BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Minaccia l’esplosione in casa, bloccato dopo lunga trattativa

Quasi cinque ore di confronto con i carabinieri, per far desistere un cinquantenne disoccupato dal suo piano suicidia: fare esplodere una bombola del gas tenendo in casa i due figli di tre e quattro anni. In piena notte l'uomo è stato bloccato da un militare in borghese.

Più informazioni su

Quasi cinque ore di trattativa, dalle 21 alle due di notte del 6 luglio, per convincere un uomo di 50 anni a desistere dal suo piano suicida: voleva far esplodere l’abitazione dando fuoco alla bombola del gas, tenendo i propri bimbi al suo fianco. Per fortuna, per i piccoli e per lui stesso, un carabiniere è riuscito a bloccarlo, approfittando di un momento di distrazione. Tutto è accaduto a Villa d’Adda, in via Ludrini. Il disoccupato, C. P., 50 anni, si è blindato nella sua villetta a schiera, con i due bimbi di 3 e 4 anni, mentre la moglie era ricoverata in ospedale. Si è fatto notare dai vicini, che hanno chiamato i carabinieri. I militari sono intervenuti sul posto con più di dieci uomini, coordinati dal capitano Filippo Bentivogli, comandante della compagnia di Zogno, che ha avviato la trattativa con il cinquantenne: l’ufficiale parlava dalla strada e il residente rispondeva dalla finestra. Nel frattempo i vigili del fuoco, giunti sul posto da Bergamo e Zogno con più mezzi, hanno fatto evacuare una decina di famiglie dalle villette a schiera adiacenti e chiuso gli impianti del gas in quelle abitazioni, seguendo il protocollo di sicurezza.

Sul posto è intervenuto anche il sindaco di Villa d’Adda Aldevalda Carsaniga e un medico di base del paese. Intanto è proseguita la trattativa tra i carabinieri e C. P.: il dialogo è andato avanti fino alle due di notte, quando il padrone di casa è rimasto per troppo tempo alla finestra senza notare che un carabiniere in borghese stava entrando nell’abitazione. L’uomo è stato bloccato pochi minuti dopo, mentre si trovava vicino alla bombola del gas, con un accendino in mano. E’ stato denunciato per tentata strage.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.