BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ci accompagnerai sempre” l’addio a Alberto Consonni fotogallery video

Celebrato in mattinata il funerale di Alberto Consonni, l'alpinista morto domenica sulle cime sopra Valbondione. Il ricordo dei compagni istruttori: "Il tuo sorriso e la tua voglia di andare in montagna ha contagiato molti. Sei andato avanti, ma sarai sempre con noi".

Più informazioni su

"Sei andato avanti e ci accompagnerai ancora". Un compagno del Cai saluta così l’amico Alberto Consonni, morto domenica sui monti sopra Valbondione. La chiesa di Ognissanti del cimitero di Bergamo è piena di gente: parenti, amici, allievi. Tutti venuti a rendere l’ultimo omaggio a un uomo che ha amato come pochi la montagna. "Il tuo sorriso e il tuo desiderio di andare in montagna ha contagiato molti, salivi le pareti con leggerezza" è un’altra frase pescata dai ricordi. E ancora: "Mi viene in mente quando qualche settimana fa avevo freddo alle mani e tu mi hai prestato i tuoi calzini di ricambio per riscaldarmi", firmato Valentino, uno dei tanti giovani che Consonni aveva avviato verso le cime. Lassù lui trovava la pace, per questo era ansioso di trascinarsi dietro qualcuno. "Amava la natura e la meraviglia del Creato – sottolinea don Aldo Riboni durante l’omelìa –  Si lasciava riempire di questa gioia e voleva condividere questa passione con gli altri. La morte spezza i legami, non i valori. E lui ci ha lasciato un profondo amore per la montagna e per la vita". Finita la celebrazione, gli amici del Cai prendono la bara e la portano a spalla, per accompagnarlo nell’ultimo viaggio.
Per il popolo della montagna i giorni del dolore non sono ancora finiti: al Palamonti è stata deposta la salma di Ferruccio Carrara, morto in Svizzera mentre rientrava da una scalata: sabato i funerali a Nembro. Due tragedie quasi contemporanee, che hanno segnato l’ambiente alpinistico bergamsco. Consonni e Carrara erano due scalatori esperti, ma il destino li aspettava beffardo lassù in cima, proprio dove si sentivano più sicuri.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Manuela

    Grazie Alberto per il tempo che hai dedicato come volontario alla Cooperativa Amandla di Bergamo…abbiamo tanti piccoli ma essenziali lavori di falegnameria che ci ricordano oltre la tua capacità e bravura, soprattutto la disponibilità e la presenza gioiosa….
    Grazie.