BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incidente a Zingonia: due morti Tensione degli immigrati in strada fotogallery

Motociclista di Verdellino di 43 anni contro un coetaneo marocchino che usciva dalla moschea: morti entrambi. Tensione nella strada colma di persone uscite dal luogo di preghiera. Intervento di numerosi carabinieri e poliziotti.

Più informazioni su

Uno schianto nella notte, due corpi sull’asfalto e una folla di un centinaio di persone che si dispera e grida la sua rabbia. I carabinieri che intervengono in massa, con il rinforzo della polizia di Treviglio, e l’ordine pubblico che rischia di sfuggire di mano. Ci sono stati momenti di forte tensione nella serata del 16 luglio a Zingonia.
Erano circa le 21,40, secondo molte testimonianze di persone presenti sul posto, quando un motociclista di Verdellino, Ivano Bonetalli, 43 anni, è passato a forte velocità in corso Europa, a Zingonia di Ciserano, in direzione del territorio di Verdellino. Il centauro doveva ancora superare il complesso dei palazzi Athena quando, nei pressi di un’aiuola spartitraffico, ha investito Mostapha Benchikifa, marocchino di 44 anni, residente nei vicini palazzi. Il marocchino stava attraversando la strada dopo esser uscito dal luogo di preghiera, ad una decina di metri di distanza.
L’impatto è stato violentissimo: i corpi dei due uomini, vicini, sono stati sull’asfalto ad una decina di metri di distanza dal luogo dell’impatto. La motocicletta ancora oltre.
Sentito il rumore dello schianto, dalla moschea si sono riversate in strada un centinaio di persone. Ne è nato un parapiglia che, a quanto pare, avrebbe reso difficoltoso l’intervento dei soccorsi. Tra gente che si disperava e urlava la sua rabbia, e i curiosi che si accalcavano, il personale del 118 si è trovato in mezzo a una situazione critica, tanto da rendere necessario l’intervento massiccio delle forze dell’ordine. Sul posto almeno due pattuglie del commissariato di Treviglio e sei dei carabinieri della compagnia della città della Bassa. La situazione è tornata lentamente alla calma. Molti immigrati si sono lamentati dell’intervento dei soccorsi solo attorno alle 22,15, ma la circostanza è stata smentita dall’Agenzia regionale per le emergenze, che gestisce il 118: "La prima ambulanza è arrivata sul posto dieci minuti dopo".
Dopo alcuni minuti di tensione tutto è lentamente tornato alla calma, senza ulteriori danni per persone o cose. E la tranquillità, carica di dolore, è tornata a posarsi sulla martoriata Zingonia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.