BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tangenziale Est, ti voglio Ma prima aspetto il tram” fotogallery

Parla Gianfranco Ceci, vicesindaco e assessore alla Mobilit?? di Bergamo: aspetto i dati sulla tramvia per capire la vera utilit?? della Tangenziale. E per citt?? alta sogno un passante dalle piscine a via Baioni, con risalita nel mezzo. S?? al vigile elettronico"

Più informazioni su

Si è preso una bella gatta da pelare l’avvocato Gianfranco Ceci, su questo non c’è dubbio. A lui, vice del sindaco Franco Tentorio, tocca affrontare il tema della mobilità (infrastrutture incluse) da anni al centro di attenzioni, polemiche e sali-scendi di consensi per le amministrazioni cittadine. Anticipa subito che lui la tangenziale Est la vorrebbe subito, ma spiega anche che una decisione definita in materia arriverà solo a fine anno, quando si avranno i dati sull’utilizzo del tram da e per la valle Seriana, nel cuore del bacino d’utenza della stessa tangenziale.

Vicesindaco, le Ztl non le piacciono proprio?
L’Amministrazione Bruni ha avuto un approccio ideologico. E anche sulle Zone 30 e altri elementi. Sono un po’ troppe. Basti l’esempio della chicane creata con più cordoli a Longuelo, della pista ciclabile ridicola in viale Papa Giovanni o in viale Giulio Cesare, o dei dossi che sembrano montagne a Boccaleone, oppure di quelli a gobba di cammello in via Campagnola, fatti male.

Farà piazza pulita?
No, non mi muoverò ideologicamente. Le Ztl resteranno dove servono davvero. Dossi e piste ciclabili sono da togliere o da rifare.

Lascia spazio ad un po’ di discrezionalità. Sulle ultime Ztl è d’accordo (San Leonardo, San Tomaso, Sant’Alessandro)?
Su quelle ci sarà una revisione, questo è sicuro. Rivedremo i progetti tramite una scelta condivisa dall’assessorato e dalla Giunta.

Ma è d’accordo sul fatto che in assenza di limitazioni all’uso dell’auto la mobilità rischia di diventare immobilità?
Sicuramente troppe Ztl rischiano di portare immobilità per il commercio e le attività produttive. Non nascondiamocelo. E pensare alle Ztl senza prevedere distretti del commercio o parcheggi adeguati è assurdo.

L’assessore Maddalena Cattaneo, che l’ha preceduta, pensava a politiche che creassero una nuova cultura della mobilità, contro l’uso dell’auto. Lei?
La penso come il sindaco: tutti i sì possibili. E aggiungo: fin dove possibile. La città la vivono i cittadini e chi ci lavora, non solo l’assessore Cattaneo o l’assessore Ceci. Gli assessori non devono creare malcontento o conflitti tra residenti e commercianti.

Quindi come migliorerà la mobilità con Gianfranco Ceci?
Come ho detto migliorerà con la massima concretezza su Ztl, Zone 30 e piste ciclabili: resteranno dove sono utili. E poi le grandi opere necessarie…

Soffermiamoci un attimo sulle Ztl. Sa bene che c’è un progetto, già in fase di realizzazione, per l’installazione di telecamere, ovvero di vigili elettronici, che scatteranno multe automaticamente per chi non è autorizzato all’ingresso (leggi lo stato dell’arte di quel progetto, informazioni di Atb). Cosa ne farà?
Semplice: dove le Ztl resteranno dovranno essere presidiate dalle telecamere, ovvero dai vigili elettronici. Il problema è dove mantenere le Ztl. Il vigile elettronico è realtà nelle città più moderne e sarà un progetto da continuare. Dipende dove, vedremo.

Le grandi opere, diceva?
C’è il massimo accordo con la Provincia per portare a casa il treno per Orio. Penso alla Tangenziale Est e a soluzioni definitive per il rondò delle valli, il rondò dell’A4 e la soluzione del nodo di Pontesecco. A tal proposito l’Atb ha nel cassetto un progetto che risolva il traffico viabilistico in parallelo al passaggio del nuovo tram per la Valle Brembana. Lo vedrò a breve.

Ma vuole assolutamente la Tangenziale Est?
Per ora resta in campo con “formula esplorativa”, ma al 90 % sono convinto della sua utilità.

Il restante 10 per cento?
Io voglio la Tangenzial e Est, ma aspetto i dati del tram delle valli a pieno regime, che c’entra con quella zona della città. Se a fine anno ci diranno che il tram ha reso inutili nuovi progetti stradali ci penseremo, altrimenti mi impegnerò subito a reperire risorse per la tangenziale.

Sul tram andrà avanti convinto?
Sì, linea nuova per Villa d’Almè e linea di attraversamento della città da Redona all’Ospedale nuovo. L’Atb ha definito i primi progetti e i fondi statali possono sbloccarsi in nostro favore. E’ un’altra opera che favorirà una mobilità più snella in città.

Su Porta Sud si aprirà una discussione in questi anni, che va un po’ al di là del Master Plan già presentato. L’asse ferdinandeo proseguirà attraverso l’ex scalo merci solo per pedoni e ciclisti o anche per le auto?
Un tema enorme dal mio punto di vista. Manteniamo Porta Sud come divisorio per la circolazione su gomma o come possibilità per aprire un varco, anche per le auto? Servirà sicuramente un ampio dibattito e soluzioni più che condivise.

Dulcis in fundo, quali novità per Città Alta?
C’è un problema aperto che è il parcheggio alla Fara. Abbiamo già chiesto a Bergamo Parcheggi un ridimensionamento con un contemporaneo incremento dei posti per residenti. Dopodichè il nostro no alla Torre d’assalto fuori dalle Mura è lampante e lo manterremo. Servirà una risalita interna alle Mura di Sant’Agostino e magari servirà un bel sogno: io penso ad un passante pedonale, di 1800 metri, da via Baioni alle piscine Italcementi, con al centro (del passante) una risalita per Città Alta. Ci penseremo.

ZTL E TELECAMERE  A che punto siamo?

VIA FARA  La Giunta: progetto da ridimensionare

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valter Grossi

    Soldi a parte (e non sono bruscolini!) faccio notare che ci sono studi abbastanza credibili che dimostrano che la costruzione della tangenziale est (vista come nuova circonvallazione) è fortemente legata agli sviluppi di Porta Sud e del quartiere del Gleno.
    Ciò al netto delle ideologie, delle polemiche politiche e di tante stuppidaggini, infatti è indubitabile che consentirebbe una regolazione più urbana del traffico interquartiere, eliminando l’attraversamento improprio di una parte di città.

  2. Scritto da Carlo

    per 57, Si e fascisti e nazisti tutti coloro che non la pensavano come loro, a partire dagli ebrei, ma per piacere! Bisogna ancora sopportare ste stron…te?

  3. Scritto da bocagliù

    @Roberto.
    Rimango dell’idea che con l’abbattimento del viadotto e la costruzione della tang est si potrebbe portare il traffico definitivamente fuori dalla città, non la vedevo poi così male l’idea di Veneziani. Poi parliamo chiaro, io ci vivo vicino al viadotto,sarò di parte, oltre a fare un chiasso infernale in mezzo alla città fa proprio schifo!!!Ma più che altro mi chiedo,con il sorgere di porta sud, avrò ancora senso?

  4. Scritto da corti-novis

    Se tirano via le piste ciclabile, tutte le volte che passerò in via giulio Cesare e via tremana, mi fermerò sempre davanti ad un’auto in divieto di sosta e chiamerò i vigili urbani, se non verranno prenderò altre soluzioni radicali. Adesso che le persone erano abituate ha convivere con le bici….ma che purtroppo per egoismo hanno dato il voto a tentorio l’altra metà sarà più incazzata. Ceci ripensaci!

  5. Scritto da pavel

    ma il passante pedonale lo da in gestione a “Le Nottole”, neanche nelle gallerie della grande guerra si sta sotto terra 1800 metri di fila…
    se il buon giorno si vede dal mattino stiamo freschi…nel passante ovviamente

  6. Scritto da nicola

    i comunisti andati al potere in urss fecero subito sparire tutti i crocefissi…

  7. Scritto da Roberto

    Caro Bucagliù, le tue ragioni sono comprensibili, però stiamo crcando di fare un ragionamento meno personale e soprattutto nell’interesse di tutta la città. Allora ripeto che non ha senso demolire una strada per la grande viabilità perché così facendo si peggiora il traffico, e lo spostamento come dici tu del traffico più a sud con una spesa di almeno 70 mil.appare incomprensibile. Perché trasformare l’attuale circonvallazione in strada urbana, per costruirci altre case, e quindi altro traffico?

  8. Scritto da Alberto

    Non ho preconcetti particolari nei confronti delle piste ciclabili, ma quella di Via Giulio Cesare è veramente un obrobrio che impedisce, all’incrocio semaforico di Piazzale Goisis e Via Pietri, lo scorrimento del traffico verso il Monterosso; il tutto per due o tre bici all’ora per tre mesi all’anno.
    Le ZTL favoriscono alcuni cittadini a discapito dei residenti attigui.

  9. Scritto da Elettore deluso

    Ma Ceci aziona il cervallo quando parla? Li ho anche votati, ma credo, da quello che si sente dire in giro, che molti già rimpiangono Bruni.
    Altro che scelte non ideologiche, appunto fatte a favore di interessi particolari e diei soliti furbi che amano la sosta abusiva e l’uso della macchina anche per comprare le sugarette, Mamma mia!

  10. Scritto da giada

    Voglio precisare che le ZTl sono state attivate nelle parti storiche della città come le vie dei borghi, dove le strade sono inadatte all’uso veicolare, perché strette, quindi da evitare il traffico di passaggio soprattutto nelle ore di punta. Così è stato fatto in tutte le città eliminare il traffico nei centri storici. Bergamo ha città alta e i borghi. Le piste ciclabili incittà sono realizzabili usando lo spazio delle strade, meglio una pista che riduce lo spazio di altre funzioni che il null

  11. Scritto da Sara

    Anche a me piacerebbe avere lo spazio di 55, come si fa? Allora precisiamo che il sindaco Bruni con l’assessore alla mobilità Cattaneo, hanno potenziato il trasporto pubblico su gomma, e su ferro tramvia, e attuato una strategia sulla mobilità che oggi appare lucidissima e che tutti richiamano, e che probabilmente sarà completamente abbandonata da un’amministrazione che affronterà i problemi della mobilità negando le esperienze delle città europee, dove si sa governare la mobilità urbana.

  12. Scritto da roberto

    Per bocagliù. I problemi di viabilità a Campagnola, Boccaleone , Celadina verranno ulteriormente risolti con la bretella di Campagnola contenuta nell’accordo di programma tra Provincia e Comune, che collegherà l’asse interurbano e la circonvallazione, e che quindi eliminerà il traffico da Campagnola. tutto è stato già definito e condiviso dagli enti senza la realizzazione della tang. est. Inoltre estenderà il sistema della grande viabilità ben oltre i quartieri interessati.

  13. Scritto da Emiliano

    …Roberto…quello che scrivi è tutto vero…ma anche la galleria di Monte Negrone doveva essere inaugurata 20 anni fà…sei davvero sicuro che “gli accordi di programma” diventino cantieri aperti? Nel frattempo in coda ci stanno gli elettori!!!

  14. Scritto da roberto

    Emiliano per riprogettare la Tang. est ci vorranno almeno 2 anni e poi appalti e rischi del caso, non si farà domani. Perchè non perseguire i progetti già avviati, saranno realizzati prima. Una buona prassi amministrativa dovrebbe imporre sui temi della mobilità una continuità operativa da parte delle amministrazioni, perché occorre sempre troppo tempo per fare le infrastrutture. Finiamola una buona volta di volere riprogettare tutto da capo ogni volta, realizziamo ciò che è stato già condiviso.

  15. Scritto da Emiliano

    …Con un-milione-e-seicento-mila euro che la passata giunta Bruni ha buttato alle ortiche si sarebbe potuto già partire con il cantiere…parlo del costo del progetto richiesto dalla giunta Veneziani…ora, ovviamente, andrebbe riprogettata…e intanto noi PAGHIAMO!!! Bruni non era un cattivo sindaco ma dal punto di vista mobilità/infrastrutture la sua amministrazione è stata un disastro…e credo che ne abbia pagato lo scotto…

  16. Scritto da Roberto

    Cominciamo col dire che i 22 mil. sono sempre a disposizione perché la Regione finanzia i progetti viabilistici quando vengono presentati, quindi nuovo progetto nuovi finanziamenti. Secondo l’errore lo ha fatto Veneziani nel volere appaltare la tang a 2 mesi dalle elezioni del 2004, invece di attendere l’esito del voto dei cittadini che poi lo hanno sostituito. Bruni ha fatto una politica della mobilità-viabilità condivisa dalla Provincia visto gli accordi di programma sottoscritti, quindi buona

  17. Scritto da Emiliano

    Sei davvero sicuro che l’adeguamento infrastrutturale della provincia e del comune sia andato paripasso??? Bettoni ha finito l’asse interurbano, ha messo una rotonda ad ogni incroco pericoloso, ha aperto la galleria di M.N…..Bruni? Piste ciclabili (per carità, necessarie!..) e bretella di Colognola…(Inutilizzabile quando piove…)…Io ho votato Bruni ma se lo rapportiamo a quanto fatto da Bettoni…non ci sono storie…Bettoni ha fatto talmente bene che l’hanno tagliato fuori…è evidente!

  18. Scritto da bocagliù

    bastian contrario…

  19. Scritto da linford

    non è detto che con la tangenziale est verrebbe abbattuto il viadotto di Boccaleone: spiegatemi come verrebbe scavalcato lo scalo merci ferroviario.
    La tangenziale est comporterebbe la necessità di adeguare a tre corsie l’asse interurbano nel tratto autostrada – svincolo via lunga (altrimenti si rischierà la paralisi)

  20. Scritto da Roberto

    Veramente per onor del vero sia la galldi M.negrone che la bretella Colognola sono state realizzate dall’Anas. Bettoni e Bruni hanno avuto il merito di fare in modo che si concludessero dopo una attesa di dieci-venti anni. Gli errori tecnici sono dello Stato. Gli accordi di programma sono relativi alle opere che 5 anni fa non erano neppure state pensate dall’Amministrazione uscente Veneziani con vicesindaco Tentorio ecc. Ma il problema non è quello di recriminare, ma di fare le opere utili.

  21. Scritto da cecco

    veramente oltre ad un direttore lavori (privato) sia provincia che comune hanno un responsabile procedimento che dovrebbe seguire l’opera..lautamente pagato!! quindi se l’opera è stata conclusa alla buona (per non dire altro) le responsabilita ci sono e come anche da parte di provincia e comune!!!

  22. Scritto da linford

    Roberto spiegami perchè la seriate – nembro è un’opera inutile: invece è utilissima per la valseriana per chi è diretto nella bassa (e anche a Bergamo) e per chi imbocca l’autostrada verso Venezia.
    La bretella di Colognola sarà utile quando verrà realizzato lo svincolo dell’Asse.

  23. Scritto da Roberto

    Bocagliù, fortunatamente i finanziamenti regionali sono governati da una legge che impone il finanziamento per le infrastrutture che hanno valenza territoriale, per cui non vi è alcun rischio; anzi il finanziamento di 17 mll. pari al 30% potrebbe essere innalzato anche al 50% su un nuovo progetto di maggiore valenza provinciale e regionale. Rispetto all’appalto del tag est l’errore di Veneziani è stato sicuramente doloso, infatti Bruni in campagna elettorale aveva denunciato questo comportamento

  24. Scritto da Roberto

    per linfort. Non credo di avere detto che la Seriate -Nembro sia inutile, anzi concordo con te, ciò che affermi è perfettamente vero, così come le questioni della bretella di Colognola. Inoltre condivido anche ciò che affermi al punto 40. Ritengo un errore abbattere il viadotto della circonvallazione, perché distruggere una strada pensata per la grande viabilità, per sostituirla con una strada urbana piena di semafori e incroci. La demolizione del viadotto faceva parte della retorica di Venezian

  25. Scritto da Marcutio

    Bene.. allora a Longuelo mi aspetto maggiore sicurezza stradale di quella precedente (ovvero inesistente) o attuale (poco ma davvero poco più, con altri tipi di rischio causa parcheggi a lisca di pesce, cordoli appuntiti, la mancata sengnalazione con dossi opportuni di alcune porte alla Z30, gente che non rispetta i limiti, ciclisti e pedoni) per chi si muove alternativamente a piedi in bicicletta e automobile.
    Ongi alternativa sarà dunque un fallimento.. senza scuse per favore.

  26. Scritto da Marcutio

    Eppoi che una volta buona si mettano in discussione tecnici e progettisti, che fanno interventi assurdi, Z30 buttate giù come fossero dei bambini, sottopassi che si allagano, lo svincolo autostradale di Colognola. A smenarci sono sempre i politici di turno e i cittadini che pagano per veder fare e disfare, con i propri soldi.

  27. Scritto da csw

    Se son rose….. ottimo il discorso sul tram, alcune ztl (in primis le assurde chicane di Longuelo) sono da rivedere, per Città Alta bene lo stop alla “boiata” (si può dire ?) della torre e sì allo studio di una risalita interna (con tutte le indagine geologiche ben fatte per evitare sorprese). Auguri di buon lavoro !

  28. Scritto da simone paganoni

    “Io voglio la Tangenzial e Est, ma aspetto i dati del tram delle valli a pieno regime” … Esattamente quello che diciamo noi da più di 5 anni.. Meglio tardi che mai !
    Adesso aspettiamoci anche una dichiarazione in cui si afferma che non è solo il Comune di Bergamo che deve metterci i soldi ma che anche la Provincia deve fare la sua sostanziosa parte e avremo, pari pari, le motivazioni che hanno spinto la precedente ginta a non fare la Tangenziale Est.
    Bravo Ceci (…solo su questo punto)

  29. Scritto da Emiliano

    Finalmente!!! Il tram leggero è una soluzione per chi dalla valle seriana deve arrivare in centro città (e tragitto opposto, naturalmente). La tangenziale est sarebbe un grandissimo aiuto a chi dall’asse interurbano deve raggiungere il rondò delle valli e la zona est di bergamo, ora le vie percorribili sono 1)rotonda Campagnola 2)passaggio a livello di via recastello 3)seriate/gorle…tutte 3 molto congestionate dal traffico di auto e treni!!! Attendo con impazienza la nuova tangenziale! Grazie

  30. Scritto da a.r.

    Caro Ceci sono un vostro sostenitore ma perfavore le chiedo di pensarci davvero bene prima di prendere delle decisioni affrettate. E’ inutile prendere decisioni subito x far vedere che il comune si sta muovendo. Prima visionare bene, capire le esigenze degli abitanti e automobilisti e poi agire.
    Personalmente ritengo che il tram della valle seriana non serva a nulla se non a creare disagi agli utilizzatori e agli abitanti. Pensiamoci.. Una cosa da sistemare subito: Il rondò in uscita dall’A4.

  31. Scritto da Davidao

    Voglio vedere a campagnola come fa a togliere i dossi, col comitato che c’è lì e che le ha chieste. Viale giulio cesare non vedo che problemi crei, Viale papa giovanni andrebbe corretta, non smantellata. Siamo in piena furia iconoclasta, altro che storie.

  32. Scritto da roberto

    La tang est non serve a niente e questo lo hanno capito tutti. infatti non risolve alcun problema per la città di Bergamo. Le priorità per i quartieri sono : Il nodo do Pontesecco, la bretella di Campagnola, il rondo delle Valli e il rondò dell’autostrada. Questi inteventi hanno costi anche superiori alla tang. est, per cui se si punta sulla tang est non si farà nulla per la città e i quartieri periferici, e la viabilità per la val Brembana sarà irrisolta. Non si governa con l’ideologia.

  33. Scritto da csw

    Per vedere come fanno all’estero sul tram consiglio : http://www.tramway-nice.org/

  34. Scritto da giorgia

    Complimenti assessore Ceci l’avvocato che si mette a dirigere il traffico. Diffidiamo dagli azzecca garbugli. Immaginate una bella strada che passa sotto città alta che collega via Baioni con il quartiere S. Lucia, un casino pazzesco una camera a gas in un luogo bellissimo e tranquillo, e poi dice di volere fare gli interessi dei cittadini. Io abito in S. Lucia come il sindaco, e sono perplessa, ma veramente si pensa di sprecare 5 anni di amministrazione per progettare una strada a fondo chiuso.

  35. Scritto da Emiliano

    E’ ovvio che gli abitanti della zona OVEST di Bergamo dicano che la Tangenziale non serva a nulla, da parte mia (abitante a Redona) potrei sostenere che dei dossi di Longuelo non me ne importa nulla…ma se dobbiamo ragionare così forse è meglio rinunciare direttamente a progettare INSIEME la nuova Bergamo. Quindi, sì alla sistemazione dei dossi di Longuelo, sì alla soluzione del nodo Pontesecco ma, altrettanto sì alla tangenziale (se il progetto è stato fatto vuol dire che tanto inutile non è!)

  36. Scritto da roberto

    Io abito a Valtesse poco distante da redona e ribadisco che non serve a nulla la tang est. forse Emiliano non sa che il progetto di tang est non prevede alcun collegamento con Redona, ma solo il collegamento tra la strada della val Seriana e la fiera di Bergamo in via Lunga, dove si realizzerà la bretella di collegamento con Borgo Palazzo. Quindi ciò che pensi non si realizzerà mai perché la Tang est era stata pensata per eliminare il passaggio dal rondò delle valli per le auto della valseriana

  37. Scritto da gigogì

    Questa del passante pedonale di quasi 2 km è davvero una bella pensata. Bravo ceci, un po’ di fantasia al potere non guasta. Stai attento a non farti prendere troppo la mano, però.

  38. Scritto da ric

    giorgia, è scritto chiaramente che il passante sarebbe pedonale…

  39. Scritto da p.r.

    Nel passante Ceci può organizzare la mezza maratona di Bergamo. Riservata ad anziani e pensionati. Con le loro gambette, vedrai che passeggiate…. Grande Ceci….

  40. Scritto da giovanni

    Agli entusiasti del passaggio pedonale di 1800 mt sotto città alta. Avete mai percorso una galleria nella roccia ancher per poche centinaia di metri? C’è da rabbrividire dal freddo ed altro figuriamoci un passaggio pedonale che sarà stretto e basso per almeno 900 metri per parte, per prendere un ascensore, quando abbiamo una bellissima funicolare con parcheggio a 100 metri, raggiungibile dalla galleria conca d’oro. Ma perchè Ceci prima di dire i suoi sogni notturni non si consulta con gli espert

  41. Scritto da Robe

    Ceci non volare troppo alto che dice sciocchezze. Sistema il rondò di uscita dalla A4 che è pericolosissimo e c’è da farsi il segno della croce prima di impegnarlo e prendere la strada per l’aeroporto.

  42. Scritto da giorgia

    Pardon, ho sbagliato, pensavo si riferisse alla strada di cui aveva parlato in campagna elettorale, a cui eravamo tutti contrari. Evidentemente gli hanno fatto cambiare idea, dalla strada al passante pedonale? Personalmente preferire raggiungere città alta in modo turistico, guardando il paesaggio possibilmente, soprattutto se vado a piedi. Pensate ai turisti, già ma dove li scaricano, file di autobus in S. Lucia? Continua ad apparirmi una proposta di cui non colgo l’utilità per i cittadini.

  43. Scritto da Arturo

    Io abito a Valtesse, qundo devo andare in città alta, mi rco o a piedi se ho tempo da dedicare al piacere, oppure attendo l’autobus n° 3 che prendo in Valverde e in 5 minuti raggiungo Colle Aperto, oppure scendo in S. Giacomo e raggiungo via Colleoni ancora più velocemente. A cosa mi serve percorrere 900 metri in un budello stretto e scuro per rendere un ascensore che mi porta dove in piazza Vecchia? l’idea di fare un bel casoto in mezzo alla piazza davanti al palazzo della Ragione è una c…a

  44. Scritto da linford

    L’unico modo per risolvere il rondo’ dell’autostrada è quello di smantellare e dismettere l’uscita di Bergamo (pericolosissima in quanto giace sul curvone) e trasformare le uscite di Seriate in Bergamo Est e Dalmine in Bergamo Ovest.

  45. Scritto da un deluso

    Che senso ha un passante pedonale da Valtesse alle piscine? Capivo la proposta di una strada, ammesso che sia realizzabile e funzioni veramente per il traffico. Ma un percorso pedonale completamente cieco per un tratto così lungo 2 chilometri, per sbucare nuovamente alla luce? Non credo che i cittadini di Bergamo possano averne qualche utilità. Ma, pur di fare notizia si fanno proposte senza senso che però hanno un costo, e quindi si perde tempo e denaro senza occuparsi delle opere utili.

  46. Scritto da Emiliano

    X Roberto…Emiliano sa benissimo che la tang est non arriverà nel suo box…ma sa che ora per chi percorre l’asse interurbano (in entrambe le direzioni) arrivare nella zona di Redona/Valtesse/Torre ecc. è un calvario…Roberto dimmi tu che strada percorri per arrivare a Valtesse dalla fiera di Bergamo e a che ora la percorri? Il problema è che attualmente tutto il traffico diretto ad est percorre la “via delle valli” senza contare che siamo ancora schiavi del passaggio a livello di boccaleone.

  47. Scritto da Chicco

    Complimenti Ceci, bella trovata quella del passante pedonale, le auto però falle portare tutte a casa tua perchè in zona piscine e conca d’oro non le vogliamo!!!!!

  48. Scritto da Pietà

    mamma mia immagino il traffico…pensavo fossero idee di qualche giovannotto di belle speranze politiche in campagna elettorale,invece vedo che il vice sindaco le pensa veramente. Via le zone a traffico limitato, cosi i ragazzotti rampanti possono scorazzare con i loro bolidi

  49. Scritto da bocagliù

    La tangenziale est serve eccome!chi non passa mai dalla zona con l’auto o non ci vive,non può capire le problematiche legate al traffico di attraversamento e allo scandaloso passaggio a livello non automatizzato di via Recastello. Vivo in Boccaleone e credo che sia assurdo non collegare l’asse interurbano altezza fiera con il rondò delle valli! Ricordiamoci anche che l’osceno viadotto di Boccaleone che costa molto in manutenzione potrebbe così venir abbattuto.

  50. Scritto da ric

    la prima ztl da togliere è quella che l’ex sindaco bruni si è fatto nella via di casa sua… che vergogna!

  51. Scritto da roberto

    Caro Emiliano questo scambio epistolare graz a BNews, può essere l’occasione per ragionare seriamente sui problemi della viabilità. Ti rispondo. Chi abita nella parte est della città se vuole andare verso l’autostrada percorre la circonvallazione, se vuole andare verso Seriate percorre via Borgo Palazzo, la tang. est non può essere realizzata solo perché è più comoda per chi vive a Redona o Valtesse, ma deve avere un disegno strategico che ora non ha più dopo l’apertura della galleria M. Negrone

  52. Scritto da Emiliano

    ..bocagliù…parole sante!!!!! A volte si abbassano le sbarre (ieri una era stata divelta!!!) e passano 20 minuti prima che transiti il treno!!! Siamo nel 2009…un sensore a 500 m dal passaggio a livello non basterebbe??? Trenitalia è ferma al ventesimo secolo!!! Sveglia!!!

  53. Scritto da bocagliù

    @Roberto
    La tangenziale est non serve solo a chi abita a Redona o a Torre Boldone, ma servirebbe tutta la zona sud-est di Bergamo (Campagnola,Boccaleone,Celadina), quartieri che contano circa 25-30000 persone,dimmi tu se è poco.
    I benefici sarebbero anche x Gorle e Seriate.
    La galleria di M.Negrone è un discorso a sè stante e non ha apportato il minimo beneficio alla zona in cui vivo, anzi i problemi si sono aggravati ulteriormente con la chiusura di via X Orio.

  54. Scritto da bocagliù

    @Emiliano
    Trenitalia??scandalosi! Purtroppo la linea BG-BS non è automatizzata come quella per Milano(vedi passaggio a livello rapidissimo della trucca) e,come mi ha detto un addetto ai lavori,non ci faranno mai nulla xè non hanno la volontà.a noi residenti restano le code fino alla fiera di via Lunga quando le sbarre sono abbassate, a chi abita in zone più fortunate resta la parola x dire che la tangenziale non serve!!!

  55. Scritto da roberto

    Per Emiliano e bocagliù. La Provincia insieme al Comune di Bergamo hanno definito il protocollo per il progetto dell penetrante da Est, che collegherà il rondò delle valli con l’asse interurbano nella zona di Pedrengo, quindi nei prossimi anni avremo una strada che libererà via B. Palazzo, inoltre abreve partiranno i lavori per la bretella di Boccaleone che collegherà direttamente B Palazzo con l’asse interurbano all’altezza della fiera, evitando passaggio a livello. Già risolto senza tang.est