BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco Saita: firme dei defunti per le liste elettorali

"Una lista elettorale - scrive il primo cittadino Santisi Saita - ha inviato al Comune la richiesta di spedire 3000 certificati elettorali di residenti che avrebbero sottoscritto la lista stessa per le elezioni europee e provinciali. Visionando i nominativi ci siamo resi conto della frode: molti nomi sono addirittura di defunti, altri di dipendenti comunali o parenti degli stessi"

Più informazioni su

Sospetti pesanti tra gli uffici del Comune di Seriate. In un comunicato stampa ufficiale il sindaco Silvana Santisi Saita, che ha terminato il suo primo mandato per la Lega Nord, parla di richieste per 3mila certificati elettorali corrispondenti a persone che avrebbero sostenuto con le loro firme una lista, che non viene citata in modo esplicito. "Ci siamo resi conto che si tratta di una frode", dice il sindaco, dopo aver segnalato la vicenda alla Procura della Repubblica. Ecco il comunicato:

"In vista delle elezioni tutto può succedere: nelle sottoscrizioni per la candidatura di una lista elettorale si possono trovare le firme di defunti o anche la propria, senza saperlo. Già in precedenti elezioni i tecnici dell’Ufficio anagrafe del Comune di Seriate hanno denunciato casi di falsificazione delle firme, accade di nuovo in vista delle elezioni provinciali ed europee.
Una lista elettorale, data dall’unione di più partiti politici, ha inviato al nostro ufficio la richiesta di spedire 3000 certificati elettorali di residenti seriatesi che avrebbero sottoscritto questa fantomatica lista di candidati per le elezioni europee e provinciali. Visionando i nominativi degli ipotetici firmatari allegati alla lettera -scheda di nomi sprovvista di copia delle firme, come consentito dalla legge-, ci siamo resi conto che si tratta di una frode. Molti nomi sono di dipendenti del Comune o di parenti degli stessi o addirittura defunti. Persone che negano di aver firmato e ignorano l’esistenza della lista stessa.
Avvisata la Prefettura e la Procura della Repubblica ci è stato detto che il Ministero dell’Interno e le autorità giudiziarie non possono intervenire nel merito del procedimento amministrativo elettorale. Benché siano indicati impossibili firmatari abbiamo proceduto all’invio di quanto richiesto. Oltre ad un dispendio di risorse pubbliche, sia dal punto di vista economico che di tempo speso dal personale, si sottolinea il fatto che sono stati recapitati in mano di sconosciuti dati personali di alcuni cittadini.
Oltre a denunciare le frodi, l’auspicio è che il legislatore sani un buco legislativo e preveda che il rilascio delle certificazioni elettorali da parte degli uffici comunali sia condizionato alla presentazione in copia fotostatica dei moduli recanti le sottoscrizioni dei sottoscrittori delle liste. Dispiace che ogni anno siamo costretti a legittimare un’illegalità".

                                                       Silvana Santisi Saita

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luciano

    il sindaco, sig.ra Saita, dovrebbe fare nomi e cognomi di chi, secondo le sue fonti, ha fatto una violazione legale palese. Se no viene da chiedersi se da qui alle elezioni quale altro artificio troverà per evitare di dare spiegazioni sul risultato di un mandato durato tanti anni, basta fare un giro per la cittadina per vedere come primeggia lo sporco e il disordine, fare quattro passi nel centro storico per vedere come è Seriate!?!?! (ho finito lo spazio)

  2. Scritto da Ettore Granai

    Non salutare nè il preside nè nessuno, sono abituato a salutare di persona e non per tramite. Informarsi meglio sulle testate online e le configurazioni, se le intenzioni, autolesioniste, sono quelle già avanzate in altri articoli, Cimmino. Farsene una ragione.
    Un po’ come la Saita, se qualcuno, della sua coalizione, depenalizza reati, il sindaco, non puo’ farsi pubblicità con denunce sterili se non altro.

  3. Scritto da Ettore Granai

    Visto, poi, che Cimmino prende in considerazioni personaggi che con l’articolo c’entrano come i cavoli a merenda è lecito domandarsi perchè il Cimmino sposti in continuazione i temi di discussione quando si vede costretto dalla ragione.
    Ma cosa lo si chiede a fare, è proprio quello l’intento?

  4. Scritto da Marco Cimmino

    Il che, mio farraginoso Granai, è precisamente quello che ho scritto io, con molta meno prosopopea, nel mio primo intervento. Bastava leggerlo..Come al solito, da buon compagno, è andato snocciolando un muccio di fesserie contro di me e non si è nemmeno accorto che si incartava da solo, tutto preso dalla sua crociata contro il nulla. Il che è tipico di chi non ha mezza idea ma ne va molto fiero lo stesso! Dia retta: con me non la spunterebbe nemmeno a cotecchio. Torni al Sudoku, che è meglio…

  5. Scritto da Marco Cimmino

    Visto, poi, che insiste con la stupidaggine della testata online e del blog, le comunico che la testata online, così configurata, è un blog, regolato da una normativa specifica legata alla stampa. Spero che se ne faccia una ragione. Adesso torni alla Settimana Enigmistica e mi lasci in pace, che devo scrivere il prossimo discorso di Alemanno…Ah, dimenticavo, la Preside dell’Alberghiero la saluta cordialmente e bramerebbe conoscerla per esprimerle tutta la sua stima per le belle parole espresse

  6. Scritto da francesca

    Finalmente unanimi nel condannare la lega!!!

  7. Scritto da Maurizio

    Il solito ignavo sistema : si lancia il sasso e poi si nasconde la mano.
    La denuncia va fatta fino in fondo altrimenti è connivenza ed ovviamente vale anche per chi fa giornalismo !

  8. Scritto da iva

    Mi unisco a simone e Maurizio. Il sindaco leghista o denuncia per intero o si astiene.

  9. Scritto da marcov

    brava al sindaco Saita……..adesso smascheriamo i truffatori,sarebbe bello vedere un’ammissione di colpa e il ritiro della lista

  10. Scritto da marcov

    invece di elogiare il sindaco lo criticate?
    forse perchè avete paura che la lista sia la vostra????

  11. Scritto da chicco

    credo (ma si evince dall’alrticolo) il nome della lista sia stato fatto nella denuncia formale.. e giustamente “vender la pelle del vitello prima che sia morto” non si fa il nome pubblicamente, cosa che invece puntualmente accade nei casi di cronaca, per mancanza di privacy e integrità morale.. insomma si spara sulla gente spesso innocente, la questione è scandalosa ma è stata gestita in modo impeccabile..

  12. Scritto da Marco Cimmino

    Credo che in presenza di un illecito di questo tipo, sia dovere del Sindaco denunciare, prima di tutto, l’illecito alla magistratura, piuttosto che fare dichiarazioni ai giornali. Questo spero che venga fatto al più presto. In subordine, è giusto sapere chi siano i furbacchioni, perchè la gente si faccia un’idea di chi vota.

  13. Scritto da iva

    4, quando la lista elettorale sarà pubblica, e la denuncia confermata, altrimenti è pubblicità di bassa lega.

  14. Scritto da chicco

    e anche qui iva nn perde l’occasione per attaccare chi ha scoperto l’inghippo e fatto denuncia..
    perchè nn provi a legger un’articolo e commentarlo senza aver la bandiera con falce e martello legata davanti agli occhi?

  15. Scritto da Red Cloud

    Sottoscrivo Cimmino

  16. Scritto da iva

    Fatto caro chicco. Rimango dell’idea che quando la lista elettorale sarà pubblica, e la denuncia confermata, si potrà esprimere un’opinione obiettiva sull’operato del sindaco, altrimenti è pubblicità di bassa lega.
    Non giro attorno al concetto, tantomeno sottoscrivo voli pindarici.
    Per ora è pubblicità e di brutta qualità.

  17. Scritto da marcov

    iva la conosciamo………….avrò paura che siano i suoi amici ad aver fatto porcate………..speriamo che vengano smascherati prima delle elezioni

  18. Scritto da iva

    Se poi le porcate le hanno fatte gli amici del sindaco e il sindaco conferma la denuncia dirò che è brava uguale, ma solo dopo.
    Come è successo con la visita del sindaco in questione in quel di Milano per problemi di viabilità su rotaia..

  19. Scritto da x iva

    hai paura che siano i tuoi amichetti eh?????????
    troveresti comunque il modo di difenderli……….

  20. Scritto da robe non di k

    Sottoscrivo iva,

  21. Scritto da iva

    Non si tratta di difendere nessuno ma di denunce incomplete e pubblicità di bassa lega.

  22. Scritto da Marco Cimmino

    Insomma, una cosa di questo genere non è di quelle che si nascondono sotto il tappeto: io non ci vedo grossi motivi per il muro contro muro. Chiunque l’abbia fatto è un imbroglione e come tale va trattato, quali che siano le sue idee politiche o le sue amicizie. Spero che questo sia il modo di procedere della Saita nella presente circostanza e di chiunque in circostanze analoghe. E non meriterebbe nè applausi nè critiche: avrebbe semplicemente fatto il proprio dovere civile e morale.

  23. Scritto da chicco

    si dai iva… continua così, la pubblicità di bassa lega è come quando continui a postare su argomenti dove puoi tirare acqua al muline e gli altri li snobbi..
    es. controllore denuta extracomunitario (dopo un furto) sul pullman vs controllore pesatto da un extracomunitario sul pullman (più di un articolo)..
    salutiiii e buon primo maggio!! a tutti i lavoratori di qualsiasi paese, credo politico o ceto sociale (altrimenti mi danno del razzista è)

  24. Scritto da Il Bergamotto

    Iva, i concetti lasciamoli a Del Neri.

  25. Scritto da Ettore Granai

    chicco oltre alla digestione ha le sinapsi rovinate anche a causa di un Cimmino in versione neutro di destra,
    Il Bergamotto e i concetti sono cose diametralmente opposte ;)

  26. Scritto da Alberto

    Dopo la denuncia i Nomi, tanto per sapere cosa non votare.

  27. Scritto da Alberto

    Ovvimente dando per scontato che la Lega si dimostra invotabile una volta di più.

  28. Scritto da Marco Cimmino

    La Lega è invotabile quanto chiunque altro, secondo me. Quanto al neutro di destra, caro Granai, ti avverto che è inutile attaccare la solita solfa, per cui, se dico cose che non ti piacciono sono un fascista e se ne dico di quelle inattaccabili politicamente sono un “neutro di destra”. Il giochetto è stantio e fastidioso per la discussione. Io penso con la mia testa e, a seconda di quello che dico, qualche fesso mi definisce fascista, compagno, neutro o triglia sotto sale. Usa la testa anche tu

  29. Scritto da Marco Cimmino

    Aggiungo ad uso della solita canea sinistrese, che pare prezzolata per depistare ed ingarbugliare ogni discussione ad usum delphini, con battutelle, allusioncelle, insinuazioncelle e tutto il repertorio della casa, che gli utenti psichicamente e politicamente normali di questo blog hanno perfettamente capito come funziona la gherminella. E’ proprio per questo atteggiamento insopportabile che siete stati espunti dal Parlamento: così sarete espunti anche dalle circoscrizioni… Troppo neutro?

  30. Scritto da Ettore Granai

    Cimmino, la sua neutralità bisticcia in continuazione con la sua militanzioncella in postazioni che sedendo sugli scranni parlamentari non se ne vorrebbero più separare. Anche quando si denunciano fantasmi pur di scrivere di denunce. Lo hanno capito perfino gli “affezionati” allo stile nobilitanzioncello alberghiero. L’insostenibile leggerezza dell’avere. Intercunderella

  31. Scritto da Ettore Granai

    Aggiungo per Cimmino che tutto quello va contro l’opzione neofascista, sdoganata anche grazie a certo prezzolato giornalettismo d’annata, puo’ esser definito gherminella ma non ci si meravigli se la definizione assume la paternità di certo pseudo intellettualismo. Se usa la testata, online, e non il blog, almeno se ne renda conto.

  32. Scritto da Ettore Granai

    In definitiva, Cimmino, chiudendo la parentesi “leggera”, neutra?, visto che viene da te l’invito ad usar la testa (quella che funziona con le sinapsi) se la Saita avesse voluto fare il suo dovere, in silenzio, avrebbe denunciato premunendosi di non far trapelare la notizia. E se avesse avuto sentore che la notizia sarebbe potuta trapelare avrebbe potuto completarla nella sua parte essenziale o, nel caso contrario, avrebbe potuto, da subito, delegittimare la fonte.

  33. Scritto da simone paganoni

    Se è vero, quanto dichiarato dal Sindaco è una cosa davvero inaccettabile.
    Chiedo al Sindaco di fornire il nome della lista in modo che tutti i cittadini possano rendersi conto di chi rischiano di eleggere.