BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Corte dei Conti promuove i bilanci della sanità lombarda

La Corte ha confermato il fatto che Regione Lombardia è, ormai da anni, tra le pochissime Regioni ad avere il bilancio in pareggio. E' il dato saliente che emerge dalle relazioni sul "pre-consuntivo" 2008.

Più informazioni su

Sanità e bilancio di Regione Lombardia promossi dalla Corte dei Conti. E’ il dato saliente che emerge dalle relazioni sul "pre-consuntivo" 2008 presentate questa mattina nella sala delle udienze di via Marina dai magistrati contabili, presieduti da Nicola Mastropasqua, alla presenza dell’assessore alle Risorse finanziarie e bilancio, Romano Colozzi, delegato dal presidente Roberto Formigoni.
Bilancio generale sano e trasparente dunque, così come sano e trasparente è giudicato il bilancio di tutto il sistema sanitario (il capitolo di gran lunga più rilevante dei conti regionali).
"Due in particolare – sottolineano Formigoni e Colozzi – sono i fattori messi in atto o perfezionati da noi nel 2008 decisamente apprezzati dalla Corte, in riferimento soprattutto alla situazione generale di crisi economica: l’ulteriore riduzione della pressione fiscale e la velocizzazione dei tempi di pagamento dei fornitori del sistema sanitario".

IRPEF – La minor pressione fiscale è data dal fatto che la Regione nel 2008 ha diminuito l’aliquota dell’addizionale sull’imposta sulle persone fisiche a carico di coloro che hanno un reddito inferiore ai 30.987,41 euro con l’innalzamento della quota di esenzione sino alla quota di reddito annuo di 15.493,
71 euro.

SANITA‘ – La Corte ha confermato il fatto che Regione Lombardia è, ormai da anni, tra le pochissime Regioni ad avere il bilancio in pareggio. "A fronte di un disavanzo complessivo del sistema sanitario nazionale – sottolinea la relazione della Corte dei Conti – di 3,5 miliardi, la Lombardia ha chiuso il
2008 addirittura con il segno più, precisamente con un attivo di
10,1 milioni".

CONTROLLO COLLABORATIVO – Colozzi, prendendo la parola in conclusione dell’adunanza – ha manifestato poi "piena condivisione di quanto espresso dal Presidente Mastropasqua sull’efficacia della funzione del controllo collaborativo esercitato dalla Sezione della Lombardia, a totale beneficio della buona amministrazione e quindi di tutti i cittadini. Se questo tipo di controllo collaborativo basato sulla trasparenza venisse praticato in tutte le parti del Paese, sarebbe impossibile il verificarsi di quei buchi di bilancio in determinati enti che vengono poi scoperti magari improvvisamente quando ormai hanno messo in crisi i conti pubblici"
D’altra parte, proprio "lo spirito collaborativo venutosi a creare tra la Corte e Regione Lombardia – da detto l’assessore al Bilancio – ha permesso, anche quest’anno, di evidenziare i punti di forza della nostra gestione, così come gli aspetti su cui concentrare le azioni di miglioramento, fornendo quindi utili spunti di riflessione sia al Consiglio regionale – che sarà impegnato nell’esame del Rendiconto 2008 – sia per l’impostazione della manovra di bilancio per il prossimo esercizio, l’ultimo della presente legislatura e su cui si concentreranno gli sforzi di tutta l’Amministrazione finalizzati a completare il raggiungimento degli obiettivi programmati".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo

    Un fatto grave di malaffare di pochi che hanno responsabilità personali imponenti, non può evitare di giungere ad un giudizio sul sistema che è ampiamente positivo

  2. Scritto da Lara

    Certo il bilancio economico è in ordine ma quello sui morti, come al Santa Rita ?
    Il bilancio giudiziario e dell’ordine dei medici come risulta ?

  3. Scritto da angelo

    Bene. Ogni tanto una buona notizia di efficienza in un ambito spesso coinvolto in questioni di malaffare. Brava Regione Lombardia

  4. Scritto da ex elettore

    Se calcoliamo che da fuori Regione vengono in migliaia all’anno a farsi curare negli ospedali Lombardi, bisogna fare un ulteriore plauso a chi gestisce la sanita’.