BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via Fara, la svolta della Giunta: progetto da ridimensionare fotogallery

La squadra di Tentorio non perde tempo. Bergamo Parcheggi si ?? vista recapitare una richiesta ufficiale ben precisa e dovr?? formulare alcune ipotesi per il ridimensionamento del parcheggio della discordia, colpito da una frana.

Più informazioni su

La Giunta Tentorio non perde tempo. A pochi giorni dall’insediamento il sindaco e l’assessore alla Mobilità, nonché vicesindaco, Gianfranco Ceci, hanno incontrato i rappresentanti di Bergamo Parcheggi, la composita società (include anche l’Atb) che nell’estate 2008 ha dato il via ai lavori per il mega parcheggio sotto l’ex Parco Faunistico, in base ad una convenzione siglata con l’Amministrazione Bruni, dopo la revisione degli accordi precedenti varati da Veneziani.
L’Amministrazione comunale vuol sapere essenzialmente due cose: qual è lo stato di sicurezza del cantiere, fermo da diversi mesi dopo il vistoso smottamento del 31 dicembre 2008 di una parete di contenimento sotto il bastione della Rocca; e soprattutto quali e quante siano le possibilità di rivisitare il progetto originario ritenuto troppo invasivo e forse causa, per le sue dimensioni, dei danni che si sono verificati (opinione, quest’ultima, anche dei residenti di via Fara).
La soluzione del parcheggio sotto l’ex parco faunistico, varato dall’Amministrazione Veneziani, è considerata una vera e propria spina nel fianco dal sindaco Tentorio e dal suo vice. E la richiesta di rivisitazione del progetto, alla quale dovrà seguire una risposta dettagliata di Bergamo Parcheggi, va in un senso solo: ridimensionare, rendere meno invasivo e soprattutto concedere più posti auto (dei 460 previsti nella struttura interrata) ai residenti per evitare che la circolazione dei residenti resti un problema, almeno su quel fronte di Città Alta.
Le carte in tavola vanno quindi cambiate, nell’interesse del Comune e della compagine societaria, che include nomi non da poco, rimasti scottati dalla frana nel bel mezzo del cantiere: Luigi Cividini Spa, Locatelli di Grumello, Atb e Parcheggi Italia di Milano, con sede operativa a Bolzano).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefano ferri

    premesso che non sono un ricco ma solo un residente di città alta, dico la mia: ripristinate gli alberi, il verde e il laghetto sotto la Rocca. I parcheggi, per residenti o meno, vanno fatti altrove (e magari non a 1400 euro l’anno di affitto che io non pagherei mai..). Per città alta la nuova amministrazione potenzi i mezzi pubblici, ascensori interni alle mura etc. Accantonate i megaparcheggi please. Chi lo fa lo fa, non mi formalizzo che siate di destra o sinistra E’ una cosa sana per tutti.

  2. Scritto da per la precisione

    @orestolo: guarda che il parcheggio è alla fara ma al suo interno è previsto un escensore per portare nella città vecchia …

  3. Scritto da ric

    antonio, non credo che l’impresa abbia possibilità di fare causa al comune… semmai è meglio che sistemi le cose al più presto e bene, o di soldi dovrà pagarne parecchi…

  4. Scritto da orestolo

    Caro simone io abito vicino a piazza mascheroni e parcheggiare alla fara non sarebbe comodo, poi il posto auto è in affitto. Io sarei per rilasciare al massimo due permessi auto per nucleo famigliare, e chi non è residente ma lavora in città alta debba usufruire dei servizi pubblici ( potenziati) e di parcheggi magari più periferici e convenzionati. Certo liberare le piazze sarebbe più bello per tutti, si potrebbero usare i parcheggi sulle mura per i residenti ( sono 5.000 i residenti in città).

  5. Scritto da Takunda

    e bravo Tintoretto…

  6. Scritto da michela

    bene ridimensionare il parcheggio e renderlo più compatibile con l’ambiente ma i posti non vanno dati ai residenti che hanno già la grande fortuna di abitare in un posto del genere. Città Alta è anche di chi questo lusso non ce l’ha e deve prendere la macchina per andarsela a guardare!

  7. Scritto da orestolo

    Dici bene Michela, il parcheggio non ci vorrebbe proprio ma più Bus navetta anche di notte per portare le persone dai giganteschi parcheggi del centro, sempre vuoti in città alta. Nella speranza che questa parte di bergamo non si spopoli ancora di più, ad uso e consumo di turisti ( ben vengano) e commercianti ( un pò meno) che la stanno riducendo ad una vetrina senza anima. La peggiore amministrazione per città alta è stata quella di Veneziani (parcheggio, orologio astro., illuminazione mura).

  8. Scritto da paolo

    finalmente una politica dei fatti. bene così!

  9. Scritto da simone paganoni

    E no Michela..i posti devo essere SOLO per i residenti così si libera città alta (Colle Aperto, piazza Mascheroni, piazza Cittadella e vie laterali) dalle auto (pochissime case hanno il garage e solo i ricchi possono permettersi di costruirsene uno sotto casa) e si potrà ammirarla libera come è giusto ammirare simili gioielli. I turisti salgano a piedi, in autobus, in funicolare ma lascino “respirare” città alta e si restituisca a questo borgo il suo antico fascino
    P.S. non abito in città alta

  10. Scritto da angiullacc

    A Bergamo si fanno solo piccole cose, i grandi progetti si fanno da altre parti. Come può in genere la gente di quartiere valutare cose che solo i tecnici del settore sanno fare o dovrebbero saper fare? Solo le informazioni chiare, le assicurazioni del caso e le conseguenti responsabilità servono.

  11. Scritto da Antonio

    L’intervento di Michela ben chirisce la polvere che ha certa gente nel cervello, e poi Tentorio se era cosi contrario perchè lo ha approvato quando era vicesindaco di Veneziani, del senno di poi sono pieni….

    Ps: sto ridimensionamento quasi certamente scatenerà una causa, quanto costerà alla città?