai ragazzi? Temo che i divieti rimangano sulla carta”

Spiega Franco Tentorio: Noi monitoreremo tutte le ordinanze esistenti in citt?? simili a Bergamo. Al termine decideremo quali applicare anche alla luce delle possibilit?? vere da parte delle forze dell'ordine di farle rispettare".

Franco Tentorio, neo sindaco di Bergamo, non ha ancora approfondito il tema posto sul tappeto con forza dalla collega di Milano Letizia Moratti e cioè il divieto di bere alcolici e di somministrarli ai giovani con meno di 16 anni, pena una multa di 450 euro, divieto che entrerà in vigore lunedì 20 luglio. "Invece noi abbiamo deciso – spiega – di avviare un monitoraggio di tutte le ordinanze esistenti in città simili a Bergamo, vuoi per dimensioni, vuoi per problematiche. Al termine faremo una verifica e decideremo quali applicare, non solo in base alle necessità di Bergamo, ma anche alla luce delle possibilità vere da parte delle forze dell’ordine di farle rispettare".
Già, perché il problema, prosegue il sindaco, è che si rischia di non arrivare dappertutto e che i divieti restino sulla carta: per evitare questo ci vuole chiaramente anche un coordinamento con la Prefettura. "Personalmente sul tema specifico dell’alcol ai ragazzi non ho ancora preso una decisione e prima mi voglio confrontare con l’assessore alla sicurezza".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maverik

    Io ho due figli maschi, di sedici e quattordici anni
    Se vogliono bere o fumare spinelli di nascosto da me lo possono fare alle cinque di pomeriggio come alle nove di sera: non devono necessariamente aspettare le tre di notte

  2. Scritto da corti-novis

    Tentorio se vuole metta in cantiere con la pubblica istruzione campagne contro l’acool nelle scuole, l’unica via è la prevenzione efficace l’informazione sui pericoli dell’alcool è meglio che sanzionare, si deve discutere perchè un giovane di 16 anni beve , deve essere lui dichiararlo ai propri genitori e hai suoi insegnanti e questo succede se è “tampinato” a scuola sui rischi e discuterlo insieme ai suoi compagni. Faccia questo passo che è la cosa più giusta

  3. Scritto da Maverik

    I soliti illusi
    Un quattordicenne è ancora nella fase: punizione o premio
    Puoi spiegargli ciò che vuoi a scuola ma poi, quando è nel branco, imita per sentirsi grande

  4. Scritto da domanda

    visto che stiamo parlando di ragazzini under 16 non è più semplice appellarsi ai genitori e chiedergli cosa fanno in giro a notte fonda i loro figli?!?!?!?!?!?!?

  5. Scritto da t.

    un’ordinanza per salvare la lingua italiana mai, eh?

  6. Scritto da Gianni Locatelli

    Ritengo che l ‘ordinanza possa avere un notevole significato, soprattutto perchè si tratta di giovanissimi..
    L’ ideale sarebbe la prevenzione, ma è pur vero che quando si crea una moda è dura da smontare, soprattutto con i giovani.
    Non è poi da sottovalutare l’ effetto “proibizionismo” e quindi la tentazione del “contrario”.
    Il Sindaco è persona saggia e quindi mi auguro scelga al meglio (personalmente non ho figli e quindi non posso essere d’ aiuto).

  7. Scritto da ureidacan

    Questa ordinanza della Moratti sulla sanzione per la somministrazione ai minori di alcoolici mi sembra un’ordinanza (una delle poche) molto plausibile e condivisibile. Non capisco perchè Tentorio (non parliamo dell’intempestivo assessore Invernizzi) vuole pensarci. Forse perchè colpirebbe le famiglie borghesi soprattutto di italini genitori dei minori?

  8. Scritto da Un giovane quasi ex alcolista

    E chi farà il monitoraggio Sindaco Tentorio, in nome della libertà spero che prendiate la decisione giusta vietando e controllando dato che siamo in Italia, e quì come si sà è un Putt……… forza sindaco resisti agli attacchi dei baristi, in nome del guadagno salva la vita e il cervello hai nostri giovani, coraggio puoi farcela.