BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Poesia e armonia: Camminando con Pippo Pollina

All'interno di Soir??e Matin??e, gioved?? 30 aprile all'auditorium di Piazza Libert?? a Bergamo appuntamento con Pippo Pollina e il recital-concerto ???Camminando???, special guest Jean Pier Von Dach. Pippo Pollina ?? un canzoniere di oltre 150 brani nei suoi 15 album, con 3000 concerti in Italia e in Europa e innumerevoli collaborazioni con artisti del calibro di Nada, Battiato,George Moustaki e tanti altri.

Più informazioni su

All’interno di Soirée Matinée (a cura di Associazione Arts – Fondazione Bernareggi – Gioventù Musicale – Suonintorno – CSC Danza), giovedì 30 aprile all’auditorium di Piazza Libertà a Bergamo (alle 20.45) appuntamento con Pippo Pollina e il recital-concerto “Camminando”, special guest Jean Pier Von Dach.
Dopo il successo del tour europeo degli scorsi anni e l’uscita del cd+dvd Racconti e Canzoni, tredicesimo lavoro dell’originale cantautore siciliano, Pippo Pollina in duo con il chitarrista Jean Pierre Von Dach, porterà ancora in scena il suo spettacolo che è la rappresentazione di un percorso lungo e avvincente di musica e vita, di poesia e armonia vissute in prima persona. Ogni canzone creerà una condivisione di sentimenti umani snodandosi, come una sorta di filo di Arianna, attraverso tutto il repertorio dell’artista palermitano, con brani vecchi e nuovi.
Pippo Pollina è un canzoniere di oltre 150 brani nei suoi 15 album, con 3000 concerti in Italia e in Europa e innumerevoli collaborazioni con artisti del calibro di Nada, Battiato,George Moustaki e tanti altri.
Una vita all’estero, a girovagare per l’Europa centrale, guadagnando la stima e i consensi degli addetti ai lavori, mentre in Italia il suo nome è semisconosciuto. Dopo aver partecipato, nel 1979, alla fondazione degli Agricantus, apprezzato gruppo che propone musica etnica africana, a metà degli anni ottanta Pippo decide di girare l’Europa.
Un emigrante atipico, dunque, anche perché, da artista il punto di osservazione di Pippo “è più privilegiato, nel senso che la mia esperienza di emigrante chiaramente non può essere paragonata a quella di qualsiasi altro che, per motivi di mancanza di lavoro, dal paese di provenienza decide di andare in un altro cercando di guadagnarsi da vivere così come capita”.
Inizialmente Pippo si esibisce nelle piazze e nelle strade, poi viene notato dal cantautore svizzero Linard Bardill, che lo invita a partecipare alla registrazione di un suo disco. Poco dopo vede la luce il primo album, “Aspettando che sia mattino” (1987), accolto con grande clamore dalla critica europea. Da lì a stabilirsi definitivamente in Svizzera, il passo è breve.
Dagli anni 2000 comincia a spostarsi anche in Italia e a raccogliere i primi consensi.
Età consigliata: dai 12 anni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.