BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calderoli: no alla sanatoria sulle badanti

Il ministro bergamasco: "E' ora di finirla con l'idea che questo sia il Paese del 'fatta la legge, trovato l'inganno'. La proposta di Giovanardi sulle colf e le badanti non e' altro che una sanatoria. Sanatorie non se ne possono fare"

Più informazioni su

"E’ ora di finirla con l’idea che questo sia il Paese del ‘fatta la legge, trovato l’inganno’. La proposta di Giovanardi sulle colf e le badanti non e’ altro che una sanatoria, peraltro gia’ realizzata nei fatti nel 2002 e poi con l’approvazione, da parte del governo Prodi, delle quote di flussi superiori al numero delle domande. Sanatorie non se ne possono fare, non solo per scelta, ma anche perchè le stesse sono state vietate dal ‘Patto europeo per l’immigrazione ed il diritto di asilo’ approvato all’unanimita’ dal Consiglio Europeo nell’ottobre 2008 su proposta di Sarkozy". Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, ministro per la Semplificazione Normativa e Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord.
Il bergamasco Calderoli replica così seccamente alla proposta del sottosegretario Carlo Giovanardi rivolta ai problemi che il pacchetto sicurezza crea a tutti quei clandestini che non hanno il permesso di soggiorno ma hanno un lavoro e per le famiglie che li hanno assunti, soprattutto come colf o badanti. Carlo Giovanardi ha infatti sollecitato la regolarizzazione degli extracomunitari in queste condizioni. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla famiglia ha chiesto un provvedimento d’urgenza simile alla regolarizzazione attuata nel 2002 (prima dell’entrata in vigore della legge Bossi-Fini). La richiesta arriva dopo le pesanti critiche mosse al provvedimento dalla Chiesa. L’obiettivo primario è gestire l’emergenza di colf e badanti – circa mezzo milione di persone ora in Italia, che si troverebbero ‘fuori-legge’- e rendere più efficaci le nuove norme varate dal Parlamento.
Giovanardi aveva precisato che non si tratta di una sanatoria, perché non indiscriminata ma rivolta ai cittadini extracomunitari già in Italia e il cui datore di lavoro sia disponibile ad assumerli e quindi regolarizzarli. "Le nuove norme sulla sicurezza – ha spiegato il sottosegretario – saranno efficaci soltanto se accompagnate da un provvedimento indirizzato agli extracomunitari già in Italia con un rapporto di lavoro in essere che non possono trasformare in contratto di lavoro in quanto irregolari. Come responsabile delle politiche familiari di questo governo, chiedo al presidente del Consiglio di mettere all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri un provvedimento d’urgenza, come quello che funzionò benissimo nel secondo governo Berlusconi, soprattutto per quanto riguarda l’emergenza colf e badanti".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Cara marilena .intelligenti si nasce istruiti si diventa e il110 di Calderoli non significa nulla se non hai dei principi etici .E’ troppo facile prendersela con i più deboli quando il reddito è di 15000 euro al mese .Certi pensionati prendono questa cifra in 2 anni ,come possono permettersi di mettere in regola chi li assiste?Quanti parlamentari non pagano i contributi ai loro portaborse ?Eppure se lo potrebbero permettere.Molti hanno anche più incarichi (Pirovano,Salvini,ecc.)

  2. Scritto da corti-novis

    Marilena ha toccato il cuore del problema…chi si ricorda quando calderoli si scagliavacontro la curia di bergamo con frasi offensive e la difesa siccome calderoli non è un comunista ma andava bene per gli interessi della chiesa la difesa era molto blanda, ora comwe il Vaticano arriva tardi per comprendere l’errore di non averli fermati sul piano culturale. in un ospedale di ìMilano i parenti degli ammalati sono in cerca di infermiere extracomunitarie perchè quelle doc nazionali non ce ne sono

  3. Scritto da csw

    Una modesta proposta : permettere la sanatoria per le badanti solo se il datore di lavoro è certificato invalido al 100% con relativa indennità di accompagnamento.

  4. Scritto da fabio

    Regolarizzare le badanti vorrebbe dire :” Ok vieni in Italia che mi servi, nn ti pago i contributi e io risparmio”.Carina la cosa. E poi ci lamentiamo del lavoro in nero nell’edilizia etc etc. Vogliamo regolarizzare le badanti?Non c’è problema.Basta versare tutti i contributi degli anni precedenti.

  5. Scritto da Anti-Lega

    Basta fette di salame sugli occhi! Oggi in Italia il numero di badanti è elevatissimo. Non credete che proibire la sanatoria significhi a tutti gli effetti alimentare il mercato del lavoro nero?
    Ah, sì, dimenticavo. è proprio questo l’obiettivo di fondo della Lega!

  6. Scritto da Alfredo

    Per mia mamma aspetto che Calderoli la venga assistere personalmente, visto che a parte la badante nessuno vuole farlo e Formigoni e la Lega hanno smantellato la sanità pubblica in Lombardia.

  7. Scritto da gualtiero

    ma quando Calderoli passa davanti alla Motorizzazzione di Bergamo, dove le badanti hanno organizzato il loro servizio di trasporti con il paese d’origine, il tutto in maniera limpida e visibile, con tanto di vigili che regolano il traffico … ecco!, il nostro prode e irreprensibile Calderoli cosa guarda?… perchè non avverte Maroni per controllare i documenti ? … paura forse di sollevare un enorme vespaio?… e la coerenza dove è ? … ma a Roma cosa fa, allora?

  8. Scritto da ex elettore

    Alfredo se la badante di tua madre è in regola che problema c’è, se non lo fosse il problema è solo tuo, in ogni caso quello che dovrebbe occuparsi di tua madre sei tu.

  9. Scritto da ex elettore

    A Anti lega guarda che 9 su 10 il lavoro di badante lo fanno in nero.

  10. Scritto da ex elettore

    Certo se penso a tutti i pregiudicati seduti in parlamento, e poi a tutti i portaborse pagati profumatamente coni i soldi dei contribuenti, che “lavorano” in nero per i fidanzatini o maritini al governo…….. lasciamo perdere signori ognuno di noi difende solo il proprio interesse economico sia che faccia l’operaio impiegato dirigente politico, il bene collettivo non gli frega a nessuno.

  11. Scritto da ex elettore

    Caro Giovanardi facciamo cosi’ se io ho un’azienda con dieci dipendenti li pago tutti in nero, per lei è una cosa normale? Vergognatevi, con il bonismo avete messo il paese allo sbando

  12. Scritto da cecco

    i veri “delinquenti” siete voi, che prendete l’indennità e poi pagate in nero, opuure sempre voi che prendete una badante invece che curare i vostri genitori/nonni come si è sempre fatto per secoli e secoli.. ma no, ora è più comodo lasciarlo ad un’estraneo e lamentarsi (sport nazionale) sempre gli altri devono risolvere i vostri “prolemi”..
    ma forse è meglio andare a lavorare permettersi la macchina nuova, cellulare, internet, vestirti e lasciare l’anziano ad altri.. e poi si definiscono di sx

  13. Scritto da Anti-Lega

    Caro ex-elettore, certo che 9 su 10 sono costrette a lavorare in nero! E la sanatoria servirebbe a dare loro l’opportunità di regolarizzarsi, ma questo va contro l’interesse del governo di favorire ed incrementare il lavoro nero! Caro Cecco. Sicuro di riuscire a provvedere alle cure di un nonno malato di Alzheimer sposato con una signora di 80 anni che riceve 500 euro al mese tra indennità e pensione e allo stesso tempo lavorare e provvedere al mantenimento della tua famiglia? A Superman!

  14. Scritto da a.r.

    Ma quanti inutili BLA BLA BLA BLA da parte di tutti gli sconfitti di sinistra!!! Se l’Italia è così la colpa è solo vostra! Ora DOVETE stare a guardare e accettare le decisioni di questo governo! Magari saranno anche sbagliate eticamente ma forse daranno più risutati delle precedenti prese da voi!

  15. Scritto da Marco

    Buon giorno
    io ho una badante extracomunitaria clandestina che assiste mio padre paralizzato (deve essere imboccato, cambiato ecc.) ed un fratello disabile….3 anni fa ho fatto domanda per ricoverare in un centro anziani il papa ed in un centro per disabili il fratello e purtroppo non c’è posto. Ditemi che posso fare. L’ unica soluzione è sospendere le terapie e l’ alimentazione per tutti in modo che il buon dio possa provvedere. saluto

  16. Scritto da corti-novis

    Cecco dici …. curare i vostri genitori/nonni come si è sempre fatto per secoli e secoli.. è vero sarebbe l’ottimo ha livello affettivo ma nel 2009 le condizioni sono cambiate e si deve lavorare in due sostenere la famiglia di tre figli, sul lavoro è difficile prendere i permessi perchè quando servi tutto bene, quando chiedi per te la porta di uscita di fan vedere… una volta si viveva insieme più famiglie e si dava un’aiuto ..ora ognuno pensa per se e difficile accusare di abbandono..

  17. Scritto da Marco

    caro cecco ti auguro di non avere familiari e genitori gravemente disabili bisognosi di assistenza…..(magari non uno ma due come me!) giorno e notte e poi vediamo come te la cavi.

  18. Scritto da geronimo

    A tutti i benpensanti solidali e accoglienti, chiediamo a Spagna, Grecia, Svizzera o Australia come hanno risolto il problema della badanti poi vediamo se ci si “indigna” allo stesso modo.
    E’ ora di finirla con il buonismo, sono un pendolare, sono stufo di vedere un giorno si e uno no extracomunitari senza biglietto e senza documenti che pretendono di non scendere dal treno o di non pagare la multa.
    Basta buonismo e’ ora di finirla, c’e’ la legge la si faccia rispettare.

  19. Scritto da corti-novis

    Geronimo il mondo non è racchiuso solo sul treno o in via Quarenghi o Zingonia, guarda il grande spazio che intorno a te che succede e lo vedrai in un’altra maniera, i casi sono al limiti e non rispecchiano la realtà che fanno vedere in televisione. apriamo la mente e il cuore e non la pura che abbiamo dentro.

  20. Scritto da wka

    forse prima di regolarizzarle sarebbe opportuno che sia le badanti che il datore di lavoro paghino allo stato una bella multa pari ai contributi non versati e aggiungendo anche una bella somma per truffa ai danni dello stato,poi eventualmente invece di espellere la badante in questione la persona puo avere ancora possibolita di assumerla altrimenti largo allle o agli italiani.

  21. Scritto da marilena

    500.000 badanti? Sì, del sesso e della droga. Ancora una volta calderoli si qualifica per quello che è: offende tutte le donne con la solita maleducazione e volgarità. Nella sua biografia c’è scritto che si è laureato con centodieci e lode, evidentemente la cultura scolastica non basta a rendere le persone intelligenti!

  22. Scritto da ex elettore

    Basta anche con i condoni fiscali, con gli scudi fiscali, coi condoni edilizi etc etc
    Speriamo passi la censura.

  23. Scritto da marilena

    Basta leggere la risposta del direttore de l’eco di bergamo ad un lettore perplesso per gli incarichi alla morosa di stucchi e al futuro genero di pirovano per capire come mai la lega a bergamo e provincia ha preso tanti voti. Ongis si arrampica sui vetri pur di non rispondere contro la lega: un cristiano fervente non dovrebbe comportarsi così. Da anni questa è la linea de l’eco e i risultati si vedono.

  24. Scritto da gigi

    Quante badanti troveremo clandestine a Bergamo? I nostri anziani costretti ad essere favoreggiatori perchè l’Italia non garantisce uno stato sociale all’altezza di un paese civile. Le pensioni della maggior parte di loro non consente di pagare i contributi alle badanti e meno ancora di entrare in strutture protette .Calderoli dovrebbe riflettere….Date la caccia ai grandi evasori e non ai poveri cristi che sono costretti a farsi assistere dalle badanti clandestine per necessità .

  25. Scritto da Tiziano Trivella

    Peccato che la Padania non esista, altrimenti questa volta verrebbero cacciati a calci da Roma (ladrona) anche i parlamentari e i ministri clandestini e stranieri della Lega (stranieri in quanto padani, clandestini perchè non sarebbero mai arrivati lì senza la barca di Berlusconi).
    Ma ormai sono incollati alle poltrone peggio di certi politici di infausta memoria e non gridano più “Roma ladrona” perché si tirerebbero la zappa sui piedi… e sul portafoglio…

  26. Scritto da SENDER

    Ministro Calderioli, sono assolutamente d’accordo con lei ! basta con le leggi beffa è l’ora che non si pensi come l’Italia come un paese in cui ognuno possa fare quelolo che vuole dato che prima o poi ci sarà un condono oppure la legge verrà modificata oppure ancora con un buon avvocato si può trovare un cavillo al quale appellarsi…

  27. Scritto da ok giov

    ha ragione giovanardi, calderoli è sono un leghista che parla per dare aria ai polmoni

  28. Scritto da carlo

    ma la badante di calderoli è in regola ??