BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Indagini per omicidio. Nel mirino il medico della star

Michael Jackson assassinato? Una fonte vicina alla polizia di Los Angeles ha rivelato che le indagini sulla morte di Michael Jackson starebbero virando verso l'accusa di omicidio e che i sospetti si concentrerebbero sul medico Conrad Murray.

Più informazioni su

Michael Jackson assassinato? Una fonte vicina alla polizia di Los Angeles ha rivelato che le indagini sulla morte di Michael Jackson starebbero virando verso l’accusa di omicidio e che i sospetti si concentrerebbero sul medico Conrad Murray. Lo rende noto il sito Tmz.com, il primo a comunicare la notizia della scomparsa del cantante, lo scorso 25 giugno.
Secondo la fonte, la causa dell’arresto cardiaco di Jackson sarebbe proprio il propofol, un potente anestetico utilizzato per gli interventi chirurgici ritrovato nell’appartamento del cantante a Los Angeles. Ci sarebbero "pesanti prove" nei confronti del dottor Murray, responsabile della somministrazione del farmaco.
Murray non è però l’unico medico del Re del Pop ad essere indagato dalle autorità californiane. Secondo l’Hollywood Reporter nel mirino della polizia di Los Angeles sono finiti anche il suo dermatologo Arnold Klein, oltre a Neil Ratner, un anestesista che lo accompagnava nelle sue tournée negli anni novanta e a Stuart Finkelstein, un californiano specializzato nelle star, tanto da essere stato soprannominato "the rock and roll doctor".
Ma contro la tesi di Tmz si sono levate immediatamente diverse voci. Secondo il sito all news The Examiner, la notizia sarebbe a dir poco “prematura”. “Anche se gli inquirenti posseggono prove che il dottor Murray ha somministrato a Jackson il potente sedativo responsabile della sua morte, spiega il sito, "ciò non significa che Murray sarà incriminato per omicidio. La morte in questo caso sarebbe il risultato di negligenza – teorizza The Examiner – più che di premeditazione, come sostengono invece i famigliari di Jackson". In due interviste separate ai network televisivi CBS e NBC, anche due agenti della squadra omicidi negano che l’indagine abbia preso questa piega.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.