BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Concerto di Morricone, il luogo scelto ?? stato funzionale”

Ente Fiera Promoberg e Spm Eventi rispondono ai rilievi sollevati da alcuni spettatori che non sono rimasti soddisfatti dall'esibizione del maestro andata in scena la scorsa settimana nell'arena estiva della nuova fiera di via Lunga.

Dopo le critiche sul concerto di Ennio Morricone Ente Fiera Promoberg ed Spm Eventi intervengono per fornire spiegazioni e chiarimenti. 

Sono anni che a Bergamo viene lamentata l’assenza di spettacoli e di intrattenimenti di un certo tipo. Si tratta di una lacuna principalmente imputabile alla mancanza di grandi spazi che possano supportare da un punto di vista logistico l’organizzazione di eventi di un certo calibro, tali peraltro che ne possano consentire un rientro economico accettabile per gli organizzatori. 
L’individuazione di uno spazio idoneo, – per parcheggi, servizi  e sicurezza per il pubblico – quale quello della Fiera ha consentito già lo scorso anno di approntare alcuni concerti (Antonello Venditti in Tour con 4 mila presenze oltre al musical “High School Musical”) rivelandosi perfettamente funzionale all’uopo. 
Per quanto, nello specifico, riguarda il concerto di Morricone, va da sè che uno spazio al chiuso (un teatro, ad esempio, e magari con prezzi non proprio “popolari”) fosse da ritenersi una soluzione migliore, ma va detto che l’agenzia che ha curato la data bergamasca (la HAROLD & MAUDE di Milano) e il Maestro erano perfettamente a conoscenza degli spazi e degli allestimenti  dove si sarebbe tenuta l’esibizione e questi elementi non sono stati preclusivi per l’approntamento dello spettacolo (ivi compresa la centrale elettrica e la ferrovia). Tant’è che lo stesso M° Morricone, con il quale si è chiacchierato alla fine del concerto, non ha avuto alcuna perplessità al riguardo, semmai ha spiegato il mancato bis in quanto non ha valutato così alta la richiesta dello stesso. 
Quelle che sono andate deluse sono state, invece, le aspettative di vendita dello spettacolo: dal preventivato sbigliettamento di 6.000 unità si è arrivati a 3.500 con innegabili ricadute sull’organizzazione che ha visto la necessaria riduzione dello spazio in 4 settori. L’eliminazione delle tribune può aver impoverito il contesto scenografico ma ha avvantaggiato gli spettatori degli ultimi settori che si sono avvicinati di 35 mt. verso il palco. 
La “custodia” dei settori era affidata a venti “maschere”; non ci risulta (se non in qualche caso sporadico e non di massa) che spettatori si siamo potuti muovere liberamente senza alcun tipo di controllo, andandosi ad accaparrare posti liberi in piena libertà. Quanto al fatto del disturbo arrecato dagli stessi spettatori nei loro movimenti si comprenderà che nulla è in nostro potere per impedire che ciò avvenga e che ciò è imputabile all’educazione dei singoli spettatori. 
Infine, occorre comprendere come l’approntamento del “Cartellone Stelle d’Estate”, di cui economicamente, oltre al sostegno del Comune,  si stanno facendo carico aziende private, costituisca un primo, concreto tentativo di  inserire  la nostra città  nel circuito di grandi eventi nazionali ed internazionali. Tutto è perfettibile, magari non idealissimo per certe iniziative e senz’altro il M° Morricone avrebbe potuto esibirsi in un’altra cornice più suggestiva, ma un concerto di questo calibro e con questi costi esige "la quadratura del cerchio" (normative logistiche, organizzativi, acustiche e quant’altro). Forse, anzi sicuramente ci vien da pensare, che qualche disagio sia pur valso la pena pur di assistere ad uno spettacolo che, come questo, difficilmente Bergamo avrebbe potuto annoverare.  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emanuelestar

    Le spiegazioni di Promoberg non servono a niente, e non giustificano il risultato
    1)Se sono stati venduti 3500 biglietti anzichè 6000 forse è proprio dovuto al fatto che molte persone non volessero spendere così tanto per un concerto che sapevano non valesse quel prezzo, al di la dell’ indiscutibile qualità dell’ esibizione.
    2)Visto che giustificate la scelta di questa location ANCHE per un discorso economico, quanto sarebbe costato ad uno spettatore questo spettacolo in teatro, 150 euro?

  2. Scritto da Emanuelestar

    3)Potete dare tutte le giustificazioni che volete, ma è solo un girare intorno al problema. Se molti spettatori sono rimasti scontenti vuol dire che l’organizzazione ha sbagliato qualcosa. Prezzi alti? Locazione errata? Servizio non all’ altezza dell’ evento?
    Non è importante, l’importante è che IO spettatore non sono rimasto soddisfatto della VOSTRA organizzazione, e se un domani ci sarà in un evento la VOSTRA organizzazione, IO forse non parteciperò

  3. Scritto da gianpietro c

    Scusate… a volte la fretta…

  4. Scritto da Emanuelestar

    E questo ragionamento non sono solo io a farlo, quindi il “sentirsi nel giusto” di Promoberg non serve a nulla, questo evento non è stato un successo, molti si sono lamentati, e al di là di quello che possano dire Ente Fiera Promoberg e Spm Eventi gli spettatori non sono rimasti soddisfatti, ed è l’unica cosa che conta. Non saranno le spiegazioni di Promoberg a convincermi a paertecipare ad un altro evento del genere.

  5. Scritto da Pullu

    Visto che a Milano il concerto lo faranno in Piazza Duomo si poteva forse pensare di fare quello di Bergamo in Citta Alta , in Piazza Vecchia. Niente aerei , niente treno e una cornice scenografica che avrebbe sicuramente esaltato l’artista e la sua musica.
    Io avrei lasciato la macchina in città bassa e sarei salito tranquillamente a piedi….

  6. Scritto da Pullu

    gianpietro c , i commenti non li hanno cancellati ….
    Sono ancora a margine del’articolo che è stato spostato nella sezione “cultura e spettacolo” …..

  7. Scritto da gianpietro c

    Come mai avete già tolto tutti i commenti del precedente articolo sul concerto?