BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sgarbi benedice il Festival del cinema d’arte

Presentata l'ottava edizione della rassegna che vedr?? trenta opere in gara. Via luned?? 13 luglio.

Più informazioni su

Si è tenuta oggi, venerdì 3 luglio, presso la Sede Territoriale di Bergamo della Regione Lombardia, la conferenza stampa di presentazione della ottava edizione del “Festival Internazionale del Cinema d’Arte – Premio Le Mura d’Oro”.
L’evento si propone come un’occasione di confronto e dialogo, in cui l’arte e la cultura si mettono in scena e si esprimono in tutto il loro splendore, diventando protagonisti assoluti di uno spettacolo interamente dedicato a loro.
Massimo Zanello, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, ha ribadito l’importanza di un simile evento per la città di Bergamo, che per nove giorni diviene “capitale” del cinema.
Ha inoltre precisato il ruolo attivo di Regione Lombardia per la promozione della cultura, la valorizzazione del territorio e lo sviluppo della cinematografia: lunedì 13 luglio si terrà infatti l’inaugurazione del nuovo Polo della Cinematografia Lombarda presso l’ex Manifattura Tabacchi in viale Fulvio Testi a Milano, un polo che raggrupperà le numerose professionalità impegnate nel mondo del cinema.
Secondo Giovanni Milesi, Assessore alla Cultura, Spettacoli, Identità e Tradizione della Provincia di Bergamo, la cultura ha un ruolo centrale nella vita cittadina di Bergamo. “Siamo in un periodo di crisi” – ha affermato – “e proprio per questo la cultura può rappresentare una via d’uscita”. L’assessore ha poi ribadito l’importanza di fare sistema a tutti i livelli, di mettere insieme le operatività per fare bene, per fare sempre meglio. Parlare di cultura ma soprattutto di cinema a Bergamo, dove la situazione è sempre stata piuttosto problematica, è già un riscontro più che positivo. 
Presente in sala anche il Presidente della Provincia Ettore Pirovano. Vittorio Sgarbi, Presidente di Giuria, ha sottolineato il piacere di ricoprire questo ruolo per il secondo anno consecutivo e ha ribadito la sua intenzione a essere presente anche nelle prossime edizioni. Un festival che cresce e dimostra sempre di essere all’altezza della situazione. Ha inoltre lanciato un progetto nuovo nato insieme e da condividere con l’Associazione Festival Internazionale del Cinema: si tratta di “Visioni”, festival di cinema religioso che si terrà tra Salemi e Bergamo.
Marco Locatelli, Direttore Artistico del Festival, ha enfatizzato il numero di film pervenuti per i due concorsi di questa edizione, 500 per l’esattezza, da tutto il mondo. Si spazia dagli Stati Uniti alla Malesia, dal Canada alla Tailandia passando per Israele. Film in concorso ma anche tanti appuntamenti collaterali che arricchiranno il programma del festival e in cui si darà la parola a persone che hanno stretta attinenza con il cinema o alle quali si darà vivavoce per conferire spazio e visibilità al mondo cinematografico.
Maria Bellati, Segretario Generale della Fondazione della Comunità Bergamasca, ha espresso tutto il suo consenso e la sua approvazione per il Festival Internazionale del Cinema d’Arte per le possibilità che può offrire al territorio di Bergamo augurandosi che la collaborazione prosegua negli anni.
Trenta i film selezionati dalla Giuria – 12 per il concorso Cinema d’Arte e 18 per Sottoventi –  che si alterneranno a numerosi eventi collaterali volti a celebrare l’arte nelle sue molteplici forme d’espressione. Grande apprezzamento è stato infatti dimostrato per la ricca programmazione di serate speciali che di volta in volta vedranno alternarsi sul palco importanti ospiti che operano in differenti ambiti d’attività: perché lo spirito del Festival è proprio questo, ovvero offrire una visione completa a 360° sull’arte, la cultura e il cinema senza tralasciare i loro legami con il quotidiano e l’attualità.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.