BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Si criminalizzano i migranti”

La nuova legge porterà «molti dolori e difficoltà» agli immigrati, secondo monsignor Agostino Marchetto, segretario del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti. «La criminalizzazione dei migranti è per me il peccato originale dietro al quale va tutto il resto», afferma il presule.

Più informazioni su

La nuova legge porterà «molti dolori e difficoltà» agli immigrati, secondo monsignor Agostino Marchetto, segretario del Pontificio Consiglio per la pastorale dei migranti. «Anche se si aspettava questa approvazione – afferma al telefono l’Arcivescovo commentando l’ok del Parlamento alla nuova legge – non posso non essere triste e dispiaciuto, con preoccupazioni per la prospettiva che ci si apre dinanzi e a mio avviso porterà molti dolori e difficoltà per persone che, già per il fatto di essere irregolari, si trovano in una situazione di precarietà» . 
Il responsabile vaticano per l’immigrazione, mons. Antonio Maria Vegliò, chiede che non vengano demonizzati o criminalizzati gli stranieri. Nel giorno in cui è stato approvato il pacchetto sulla sicurezza, l’esponente della Santa Sede, in un articolo su "Aggiornamenti Sociali", critica chi vede nell’immigrazione «un’invasione dalla quale bisogna difendersi».
Marchetto da parte sua analizza i vari punti critici della legge appena approvata, a partire dal reato di immigrazione clandestina. «La criminalizzazione dei migranti è per me il peccato originale dietro al quale va tutto il resto», afferma il presule. L’estensione a due a sei mesi della permanenza nei centri di espulsione (Cie) «avrà gravi conseguenze per coloro che saranno detenuti e – afferma Marchetto – poiché in Europa ci sono paesi che prevedono un periodo di detenzione più breve non si può dire che si tratti di un costringimento europeo». Il segretario del dicastero vaticano critica poi l’obbligo di denuncia dei clandestini da parte dei pubblici ufficiali: «Sarà carico di conseguenze», prevede.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lauro

    Come sempre la sinistra…una tragedia per i poveri e per gli stranieri!

  2. Scritto da wka

    scusate la mia non conoscenza ma nella città del vaticano è permessa la clandestinità oppure è un reato?se chiedo l elemosina all entrata delle chiese posso?se fermo la papa-mobile per pulire il cruscotto anche se non c è il semaforo cosa mi succede?se mi fermano e non sono in possesso di nessun documento dove vado a finire?

  3. Scritto da marilena

    IL VATICANO HA GIà PRESO LE DISTANZE DA MARCHETTO. QUESTA CHIESA VA A BRACCETTO CON IL CAVALIERE ANDATE A LEGGERE GLI ARTICOLI SUL SITO DI MICROMEGA E CAPIRETE TANTE COSE

  4. Scritto da corti-novis

    Tropo tardi oramai i buoi sono scappati dalla stalla. si paga l’errore di non aver fermato la lega quando nasceva anche in bergamasca con odio verso i terroni ed contro le tasse, non si è alzato un dito ai quei tempi ed ora paghiamo le conseguenze, mentre io già allora ero in strada ha volantinare contro queste assurde limitazioni. Non si possono mettere pezze con il volontariato che è molto utile ma si doveva fermare l’odio e la cultura contro l’ultimo.

  5. Scritto da a.r.

    Complimenti corti-novis il tuo volantinaggio è servito….AH AH AH!!!
    Come la tua candidatura alle elezioni….SI ci è servita a farci delle grosse risate!! AH AH AH