BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Comitato Pendolari chiede la conferma delle piste ciclabili

Secondo il comitato "le piste ciclabili città rendono la citta' più sicura, vivibile e realmente "multimodale" e dovrebbero essere quindi sempre incentivate, così come l'utilizzo dei mezzi pubblici". Si auspica un ripensamento e un impegno per una mobilità sostenibile.

Più informazioni su

Il Comitato Pendolari Bergamaschi apprende dalla stampa delle intenzioni della nuova giunta di rimuovere alcune piste ciclabili presenti in città, oggetto nel recente passato di contestazione da parte degli automobilisti. 
Il CPB esprime il proprio dissenso rispetto a questa scelta, perché "fuori dal tempo". Le piste ciclabili città rendono la citta’ più sicura, vivibile e realmente "multimodale" e dovrebbero essere quindi sempre incentivate, così come l’utilizzo dei mezzi pubblici. Spiace, quindi, constatare che la nuova giunta non la pensi così e che invece – evidentemente – preferisca una città insicura per i ciclisti (molti dei quali sono anche pendolari del treno) e sempre più affollata di automobili. 
Speriamo in un ripensamento da parte della giunta e, in generale, in una politica di pieno sostegno alla mobilita’ sostenibile.

Dino Buonomo
Dante Goffetti
Francesco Graziano
Lucia Ruggiero
Simone Tiraboschi
Comitato Pendolari Bergamaschi
www.quellideltreno.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da quello del carro bestiame.

    Sarebbe meglio che il comitato pendolari si impegnasse a rendere migliore il funzionamento dei carri bestiame che si ostinano a chiamare treni. Ma se queste persone valutano come utili e positive le piste ciclabili bergamasche si capisce come sia impossibile sperare di ottenere miglioramenti del servizio ferroviario grazie alla loro opera e capacita’ di giudizio. Ed i fatti lo dimostrano.

  2. Scritto da riccardo

    Un conto sono le vere piste ciclabili, un conto quelle cose alla vorrei ma non posso che hanno messo giù. Costose e pericolose che iniziano da una parte e finiscono dall’altra. Con le bici che non riescono ad attraversare e le strade ristrette che rendono ancora più pericoloso il passaggio a moto e motorini (e anche bici che non stanno al loro posto). Più che da togliere erano da non fare. ma i verdi per ideologia non ragionano: cementificano e si fanno belli con due piste ciclabili fatte male

  3. Scritto da pm

    ci sono piste ciclabili ben fatte, e altre migliorabili – eliminarle non mi pare la soluzione più intelligente…

  4. Scritto da stefanorossi

    Le piste ciclabili in questione sono quella di papa giovanni e di colognola non di tutte e siceramente le due sopracitate sono assolutamente ridicole pericolose ed inutili non capisco chi e’ stato quel genio che le ha pensate gli farei tirare fuori a lui i soldi spesi!!!! poi per mettere i segnalatori acustici per i ciechi hanno avuto il coraggio di aggrapparsi alla solita scusa dei fondi.
    Ma mi facciano il piacereee diceva un noto signore.

  5. Scritto da bocagliù

    Il problema non è togliere le piste ciclabili, se sono ben fatte ben venga!! La greenway del Morla ad esempio è bellissima,così come ce ne sono altre ben fatte.Ed io ne sono un fruitore. Il problema è che sono stati fatti alcuni obrobri di ciclabili, solo per volontà dei verdi al fine di fare una inutile propaganda. Siamo realisti,alcuni tratti oltre ad essere pericolosi sono anche delle gimkane.Per come è strutturato il centro di BG,difficilmente si possono fare ulteriori piste,se non chiudendo

  6. Scritto da bocagliù

    al traffico le strade.Si ha il coraggio di farlo? In periferia invece il discorso cambia,in alcuni posti ci sono spazi più ampi e si incontra meno difficoltà nel realizzarne di nuove. Quindi dico,ben vengano le ciclabili ma compatibilmente con la REALE possibilità di realizzarle.

  7. Scritto da giordano

    La pista ciclabile di via papa Giovanni è utile a chi va in bicicletta, evidentemente chi le critica non sa cosa voglia dire andare in mezzo al traffico. La pista ciclabile del morla serve per il tempo libero, non per muoversi in città in modo alternativo all’auto, per quello servono spazi riservati alle biciclette che non siano invase dalle auto. Certo che per farle si deve togliere spazio alle auto. Forse è questo il problema di qualcuno che non le vuole e le critica

  8. Scritto da Antonio

    La tesi è ardita siccome alcune piste ciclabili non sono perfette le togliamo cosi i ciclisti finiranno sotto le auto risolvendo il problema del traffico cilopedonale.
    Ma per chi ci avete preso, siamo stati in Africa noi e abbiamo visto le scimmie.

  9. Scritto da L'equilibrista

    Questa e’ bella. Se non ci sono le piste ciclabili le bici finiscono sotto le auto. Se non siete capaci di andare in bici e non riuscite a stare in equilibrio andate a piedi. Allora cosa dovrebbero dire i pedoni ? Essere contenti di venire investiti dalle bici perche’ queste non vogliono andare sotto le auto ? E chi va in motorino ? Na ha allora anche lui diritto alla corsia per i motorini per evitare di finire sotto le auto ? Chi e’ capace di andare in bici va OVUNQUE. ANDATE A PIEDI !

  10. Scritto da Alfredo

    Bravi era ora che qualc’uno iniziasse a dire la verità, ben fatto!

  11. Scritto da flyer

    Grandi!!!!!