BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mercato Atalanta, il puzzle ?? quasi completo

Il calciomercato estivo non ?? ancora concluso, anche se il grosso delle trattative dovrebbe essere gi?? andato in porto. E per l???Atalanta ormai prossima al ritiro precampionato, soprattutto dopo il ???colpo??? Acquafresca, la nuova stagione si prospetta intrigante.

Più informazioni su

Il calciomercato estivo non è ancora concluso, anche se il grosso delle trattative dovrebbe essere già andato in porto. E per l’Atalanta ormai prossima al ritiro precampionato (partenza per Brentonico domenica 12), soprattutto dopo il “colpo” Acquafresca, la nuova stagione si prospetta decisamente intrigante. Con un quesito a riempire la testa di appassionati ed addetti ai lavori: come si sistemerà in campo l’undici del neo mister Gregucci?
Il 4-4-1-1 di Del Neri, pronto a trasbordare il proprio credo calcistico sul naviglio della Samp con Cassano sulla tolda di comando, contava su due pedine insostituibili: Doni ad inventare sulla trequarti e Floccari a finalizzare, reggendo sulle spalle il peso di tutto il reparto avanzato. Dei due è rimasto solo l’ormai trentaseienne capitano, teoricamente abile e arruolato nonostante gli acciacchi. Ma a rinforzare l’attacco, oltre al big Acquafresca (in prestito oneroso dal Genoa: 1,5 milioni), è arrivato anche Tiribocchi. Una prima linea teoricamente bene assortita, poiché i due per attitudini e caratteristiche si completano: alto, segaligno, tecnico e veloce il torinese di mamma polacca, robusto e dinamico il romano, abile come sfondatore ma in grado di giostrare come spalla al servizio del nuovo fenomeno del calcio nazionale. Con un patrimonio tecnico simile, senza contare che sul cicciobello di Fiumicino (originario di Colleferro) il front office atalantino fa un tale affidamento da avergli ammollato un triennale, giocare con un modulo delneriano sembrerebbe un delitto.
Il parco attaccanti non è peraltro infinito, considerato che i 198 centrimetri di Plasmati paiono persi: il carrarmato lucano è a tutt’oggi tornato ufficialmente a Catania per fine prestito, visto che Carlo Osti non s’è deciso a sborsare il milione e mezzo di euro necessari per riscattarne il cartellino. Defendi, ormai un esterno di centrocampo, potrebbe essere chiuso dall’altro neo arrivo Nick Madonna ed è dato in partenza per Lecce (in cambio del portiere Benussi). Perso Meggiorini, che il Genoa ha girato in comproprietà al Bari, per il direttore sportivo di Zingonia rimane aperta la strada che porta a Francesco Ruopolo, capocannoniere dell’AlbinoLeffe. Ma il vero problema risiede forse più dietro: Cigarini se n’è andato al Napoli, lasciando un buco in regia. Potrebbe arrivare dalla Juve l’argentino Almiron, o il brasiliano della Reggina Edgar Barreto. Altrimenti, senza un meneur-de-jeu, le alternative si conterebbero sulle dita di una mano: o Doni arretra sulla linea mediana a dare man forte a Pinto, Guarente e Padoin (ma Gregucci ha già detto che lo considera una punta), oppure resta a metà tra le due fasce del campo. L’incognita, a questo punto, sarebbe legata al numero di cacciatori di gol sotto la rete avversaria. Ma del resto chi siede in panchina, a Vicenza, ha spesso proposto un 4-3-1-2 pronto ad evolversi in 4-3-3 in fase di possesso: e nessuno potrà mai credere che il vecchio capitano non sia in grado di assumersi le responsabilità di un Botta o di uno Sgrigna qualsiasi, agendo da supporto a due attaccanti certamente più forti di Bjelanovic e Serafini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.