BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per il dopo Del Neri l’uomo giusto pare proprio Marco Giampaolo

Secondo il giornalista Cesare Malnati il candidato più adatto a sostituire l'attuale tecnico dell'Atalanta è l'allenatore del Siena. Già inseguito in passato dalla società nerazzurra, Giampaolo finora ha sempre raggiunto i traguardi fissati dai club per i quali ha lavorato.

Più informazioni su

di Cesare Malnati

Mentre non s’arresta il fiume di lacrime per la prossima partenza di Gigi Del Neri, con l’Atalanta che sta poi all’undicesimo posto, non al quinto come il Genoa, la società un’idea precisa sul sostituto notoriamente ce l’ha. La scelta è già stata compiuta. Si sa che l’uomo giusto è considerato l’attuale tecnico del Siena, Marco Giampaolo, ideale al punto che viene accanitamente inseguito per la terza volta. L’abruzzese (casualmente nato, però, a Bellinzona, Svizzera italiana) doveva venire al posto di Colantuono e poi in luogo dello stesso Del Neri e il suo sostenitore ufficiale è sempre stato Roberto Zanzi, il cesenate dirigente ora proprio del Siena e allora all’Atalanta.
Uno che s’aspetta sempre e che non arriva mai, per la verità, sembrerebbe destinato a restare una pia illusione, tuttavia in quest’occasione qualche probabilità concreta in più c’è. Ma ne vale effettivamente la pena? Be’, insomma, questo tecnico ha praticamente centrato costantemente l’obiettivo richiestogli. Dai tempi di Treviso, in B nel 2003-04, allorché, da “secondo” di Buffoni, assunse la responsabilità della prima squadra, salvandola (c’erano Reginaldo e Barreto, ma anche l’odierno atalantino Parravicini e soprattutto Carlo Osti, che muoveva i primi passi da direttore sportivo: questo è il motivo per cui alla fine l’operazione andrà in porto). Per proseguire con l’Ascoli, portato in A e pure salvato, la stagione successiva.
E poi a Cagliari, esonerato e richiamato da Cellino due campionati fa, idem con patate l’anno scorso quando però l’allenatore si rifiutò di tornare e nell’isola andò Ballardini. Infine adesso, a Siena, con un organico sinceramente tutt’altro che brillante.
In Toscana, Giampaolo ha leggermente modificato il suo modo di giocare, che tuttavia ha sempre previsto l’impiego di due punte classiche. Dal 4-4-2 piuttosto delneriano applicato anche in Sardegna, dove s’era portato da Ascoli due fedelissimi come il facitore di gioco Parola e l’esterno tecnico Fini, siamo passati a uno schieramento con tre centrocampisti più stretti davanti alla difesa (uno dei quali, Codrea, dalle caratteristiche di regista) e un altro (Kharja) più libero d’operare fra le linee avversarie.
I numeri del Siena di questa stagione confermano la tendenza precedente che lascia osservare, al di là della propensione a una manovra ariosa che era però più evidente in altre edizioni delle squadre di Giampaolo, la cura della fase di contenimento. I bianconeri hanno incassato finora gli stessi gol dell’Atalanta, cioè trentasei, dunque poco più di uno a partita. Dal punto di vista estetico, non dovrebbero esserci timori: trattasi di tecnico che crede assolutamente nel gioco, se si vogliono far punti. Verrà, in conclusione? Sì, ma i tempi non sono ancora maturi, perché ultimamente sono cambiati gli scenari di squadre importanti, sicchè l’attuale geografia delle panchine potrebbe essere sconvolta. Per esempio, se Ranieri andasse via dalla Juve per essere sostituito da Gasparini, si libererebbe la guida tecnica del Genoa, società a questo punto interessante per molti allenatori. Giampaolo, contrattualizzato dal Siena, sta nella situazione di Colantuono, quando lo richiese il Palermo ed aveva firmato con l’Atalanta. Una soluzione si potrebbe trovare indennizzando il Siena. Qualora non andasse in porto questo progetto, le soluzioni di riserva restano confermate, nell’ordine, Delio Rossi, che agli stessi 800 mila euro di Del Neri verrebbe, e Beretta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Angelo Locatelli

    L’attuale allenatore del Genoa si chiama Gasperini. Per la precisione.

  2. Scritto da COSMI

    Come indicai Del Neri per il dopo Colantuono, adesso dico Serse Cosmi! E’ un grande, preparato, lavora con entusiasmo, Bergamo per lui è la piazza ideale!

  3. Scritto da marcov

    giampaolo………….è una minestrina riscaldata……………vogliamo malesani

  4. Scritto da Erminio Ottone

    Ma quale GIAMPAOLO: ieri sera entrando in un noto ristornate a Bg ero presente.Malesani entra,un tavolo di Atalantini ben informati ha accennato a un coro:”MALESANI ieri oggi e domani”..un milanista è scoppiato a ridere e MALEASNI è intervenuto:”MA COSA RIDI..LAVORERO’ 24 ore al giorno”…bene un allenatore carico cui voleva.

  5. Scritto da i muccoli son come i baffi

    giampaolo? mille volte malesani…che risultati avrà mai ottenuto giampaolo? solo la salvezza…possibile che noi non possiamo avere traguardi un pò più prestigiosi? perchè dobbiamo accontentarci? prendiamo malesani!!!

  6. Scritto da Il Bergamotto

    L’allenatore che non evitò all’Atalanta una retrocessione in B s’accontenterebbe di rilevarne di nuovo la guida allo stesso prezzo esorbitante dell’ambizioso Del Neri, abbandonando la guida di una squadra dalle ambizioni non frenate col tiro a mano come la Lazio? Siamo alla fantascienza. A questo punto chiamino Gustinetti che costa meno, è libero e – udite, udite! – pare che sia pure bergamasco.

  7. Scritto da Il Branco

    Buonasera,
    Sono Fabio di Bergamo tifoso atalantino da sempre, spesso per motivi di lavoro mi reco in Veneto e parlando ovviamente con insistenza della mia fede calcistica in questi giorni mi è giunta voce di un possibile contatto tra la L’Atalanta e Malesani per la prossima stagione.
    Trovate riscontro in questo.
    grazie un saluto e forza Atalanta

  8. Scritto da baffetto

    io se arriva malesani offro prosecco e salatini a tutti i tifosi atalantini…con sottofondo musicale di “colpo grosso”…

  9. Scritto da paolog

    Ma Giampaolo che esperienza? Io sono affascinato dall’ipotesi Malesani uno che ha vinto tanto sia in Italia che in Europa e che sa fare giocare la squadra……

  10. Scritto da giuly

    Bravo Malnati. Analisi tecnica ineccepibili di chi, rara avis a Bergamo, non rincorre i pettegolezzi ma analizza i fenomeni con rara competenza professionale.

  11. Scritto da Martina

    Sono d’accordo con Malnati, la sua analisi mi sembra perfetta. Ce ne fossero di giornalisti così competenti. Grazie a Bergamonews che dà spazio alle sue opinioni.

  12. Scritto da giovanni locatelli

    @ Erminio Ottone (sic) Scenetta un po’ surreale… soprattutto per il coretto degli “Atalantini ben informati”…

    Per il resto non credo che malesani sarà un colpaccio per l’atalanta, sicuramente meno di Giampaolo, forse davvero l’uomo giusto per l’atalanta del dopo del neri.