BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bandito incendiario a Cologno, rapinatore arrestato a Brembate fotogallery video

Attimi di terrore nell'ufficio postale di Cologno al Serio, dove un rapinatore ha dato fuoco agli sportelli per costringere gli impiegati a consegnargli i soldi. Il bandito è poi fuggito a mani vuote. A Brembate un malvivente si fa consegnare 2800 euro e fugge in scooter: preso dai carabinieri.

Più informazioni su

Attimi di terrore nell’ufficio postale di Cologno al Serio, dove un rapinatore ha dato fuoco agli sportelli per costringere gli impiegati a consegnargli i soldi. Un tentativo tanto drammatico quanto inutile, visto che il bandito è poi fuggito a mani vuote. Per fortuna nessuno ha riportato conseguenze fisiche, ma si è rischiato il dramma.
E’ accaduto alle 13,15 del 10 luglio a Cologno al Serio, all’ufficio postale di via Piave 12. Un uomo incappucciato e armato di pistola (non si sa se autentica o giocattolo) si è introdotto nell’ufficio, dove c’erano tre impiegati e un solo cliente, un cittadino cinese. L’uomo ha minacciato i presenti e ha chiesto che gli venissero consegnati i soldi delle casse. Pe rendere più credibile il suo intento ha pensato di spargere sul bancone il liquido infiammabile, probabilmente alcol, che teneva in una bottiglia.
Poi ha estratto l’accendino e ha appiccato il fuoco, tra il terrore dei presenti. La fiammata ha avvolto due sportelli, ma una volta evaporato il liquido si è spenta subito. Nonostante lo spavento, i dipendenti non gli hanno aperto la porta. A quel punto il rapinatore ha preferito desistere, è uscito ed è fuggito su una Opel Astra grigia, in direzione di Morengo. Per un soffio non è stato intercettato da una pattuglia dell’Arma di Urgnano che nel frattempo si era precipitata sul posto. Massiccio l’intervento dei vigili del fuoco, con tre squadre, e dei carabinieri, con due pattuglie e un elicottero. Drammatica la scena all’interno dell’ufficio: fumo ristagnante, molti documenti bruciati e due vetri completamente anneriti dalle fiamme.
Pochi minuti prima delle 19 c’è stata un’altra rapina: nel mirino il Penny Market di Brembate, in azione un rapinatore solitario armato di pistola, che è entrato nel locale e ha minacciato la cassiera, facendosi consegnare 2800 euro, l’incasso della giornata. I carabinieri hanno subito iniziato la caccia all’uomo, conclusa positivamente dieci minuti dopo. Nelle vicinanze, in via Grignano, una pattuglia della stazione di Caravaggio ha fermato un 33enne di Calusco d’Adda a bordo di uno scooter nero: aveva con sé sia la pistola che il bottino. E’ stato arrestato e portato in caserma.

DI TREVIGLIO  Picchia la testa contro gli scogli, muore bancario

LAGO MORO  Operaio di Costa Volpino si tuffa e annega

IN MONTAGNA  Dramma sul Pizzo Redorta, muore escursionista

ALGHERO   Turista bergamasco rischia di annegare

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.