BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Non serve a risolvere la crisi”

"La nuova legge è da un lato insufficiente, perché non risolve e non può risolvere i motivi della crisi, e dall’altro è un pericolo per il rischio di imbruttimento delle nostre città a cominciare dai centri storici e dai parchi": è l'opinione di Marcello Saponaro, consigliere regionale dei Verdi.

Più informazioni su

Ecco il commento del consigliere regionale dei Verdi Marcello Saponaro al Piano Casa approvato dal Pirellone.

Il piano casa approvato oggi da regione Lombardia non risolve il motivo principale della crisi del settore: la mancanza di soldi e la paura per la crisi. Oggi molti PGT di molti comuni bergamaschi e lombardi, nonché le recenti modifiche della Legge Regionale sul Territorio, già consentirebbero ampliamenti e nuove costruzioni che non vengono sfruttati. E non vengono sfruttati perché manca la necessità o perché mancano le risorse economiche.
La nuova legge è da un lato insufficiente, perché non risolve e non può risolvere i motivi della crisi, e dall’altro è un pericolo per il rischio di imbruttimento delle nostre città a cominciare dai centri storici e dai parchi che più saggiamente le altre regioni italiane non hanno incluso nella logica “emergenziale” di questo provvedimento.
Non è la densità delle città che ci spaventa, non è l’aumento di volumetrie che ci preoccupa, non è la demolizione del brutto che ci infastidisce. Anzi. Ciò che abbiamo cercato di evitare è l’imbruttimento delle periferie, dei centri storici e la cementificazione dei Parchi. Questa legge vuole ridare vigore all’economia a partire dal comparto dell’edilizia. Il rischio è che indebolisca il comparto del turismo. Avremmo preferito una legge per il bello profittevole, non per il cemento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.