BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al risparmio più del solito le vacanze dei giovani

Lo dice l’indagine Swg-Confesercenti: sono 3,6 milioni i giovani dai 18 ai 24 anni pronti a partire per le località turistiche ma uno su quattro “confessa” che la recessione si fa sentire e spenderà meno

Più informazioni su

Sono 3,6 milioni i giovani dai 18 ai 24 anni che sono pronti a partire per le località turistiche ma fra di loro uno su quattro “confessa” che la recessione si fa sentire e quindi spenderà meno. Secondo l’indagine Swg-Confesercenti la percentuale di giovani dai 18 ai 24 anni in vacanza nell’estate del 2009 è superiore alla media (circa l’83%, ovvero quattro punti superiore alla media generale), ma è anche più alta la quota di giovani (un 25% contro una media complessiva del 21% ) che ammette di dover spendere meno a causa della crisi. Di conseguenza la spesa media messa in campo è di 596 euro a persona, inferiore di ben 350 euro rispetto alla media totale (946 euro).

Complessivamente i più giovani spenderanno 2,1 miliardi di euro. In ogni caso quando si tratta di “tintarella” i giovani “staccano” i vacanzieri delle altre classi di età: alla ricerca dell’abbronzatura si dedica il 32,8% contro solo un 20,3% della media generale del sondaggio. Ed i giovani restano comunque “campioni” indiscussi della caccia al divertimento: in questo caso il divario è schiacciante( 69,2% contro il 28,6%). Socializzare, divertirsi, risparmiare: ecco perché il 23% si fa affascinare dalle città d’arte (contro un generale 17,7%), il 20% punta quest’estate sulle grandi metropoli (media generale: solo 7,7%). Meno entusiasmo suscitano montagna (9,1% contro il 16,3%) e campagna (2,8% contro l’8,7%). Inoltre il 28% si fa attrarre da nuove conoscenze (contro il 19,7%) ed il 21% alloggerà presso amici e parenti (medita totale: 13%).

Ed ancora: la dimestichezza con internet li aiuta a organizzarsi il viaggio da soli. Così si comporta il 56,8% contro una media del 43,5%. E se proprio i soldi scarseggiano, niente paura: molti giovani sono pronti a cucinare da soli il proprio pranzo superando anche gli adulti (29% contro una media complessiva del 27%). Anche nella scelta del mese preferito i giovani fino ai 24 anni sopravanzano tutti gli altri: agosto è il periodo preferito ed è scelto dal 71% di loro contro una media generale del 53,3%. Estate vuol dire per i più giovani anche “prendere il volo” per visitare luoghi lontani. Infatti molti di loro esprimono una netta preferenza per l’aereo (43% contro una media generale del 22,2%) magari utilizzando in ogni modo le opportunità di offerte promozionali ed il low cost.

Con l’aereo si può puntare anche verso mete lontane, uscire dal proprio “guscio”: ecco allora che il il 32,3% (contro il 24% generale) va alla conquista dell’Europa mentre il 9% dei giovani fra i 18 e i 24 anni intervistati punta verso gli Stati Uniti (il triplo della media che tocca appena il 3,4% del campione). E c’è anche un 6% che fa rotta verso l’Africa (media generale: 2%). E’ forte l’attrazione fra i più giovani anche per gli aspetti del folklore e le visite a scopo culturale, ma senza disdegnare neppure la buona cucina dove però sono sopravanzati dagli adulti (22% contro il 29%). Buona anche la preferenza per le vacanze verdi che conquistano un 10% di giovani (un punto in più della media generale).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.