BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campagnola, parchi chiusi causa intoppi burocratici

Il 30 giugno nel quartiere, ma anche a Boccaleone e Celadina, ?? scaduta la gestione provvisoria affidata ad alcune associazioni. L'ex presidente di Circoscrizione Degna Milesi: "Il Comune doveva provvedere per tempo e a quanto pare non l'ha fatto. Gli spazi pubblici custoditi sono chiusi".

Più informazioni su

Chiuso per mancato affidamento della gestione: non sono le parole scritte su un cartello fuori da alcuni parchi cittadini, ma poco ci manca. Il grido di allarme arriva dalla storica ed ex presidente della fu Sesta Circoscrizione, Degna Milesi, che indica uno a uno i parchi che dal I luglio sono completamente chiusi al pubblico: due a Campagnola e tre a Boccaleone; altri cinque, a Celadina, sono prossimi alla chiusura. Perché? Secondo Degna Milesi è tutta colpa del nuovo regolamento delle Circoscrizioni, approvato dalla precedente Amministrazione, che toglie ai parlamentini le competenze in materia di gestione del verde (e di altro). “Regolamento al quale non è ancora seguito, da parte del Comune, l’affidamento di un nuovo incarico per la gestione dei parchi – ribadisce l’ex presidente -. Ma la cosa più grave è che fin da dicembre si sapeva di questa prospettiva. Eppure non ci si è mossi per tempo”. Poco prima di Natale, sapendo che il 31 dicembre sarebbe scaduto l’affidamento della gestione dei parchi ad alcune associazioni, “avevo scritto ai dirigenti competenti in Comune e ottenuto una proroga fino al 31 marzo – spiega Degna Milesi -. A Campagnola gestiva tutto l’Ana, a Boccaleone e Celadina i centri anziani dei quartieri. In tutto 9 mila euro all’anno, per aprire, chiudere e gestire dieci parchi. A fine marzo ho riscritto al Comune e ottenuto una proroga fino al 30 giugno. Scaduta quella i parchi sono da chiudere e così sia, nonostante in Comune si sapesse benissimo che serviva un nuovo incarico”. Pur volendo, a sentire l’ex presidente, le associazioni che volessero farsi carico della gestione non potrebbero intervenire, mancando l’atto comunale di affidamento dell’incarico. E in via Val D’Ossola (lungo via per Orio, a Campagnola) un gruppo di ragazzi sconsolato guarda il parco chiuso e si mette in cerca di uno spazio, con pallone al seguito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberico

    lo sport dell’estate sarà dichiarare “è colpa di Bruni, è l’eredità negativa di Bruni, non ci sono soldi li ha spesi Bruni, ecc”, come un mantra salvifico. Un po’ come Berlusconi con Prodi.
    Ora, passato un mese esatto dalle elezione, i cartelloni elettorali sono ancora lì, i lavori in corso sono rallentati (notare il rondò di Longuelo, quasi finito ora bloccato con code annesse) e via dicendo. I parchi chiusi?? Se Tentorio ha come priorità la loro apertura finanzi subito le nuove convenzioni.

  2. Scritto da gian marco

    beh Alberigo.. secondo te è colpa di chi?
    questo è un tipico esempio di disservizio lasciato dalla giunta precedente.. e non puoi pretendere la nuova si attivi su tutto in una settimana o due, ci sono tempi tecnici!! A parole siam tutti bravi vero..

  3. Scritto da bocagliù

    E chi ci smena alla fine siamo sempre noi cittadini…in Boccaleone oltretutto è chiuso il passaggio pedonale che collega le due parti del quartiere, un problema non da poco x chi ci abita!!! Aumenta così il rischio x le persone (soprattutto giovani)che x recarsi all’oratorio o a divertirsi devono percorrere le strade già troppo trafficate.
    Ancora una volta grazie a Bruni e amici x quest’ultimo regalo che ci avete lasciato!