BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Patto del terziario, unica via d’uscita dalla crisi del settore”

La Fisascat Cisl ha presentato i dati aggiornati sulla difficoltà del settore in Bergamasca. Numeri non certo paragonabili alla crisi nera di metalmeccanici e tessili, ma significativi.

Più informazioni su

La crisi divora anche il commercio e il turismo. La Fisascat Cisl ha presentato i dati aggiornati sulla difficoltà del settore in Bergamasca. Numeri non certo paragonabili alla crisi nera di metalmeccanici e tessili, ma significativi. In totale sono infatti 838 i dipendenti coinvolti in cassa integrazione ordinaria e straordinaria su un totale di circa 50 mila addetti tra commerciale e turismo. Tra le aziende investite dalla crisi la Franco Chiesa spa, il gruppo Effe, la Losma e l’Orobica Pesca. Oltre a tantissime aziende che contano pochi dipendenti, il piccolo commercio al dettaglio. "Lo scorso 23 luglio abbiamo siglato un’intesa contro le tre organizzazioni sindacali e la Confcommercio – spiega Ferruccio Fiorot, segretario nazionale della Fisascat -, non è un libro dei sogni, ma una proposta articolata, un accordo politico importante perché delinea le strategie che bisogna adottare e perché è stato sottoscritto anche dalla Cgil. Nella prima parte del 2009 i dati sono molto chiari: la ripresa è lontana anche se non irraggiungibile. Non dobbiamo dimenticare inoltre che i numeri della crisi non riguardano i dipendenti "invisibili", cioè quelli con contratti a termine".
Il settore terziario potrebbe diventare protagonista nelle aree abbandonate dall’industria. "Crediamo che per esempio in Valseriana ci possa essere uno sviluppo del settore – commenta Alberto Citterio, segretario generale Fisascat di Bergamo – il terziario diventerà protagonista, con modell che partono dal basso: turismo solidale piuttosto che l’insediamento di grandi superfici commerciali".

Guarda l’elenco di tutte le aziende del settore commerciale e turismo in crisi

Leggi o scarica il patto del terziario siglato lo scorso 23 marzo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.