BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arriva il caldo africano Due settimane a 35 gradi

A partire da lunedì arriverà il caldo torrido, destinato a durare almeno una settimana, se non due. I picchi massimi tra giovedì e venerdì, con temperature superiori ai 35 gradi. In pianura Padana il caldo si sommerà al disagio dell'afa. Una piccola tregua è prevista per sabato 18, poi un'altra pesante ondata verso la fine di luglio.

Più informazioni su

A partire da lunedì arriverà il caldo torrido, destinato a durare almeno una settimana, se non due. I picchi massimi tra giovedì e venerdì, con temperature superiori ai 35 gradi. In particolare a soffrirne saranno Sicilia e Sardegna (dove si potranno sfiorare i 40 gradi), le zone interne dell’Italia specie al centrosud e la pianura Padana, dove al caldo si sommerà il disagio dell’afa. Una piccola tregua è prevista per sabato 18, poi un’altra pesante ondata verso la fine di luglio. 
«Ormai dobbiamo rassegnarci al fatto che siamo di fronte ad una ripetuta alternanza di presenza dell’anticiclone della Libia, che si estende sul Mediterraneo fino al centrosud dell’Italia, con un ingresso di aria proveniente dall’Atlantico», spiega Gianpiero Marracchi, ordinario di Climatologia all’Università di Firenze e direttore dell’Istituto di meteorologia del Cnr. È una tendenza «ormai consolidata» negli ultimi anni, «che rappresenta senz’altro un fatto nuovo rispetto alla climatologia tradizionale, quella degli anni Ottanta e Novanta». In sostanza, spiega Marracchi, in estate ormai «si alternano picchi di alte temperature e di precipitazioni». 
Nell’immediato saremo di fronte a un incremento di temperature dovuto all’arrivo sull’Italia dell’anticiclone di origine africana. Un’allerta meteo della Protezione Civile afferma che l’Italia risente ancora del transito di correnti perturbate, ma da domenica lo spostamento graduale dell’elemento perturbato verso le nazioni balcaniche farà sì che subentri una struttura anticiclonica in via di consolidamento, «che apporterà una fase di tempo stabile e soleggiato». E nel corso appunto della settimana questa struttura anticiclonica acquisirà sempre più gli aspetti propri della matrice africana, ovvero aumento progressivo delle temperature, legate ad un incremento dell’umidità, e quindi conseguente apporto di aria afosa. 
Domenica sono previsti isolati rovesci o temporali sui rilievi appenninici meridionali e sulle Alpi, con quantitativi cumulati generalmente deboli, temperature senza variazioni di rilievo, molto mossi l’Adriatico meridionale e lo Ionio. Da lunedì cielo generalmente sereno e temperature in ulteriore aumento, con avvio della terza ondata di caldo stagionale in arrivo sull’Italia, per arrivare ai picchi di metà settimana. E per l’esperto del Cnr quello in arrivo sarà solo un antipasto del gran caldo che dovrebbe esserci tra fine luglio e i primi di agosto, «con ondate di calore più lunghe». Un altro aspetto non trascurabile nel mettere a fuoco i disagi per la popolazione è rappresentato proprio dalla presenza di piogge: temperature elevate e tasso di umidità si sommano e si fanno sentire.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da canicola

    Nel fine settimana sono previsti forti temporali altro che caldo africano!

  2. Scritto da lele

    il caldo africano avrà il permesso di soggiorno?

  3. Scritto da canicola

    La solita bufala estiva, per Bergamo e provincia queste previsioni non valgono un fico secco, nelle Valli ci saranno belle giornate ma con temporali, quindi non si dovrebbe sentire il caldo piu di tanto, anzi questo mese sara’ ricordato come uno dei piu freschi e piovosi delle ultime estati.

  4. Scritto da werte

    solito terrorismo mediatico.