BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giro di vite in arrivo sul codice della strada

Potrebbe essere approvato in settimana il pacchetto che modifica in oltre 60 punti le regole stradali. Cade il tabù dei 150km/h ma si inaspriscono le multe per chi corre troppo. Novità sugli autovelox

Più informazioni su

Il disegno di legge che stabilisce una giro di vite sulle norme stradali, potrebbe ricevere entro questa settimana l’approvazione finale e diventare legge dello stato. Si tratta di un pacchetto di oltre 60 modifiche sul codice della strada.
È un pacchetto che contiene provvedimenti di varia natura, alcune strette e rigidità ma anche qualche apertura. Per esempio cade il tabù dei 150 km/h. Nei tratti di autostrada dove c’è il sistema Tutor, e solo in questi, sarà infatti possibile innalzare il limite di velocità fino a 150 km/h. Attenzione però, le multe per chi corre troppo saranno più pesanti, anche se determineranno la decurtazione di un numero minore di punti di quando accade invece adesso. In caso di 40 km oltre il limite consentito la multa passera da 370 a 500 euro e perdità di sei punti anziché di 10. In caso di 60 km oltre il limite multa di 779 euro anziché 500 e sospensione per un periodo doppio rispetto ad oggi.

Dal Ddl arriva anche una rivoluzione sugli autovelox. Questi dovranno essere ben segnalati agli automobilisti e, in caso di approvazione, gli introiti delle sanzioni non andranno più a chi mette l’autovelox, ma al proprietario della strada. La norma, però, offre nuove chance alle province, che gestiscono molte strade extraurbane.

Novità anche per chi si appresterà a fare l’esame per la patente di guida, se sarà già in possesso del patentino per il motorino potrà avere il foglio rosa anche un diciassettenne. Tolleranza zero invece per l’uso di alcol prima della guida. Un neopatentato pizzicato con un tasso alcolemico superiore allo zero prenderà 155 euro di multa. Vietato quindi bere alcunché prima di mettersi a guidare. Per tutti gli altri rimarrà il limite dello 0,5 con multe a partire da 500 euro e sospensione fino a due anni della patente.

Nuove norme anche per i ciclisti
, fuori dai centri abitati e in galleria essi saranno infatti obbligati ad indossare i giubotti catarifrangenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.