BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I consiglieri rifiutino le decisioni dei partiti

Il Partito democratico cittadino all’attacco sulle Circoscrizioni. Il Pd non gradisce, in particolare, l’annuncio dei nuovi presidenti di circoscrizione tramite indiscrezioni di stampa, ribadendo che la carica deve essere sancita dall’elezione dei rispettivi consigli circoscrizionali.

Più informazioni su

Il Partito democratico cittadino all’attacco sulle Circoscrizioni. Il Pd non gradisce, in particolare, l’annuncio dei nuovi presidenti di circoscrizione tramite indiscrezioni  di stampa, ribadendo che la carica deve essere sancita dall’elezione dei rispettivi consigli circoscrizionali. “Gli organi di stampa ci comunicano che Pdl e Lega hanno chiuso l’accordo per spartirsi le presidenze delle nuove circoscrizioni – si legge nel comunicato -. Un ottimo modo per valorizzare il territorio ed i consiglieri di circoscrizione. Chiediamo, a questo punto, se e come avverrà la discussione nei consigli di circoscrizione visto che le segreterie cittadine dei partiti hanno già deciso tutto. Battute a parte invitiamo tutti i consiglieri di circoscrizione a non rinunciare al loro ruolo e a cambiare, con un sussulto di dignità, le decisioni già prese eleggendo altri presidenti di Circoscrizione, in base a competenze ed esperienza e non all’appartenenza di partito”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pignolo

    ma cosa scrivete? una coalizione, pdl e lega, ha la maggioranza nelle circoscrizioni e quindi proporra’ un proprio candidato alla presidenza . dove è lo scandalo? tra l’altro i candidati proposti sono quelli che hanno avuto il maggior numero mdi preferenze dagli elettori. dove è la prepotenza?? rimango strabiliato .

  2. Scritto da CESARE

    SE IL VINCITORE DECIDE NON SI TRATTA DI PREPOTENZA.
    NON DIMENTICHIAMO IL COMPORTAMENTODELLA PASSATA GIUNTA COMUNALE.
    CHE I PRESIDENTI DIMOSTRINO DI ESSERE VERAMENTE AL SERVIZIO DELLA COMUNITA’ CIRCOSCRIZIONALE.
    CHE TUTTI SI SENTANO VERAMENTE COINVOLTI NELLE DECISIONI CHE INTERESSANO IL TERRITORIO

  3. Scritto da Strapepp

    Povero PD, a cosa si deve attaccare per far sentire la propria presenza!!!
    Ma questi non sono gli eredi di DC e PCI che si spartivano le zone di influenza in Italia, facendo finta di litigare, per mangiare in santa pace?

  4. Scritto da paoBG

    perdere vi fa impazzire: è sempre stato cosi

  5. Scritto da marilena

    sE QUESTA NON è PREPOTENZA! NON SI ACCONTENTANO MAI, VOGLIONO ANCHE DECIDERE SULLE CIRCOSCRIZIONI SENZA RICORRERE ALL’ELEZIONE DEMOCRATICA. DI COS HANNO PAURA? HANNO VINTO DAPPERTUTTO VINCERANNO ANCHE ADESSO

  6. Scritto da Parsifal

    Denuncia condivisibile, inivito naturalmente utopico, sptt se fatto dalla controparte politica.
    Vedremo nei fatti, come Trotta chiede, se i neoprsidenti sapranno davvero esser voce e mezzo di servizio del territorio. Le spartizioni di potere non esistono, ma solo nelle favole, qualche volta -rarissima- anche nella realtà. Si tratta di vedere per quali casua son fatte.

  7. Scritto da brae

    E’ la classica goccia che forse farà travasare il bicchiere ormai colmo dei comportamenti dei gruppetti di autopotere che vogliono mostrare di essere padroni della città alla faccia dei Bergamaschi.