BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Melonious Quartet a Bergamo per “Pizzicando”

Venerd?? 17 luglio l'esibizione del gruppo nato dall???incontro di Patrick Vaillant e Thomas Bienabe, mandolinisti, presto raggiunti da Jean-Louis Ruf e Pascal Giordano: dal jazz alla canzone, dalla classica alle musiche del mondo, dal rock alla musica di strada.

Dopo il successo del concerto inaugurale, si conclude venerdì 17 luglio la rassegna musicale, dal titolo PIZZICANDO! Mandolino e dintorni tra Barocco e Novecento, breve ciclo di concerti inserito nel calendario di BergamoEstate 2009 e organizzato dal Centro Musica Antica di Bergamo e dalla sezione bergamasca di Italia Nostra, la cui partecipazione all’iniziativa intende sottolineare l’importanza del recupero di questo pregevole monumento.
Il secondo e ultimo appuntamento della breve rassegna avrà luogo alle 21 nella ex Chiesa della Maddalena, con un complesso di eccezione, il Melonious Quartet, nato dall’incontro di Patrick Vaillant e Thomas Bienabe, mandolinisti, presto raggiunti da Jean-Louis Ruf e Pascal Giordano.
Le esperienze musicali dei suoi musicisti passano da tutti gli stili, dal jazz alla canzone, dalla classica alle musiche del mondo, dal rock alla musica di strada, dalla tradizione al teatro… Dalla diversità dei suoi componenti, il Melonious Quaret attinge i mezzi per nutrire un originale stile che unisce ouverture all’improvvisazione, rigore di scrittura del quartetto, gusto per la miscela dei generi. I suoi strumenti sono di concezione moderna e originale, fabbricati da André Sakellaridès, liutaio a Marsiglia, premio “Musicora” dei migliori liutai di Francia. Il Melonious Quartet si lascia guidare nella sue scelte di repertorio dalle sue affinità e compone, arrangia o trascrive in sintonia con le sue inclinazioni musicali.
Sotto la direzione di Patrick Vaillant il Melonious Quartet presenta da oltre dieci anni un nuovo approccio al mandolino ed al suo repertorio: imprevedibili trascrizioni di musica “seria” (Satie, Milhaud, Poulenc, Sauguet…), arrangiamenti di musica popolare e della tradizione mediterranea, composizioni originali trovano una propria significativa continuità attraverso una unità di intenti e di sonorità, in un mix di rigore, umorismo, virtuosismo strumentale.
L’originalità del Melonious Quartet non deriva solamente dai suoi moderni strumenti (creazione di liuteria contemporanea), neppure dalle scelte inattese del suo repertorio (da Poulenc a Zappa, dal Choro brasiliano alla musica mediterranea), ma anche dall’attitudine dei suoi musicisti a sfruttare le diversità delle loro esperienze per forgiare uno stile originale.
L’ingresso al concerto è libero e gratuito.
MELONIOUS QUARTET:
Patrick Vaillant : mandolino, direzione
Thomas Bienabe : mandolino
Patrick Osowiecki : mandola contralto
Jean-Louis Ruf-Costanzo : mandoloncello
Programma
-3 Saudades, La Suite Provençale (Darius Milhaud)
– Cinq Grimaces, Gymnopédie n°1, Morceau en forme de poire II (Erik Satie)
-Valse, Pastourelle, Matelote Provençale (Francis Poulenc)
-Les Forains (Henri Sauguet
-King-Kong (Franck Zappa)
-Que reste-t-il de nos amours (Charles Trénet)
-Gaucho (Francesca Gonzaga)
-Ainda me recordo (Pixinguinha)
-Ego asinus, Katekan, Alko, Valse de baleti, Marche n°4 (Patrick Vaillant).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.