BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ladro di negozi sfortunato e maldestro arrestato dai carabinieri

Un ventenne già noto alle forze dell'ordine ha prima visitato un fruttivendolo e poi, non trovando denaro, ha tentato di forzare la porta di un'erboristeria vicina. Ma è stato colto sul fatto dai militari.

Più informazioni su

Colto con un cacciavite in mano mentre tentava di scassinare la porta di un’erboristeria di via Marconi a Ranica. E’ stata bruscamente interrotta dai carabinieri la scorribanda effettuata prima dell’alba da un ladruncolo mattiniero, M.C., ventenne residente a Gorle ma di fatto senza fissa dimora. I militari, che stavano effettuando un servizio preventivo di controllo del territorio, lo hanno arrestato in flagranza. Una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, che poco prima aveva già preso di mira un altro negozio, un fruttivendolo distante una cinquantina di metri dal luogo dell’arresto. E’ stato lo stesso negoziante a rivelarlo ai carabinieri, denunciando che al momento dell’apertura quotidiana dell’attività aveva trovato la bottega a soqquadro e un vetro di una finestra sul retro frantumato con alcune tracce di sangue.
Ai militari è bastato fare due più due: M.C. aveva infatti uno zainetto con sé, dentro il quale c’erano un paio di guanti insanguinati e una pinza multiuso. A incastrarlo definitivamente è stata poi un’impronta lasciata su un grembiule calpestato, corrispondente in pieno alla sua scarpa. Un ladro maldestro in tutto e per tutto, visto che quando è stato colto sul fatto dai carabinieri ha effettuato un inutile tentativo di sviare i sospetti, lasciando cadere il cacciavite e allontanandosi con nonchalance. Ma anche sfortunato: nella bottega del fruttivendolo non ha infatti trovato il becco di un quattrino, perché il negozio era già stato svaligiato qualche tempo fa, episodio che ha convinto il negoziante a non lasciare più soldi in cassa. Di qui il furore del ladro, che non trovando il bottino si è accanito su scaffali e mercanzia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.