BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Appello Cisl: il governo sblocchi i soldi per la cassa in deroga

Sono mesi che i lavoratori attendono di ricevere quanto loro spetta per i periodi di cassa integrazione e di mobilit?? in deroga???. Ferdinando Piccinini, segretario generale della Cisl di Bergamo, stigmatizza la realt?? che si ?? venuta a creare nella gestione delle Casse in deroga.

Più informazioni su

“Il governo deve sbloccare le risorse per il sostegno al reddito delle lavoratrici e dei lavoratori che stanno utilizzando gli ammortizzatori sociali in deroga.
La situazione non è più sostenibile. Sono mesi che i lavoratori attendono di ricevere quanto loro spetta per i periodi di cassa integrazione e di mobilità in deroga”. Ferdinando Piccinini, segretario generale della Cisl di Bergamo, stigmatizza la realtà che si è venuta a creare nella gestione delle Casse in deroga.
Si tratta complessivamente di oltre 500 milioni di euro, di cui 70 solo per la Regione Lombardia, stanziati dal Ministero dell’Economia con un decreto di metà aprile e non ancora reso operativo.
In provincia di Bergamo più di 2.500 persone attendono ancora che la loro situazione venga risolta, e si parla solo delle aziende per le quali la Regione ha già emesso i decreti di pagamento. Ci sono poi oltre 8.000 lavoratori in 1200 aziende per i quali l’attesa sarà ancora più lunga.
Il punto di partenza è rappresentato dalla legge 2/2009 con la quale il governo si impegnava a stanziare risorse straordinarie per il sostegno al reddito dei lavoratori allargando la copertura degli ammortizzatori sociali a settori e tipologie contrattuali che fino ad oggi ne erano esclusi.
In seguito alla legge, l’intesa stato-regioni del 12 febbraio definiva le risorse per il biennio 2009/2010 ed il quadro generale entro il quale si sarebbero dovuti realizzare gli interventi.
Il 4 maggio 2009 parti sociali e regione sottoscrivevano l’accordo applicativo della legge, con il quale si stabilivano le procedure per il riconoscimento e l’erogazione del sostegno ai lavoratori. In data 5 giugno la Regione ha emesso i primi decreti per l’utilizzo dei nuovi ammortizzatori.
Questi riguardano per la provincia di Bergamo un totale di 291 aziende e 2549 lavoratori (vedi tabelle).

tipologia
aziende
lavoratori
impegno
 
1
268
1.761
3.545.724
2
15
152
1.714.424
3
8
636
4.429.351
totale
291
2.549
9.689.499

Legenda
–          1: aziende artigiane e industriali con meno di 15 dipendenti
–          2: aziende che non hanno diritto alla Cassa Integrazione Straordinaria
–          3: aziende al termine di periodi di CIGS “normale”

“Quindi tutti i passaggi formali sono stati teoricamente espletati: resta il fatto che ad oggi siamo in presenza di una situazione non più accettabile. Nonostante gli impegni e gli annunci di rapido pagamento – continua Piccinini -, sono mesi che i lavoratori attendono di ricevere quanto gli spetta per i periodi di sospensione dal lavoro. Di sicuro grosse responsabilità sono da addebitare al governo, che pur essendosi impegnato nello stanziare le risorse necessarie, non ha ancora concretamente messo tali risorse a disposizione dell’INPS. È irresponsabile che in questo contesto si scontino ancora dei ritardi. nelle crisi il primo obiettivo è salvaguardare l’occupazione e sostenere il reddito dei lavoratori. Attendiamo risposte immediate che sblocchino questa assurda situazione”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DON

    e’ da gennaio che non si vede un euro e siamo a luglio!
    Sono andato all’inps di bergamo e allo sportelo per la cassa sapete cosa mi hanno detto?
    Che i soldi arriveranno alla fine di luglio!
    Si ma solo quelli di gennaio e febbraio!
    per marzo aprile non si sà!
    maggio giugno non si sà!

    PROPOSTA
    venerdì 24 luglio tutti i cassaintegrati davanti all’inps di bergamo.
    MAGARI SI ACCORGONO DI QUANTI SIAMO!!!!

  2. Scritto da Marzio S.

    Andate a Brembo di curno, straordinari al sabato, e il sindacato che non dice nulla

  3. Scritto da pippo

    La cassa integrazione la ditta meccanotessile Promatech la usa da sempre mandando il lavoro in cina.
    La colpa della mancanza di lavoro non è la crisi.
    La crisi è una conseguenza dei nostri datori di lavoro che puntano tutto sul mercato cinese!
    Andate ancora in cina e quando finiremo i soldi per comprare il mangiare verremo sotto le vostre finestre a chiederlo.
    Sig.Miro Cav. del lavoro. ti sei arricchito ed ora ci abbandoni!
    Grazie!!!

  4. Scritto da Mariolino

    Piccinini apri gli occhi……..straordinari e cassa non vanno bene. Controllate controllate non fate finta di fare come quello che dice non vedo non sento non parlo…….

  5. Scritto da Stefano

    Anzichè parlare andate a controllare chi è in cassa e fa le straordinarie. Non le vedete queste aziende. O fate finta di non vederle. Questo non lo dite però.

  6. Scritto da Luciano P.

    Perchè la Cisl non comincia a controllare qualche azinda che prende i soldi dall’INPS e fa le straordinarie? Dobbiamo segnalarle noi lavoratori al Sig. Piccinini?
    Un lavoratore in Cassa

  7. Scritto da .........

    E’ una situazione schifosa, aziende e sindacati sono complici, ne stanno approffittando alla grande, nessuno controlla, e quindi le aziende fanno la cassa integrazione a loro piacere.

  8. Scritto da kappero

    Visto che il berlusca nega la crisi si starà chiedendo perché mai deve dare dei soldi a chi “non” è in crisi.

  9. Scritto da Enzo R.

    Ma come avete sempre esaltato la cassa in deroga e adesso vi lamentate? rimango senza parole.

  10. Scritto da lauro

    Cari sindacati: chi e’ disoccupato senza cassa ne indennità, deve impiccarsi?

  11. Scritto da Sergio

    Da gennaio che il sindacato continua a parlare di cassa in deroga ma io non ho preso soldi da mesi e sono ancora in cassa in deroga. tutte le settimane vado al sindacato ma continuano a non darmi risposte

  12. Scritto da diaego

    il governo parla parla ma non fa nulla, la mia azienda ha chiuso e dei colleghi aspettano da dicembre i soldi …………

  13. Scritto da basta!

    E’ ora di finirla di fare la cassa di comodo!!! Le aziende ne stanno aproffittando, possibile non ci sia nessuno che controlli l’andazzo?
    Ci sono aziende che sono in cassa integrazione e alcuni dipendenti fanno le straordinarie, una di queste è quella del vicepresidente di confindustria! E’ una vergogna tutta italiana.