BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Controlli antispaccio e anticlandestini: 4 arresti

I carabinieri di Urgnano hanno localizzato a Cologno al Serio un marocchino colpito da un ordine di carcerazione per scontare 2 anni e 2 mesi di reclusione per stupefacenti. Sono state poi arrestate altre 3 persone per violazione della legge Bossi-Fini.

Più informazioni su

Nell’ambito dell’area della Compagnia di Treviglio è stato svolto un servizio di controllo straordinario del territorio iniziato venerdì sera, 3 luglio, e terminato nella notte tra sabato 4 e domenica 5.
Scopo del servizio è stato quello di controllare diversi obiettivi ritenuti sensibili per il fenomeno dello spaccio delle sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina. I controlli hanno riguardato l’area di Zingonia dove i carabinieri si sono concentrati a Via Monaco e Via Bologna di Ciserano e a Piazza Affari di Verdellino, è stato poi controllato il bar “Bounty” di Brembate, dove sono stati trovati diversi stranieri senza documenti. I carabinieri della Stazione di Urgnano, nel frattempo, hanno localizzato a Cologno al Serio N.S. del ’78, un marocchino colpito da un ordine di carcerazione per scontare 2 anni e 2 mesi di reclusione per stupefacenti. Sono state poi arrestate altre 3 persone per violazione della legge Bossi-Fini: S.S. pakistano del 85’ (arrestato dai militari di Caravaggio a Misano), B.K. marocchino del 83’ e M.D. tunisino del 77’ (arrestati dai militari di Brembate e Martinengo a Zingonia). A Zingonia e precisamente nelle torri Anna di Ciserano sono state effettuate delle perquisizioni alla ricerca di stupefacenti e sono stati denunciati a piede libero due cittadini tunisini per spaccio di stupefacenti. In caserma, oltre alle persone arrestate, sono state accompagnate altre nove persone straniere e prive di documenti che sono state accompagnate in Questura, uno di questi è stato espulso dal territorio dello Stato e accompagnato alla frontiera, gli altri sono stati invitati ad abbandonare il territorio dello Stato e gli sono stati notificati dei decreti di Espulsione. Complessivamente per l’esecuzione del servizio sono stati impiegati 30 carabinieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.