BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Michael Jackson, l’ultimo desiderio 60 paia di calze made in Spirano fotogallery

Il re del pop aveva ordinato uno stock alla Bresciani Calze, azienda orobica leader nel settore. "Li voleva di un bianco brillante, sottili e resistenti. Ma la conferma dell'ordine non ?? mai arrivata..." Tra i clienti illustri della ditta cneh Bush senior e lo 007 Pierce Brosnan.

Uno stock di calzini di seta bianchi, anzi bianchissimi, da indossare nel suo tour mondiale. Ecco uno degli ultimi desideri di Michael Jackson. Per esaudirlo, l’icona pop aveva scelto la Bresciani Calze di Spirano, azienda leader nel settore dal 1970. Tutto iniziò circa due mesi fa.
"A giugno, in occasione di Pitti Uomo a Firenze, una buyer di un’importante catena americana di grandi magazzini ci parlò della richiesta di un cliente importante, Michael Jackson in persona – conferma Massimiliano Bresciani – Eravamo pronti a soddisfare la domanda, producendo sessanta paia di calzini particolari. Ma la conferma dell’ordine non è mai arrivata…"
Sarebbero stati calzini molto speciali, realizzati su misura per i piedi del re del pop. "Ce li aveva chiesti sottili ma forti, molto traspiranti. Per realizzarli avremmo usato solo seta cinese, la migliore. E poi dovevano essere di un bianco molto brillante, diverso da quelli di serie". E il prezzo? Non d’occasione, ma a portata di star. "Sarebbero costati 40 euro al paio". Una richiesta eccezionale per tanti, ma non per la ditta orobica. Che ormai si è abituata ad avere clienti straordinari. Non è infatti la prima volta che la Bresciani si occupa di vestire piedi famosi. "George Bush senior acquistò le nostre calze in un grande magazzino americano per abbinarle all’abito da indossare nella cerimonia d’insediamento alla Casa Bianca". 
Persino 007 bussò alle porte dell’azienda di Spirano. "Pierce Brosnan, il penultimo interprete dell’agente segreto, ci fece un ordine per il suo matrimonio". E per restare in tema di musica, prima del compianto Jackson fu Mick Jagger ad apprezzare le qualità dei calzini orobici: "I Rolling Stones ordinarono uno stock di calzini colorati per la loro tournée". Per ballare sulla Luna Michael non ne avrà bisogno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da walter

    i bambini ora sorridono…

  2. Scritto da sap

    Forse l’ordine non è arrivato perché la buyer dei grandi magazzini ha fatto una richiesta ai bergamaschi e poi è andata a comprarli all’Oviesse. Sapete che ultimamente Michael non stava molto bene a dollari

  3. Scritto da giorgio

    una pessima speculazione su un grande scomparso

  4. Scritto da Sticky&Sweet Tour

    L’altra sera la Madge durante il suo concerto a San Siro ha celebrato il Michael. Grande emozione….!!
    I Love Madonna……….!!

  5. Scritto da arbiter

    Notiziona!!!! Michael Jackson avrebbe voluto utilizzare i pedalini bianchi!!! Ma erano lunghi o quelli corti alla tedesca?

  6. Scritto da walter

    Queste notizie danno al giornale quel qualcosa in più che lo fanno diventare grande!

    ANDATE A LAVORARE VA!

  7. Scritto da walter chiari

    walter, indica tu il lavoro a quelli di bergamonews. Da quanto e come scrivi mi sa che il vero nullafacente sei tu. Sei anche un maestro di garbo e di elenga. Dammi l’indirizzo che voglio iscrivermi anch’io alla tua scuola

  8. Scritto da michele

    LA RIVELAZIONE 2 – Esclusiva mondiale In un negozio di Pedrengo, che non citiamo per non fare pubblicità, ci sono delle mutande uguali a quelle di Barak Obama

  9. Scritto da jj

    Peccato, un ordine sfumato. Con 2400 euri si risollevava l’azienda.

  10. Scritto da killbill

    Sembra che anche David Carradine abbia fatto un ordine di 60 calzini. Poi però è morto anche lui.

  11. Scritto da mirko

    Ho letto che in Tribunale si sta discutendo una vicenda che sembra un po’ simile. C’è stato uno che si è presentato in un’azienda di Alzano per conto del governo del Venezuela. anche in quel caso l’ordine non è mai arrivato

  12. Scritto da disgustato

    Complimenti per il buon gusto dell’articolo e dei commenti: non c’è altro da dire

  13. Scritto da acido

    La notizia ci racconta un esempio, pur minimo, di eccellenza di un’impresa bergamasca. Tra l’altro operante in un settore da anni in crisi come quello tessile.
    Per me è una notizia interessante, anche se non ho alcun interesse per la musica pop e le vicende dei suoi protagonisti.

  14. Scritto da basico

    Brilante esempio di eccellenza di un’impresa bergamasca che addirittura suscita l’interesse di una (sedicente) emissaria di Michael Jackson, ma che alla fine non manda nemmeno l’ordine. Morale: ecco i calzini bergamaschi che forse avrebbe anche potuto comprare Jacko, ma non l’ha fatto.

  15. Scritto da mirko

    Se è per questo Michael Jackson (probabilmente) non ha nemmeno comprato un sediolone Foppa Pedretti. E’ interessantissimo sapere quali prodotti non ha comprato Michael Jackson. A Madrid c’è un bar con fuori scritto: “qui non ha mai bevuto Ernest Hemingway”. Si potrebbe fare una collezione di prodotti non comprati da Michael Jackson e chiamarla i “no Jacko”, così con i non acquisti si risolleva anche l’economia, come dice Acido.

  16. Scritto da pedalino bianco scrive:

    …era sempre stato il mio sogno essere indossato da micheal, purtroppo la sua fine è arrivata prima. bah…. Adesso sono curioso di sapere con che calzini l’hanno sepolto: secondo indiscrezioni, sarebbero calzioni con la faccia di topolino, a righe colorate prodotti da un’azienda cecoslovacca nel 1964(infatti topolino stringe in mano una falce e martello). Lo scoop è che sarebbero prodotti in filo di ferro e amianto

  17. Scritto da marcuse

    La notizia fa ca…, ma siamo qui tutti a leggere i commenti. Quindi o siamo tutti scemi che è anche probabile o questo è lo spirito della palestra blog. La notizia non importa, che venga letta neppure: l’importante è che ci siano i commenti

  18. Scritto da acido

    L’unica cosa intelligente dell’intervento di basico è l’ironico nick.
    L’azienda è stata contattata in occasione di Pitti Uomo, che si è tenuto dal 16 al 19 giugno. Jackson è morto il 25 giugno. Magari l’ordine poteva essere confermato dal suo fantasma…