BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orio non ha limiti?

Un cittadino di Campagnola scrive per lamentare la continua crescita dei voli da e per Orio al Serio, con i conseguenti problemi per i residenti nella zona. E pone una serie di domande a chi ha il potere di decidere.

Più informazioni su

In questi giorni siamo massacrati dal rumore degli aerei che si succedono a ritmo infernale (anche 3 decolli in 5 minuti)  soprattutto in prima mattinata e in tarda serata, e al sabato e alla domenica, quando le persone avrebbero bisogno di un po’ di riposo e tranquillità. Quando passano non si riesce a parlarsi, a capirsi, a guardare la televisone, anche con le finestre rigorosamente chiuse con doppi vetri. Cosa succederà quest’estate?
Ogni giorno leggiamo di nuovi collegamenti aerei (ma non avevamo raggiunto tutti i limiti di sviluppo?)
Poi magari nella stessa pagina di giornale leggiamo che il turismo è in diminuzione in città. Della serie cornuti e mazziati.
Che questo aeroporto abbia raggiunto dimensioni tali da renderlo insostenibile con i diritti di decine di migliaia di persone, è un dato di fatto.  Dove sono finite le promesse dei politici (che sono anche azionisti SACBO)? Avevano spergiurato su un limite di sviluppo di 2 milioni e mezzo di passeggeri, che poi sono diventati 6 milioni e oggi sono già più di sette con prospettive di arrivare a breve a 8 – 9 milioni. Avevano detto che il radar avrebbe garantito i decolli verso est e invece partono tutti sopra la città. 
Non vengono forniti (neppure al Comune che pure è azionista!) i dati di dettaglio sul rumore,  ingenerando non pochi sospetti, non vengono messe in atto tutte le prescrizioni regionali e ministeriali previste.  Non ci sono dati precisi sull’inquinamento atmosferico  (ogni giorno ci passano sopra la testa l’equivalente di duecentomila auto che scaricano cherosene, e poi fingono di chiudere la città al traffico la domenica).
Non è dato conoscere se esiste un piano di sicurezza esterna all’aeroporto. Quante centinaia di morti ci sarebbero se accadesse a Bergamo un incidente come quello di Madrid?
Ma ai nostri politici interessa poco la salute  e la sicurezza dei cittadini, impegnati come sono a farsi la guerra sulle ronde padane (con le forze dlel’ordine che girano la testa davanti ai reati) o sugli uffici per la pace e i bilanci partecipati, mentre dellle vere preoccupazioni dei cittadini non importa niente a nessuno. 
Cordialmente.
Gianluigi Mologni

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franco

    Che l’aeroporto in città incrementi il turismo, non solo in transito, è una mezza verità. L’interesse per un luogo dipende dall’accessibilità in generale e in gran parte da quello che può offrire nell’aspetto: storico, artistico, ambientale, ecc.; e dalla capacità informativa a tutti i livelli di promuoverne l’informazione.

  2. Scritto da Andrea

    ANGHILERI è l’unico Candidato alle Amministrative del Comune di Bergamo che si espresso per una regolamentazione dello sviluppo dell’aeroporto.

  3. Scritto da M.B.

    Maggioranzadicentro.
    (Sulla sicurezza dell’aeroporto ,BG è al top)?
    Senza offesa ma non sai ciò che dici. Prima di fare affermazioni impegnative in un post pubblico come Bg.news.informati ,oppure stai zitto.
    Ti ricordo un solo fatto.Nel 2008 ha dovuto intervenired’autorità l’ENAC x BLOCCARE I RIFORNIMENTI DI CHEROSENE CHE VENIVANO EFFETTUATI DURANTE IL TRASBORDO DEI PASSEGGERI.Con conseguente pericolo GRAVISSIMO sull’incolumità degli stessi.
    X l’efficienza si bruciavano vive le persone?.Ci sei?

  4. Scritto da bm

    informati tu sulle certificazioni che Orio ha passato, M.B.

  5. Scritto da maggioranza di centro

    Stia accorto a non finire a montichiari o linate, gino.

  6. Scritto da sinistradestra.

    Certo che stando in “centro”anche senza essere in maggioranza non si sbaglia mai…!….Si fa in fretta ad andare , a sx, a dx….E poi ancora, indietro ed in avanti.
    ahaahahah ,che bel divertimento.Come L’ ANDARO’LA…Ma sempre allineati e coperti.!.La nostra società Italiana,con l’onestà intellettuale che si ritrova,non farà mai dei progressi…Saremo sempre dei…QUAQUARAQUA..Senza offesa x i quaquaraqua.!.e tutte le famiglie simili…..
    47…sei spiritoso ma senza p….!.Senza offesa.!

  7. Scritto da gino

    A maggioranza di centro: Linate e Montichiari la lascio ai fanatici degli aeroporti, e alla loro illusione di crescita economica. Se non ricordo male a Linate in un tempo poco lontano non è accaduto un grande avvenimento.

  8. Scritto da maggioranza di centro

    (48) confuso o senza ..idee? Suvvia, impara ad incassare (non sottobanco neh).
    gino, ci siamo capiti..no?
    Il punto è che un settore che puo’ dare a Bergamo sicurezza è quello che non D E L O C A L I Z Z A, il turismo. E questo vale per dx sx centro e tutti. I numeri sono quelli del 36. Poi io escluderie a priori la sciura brambila e castelli. ma è un’altra storia.
    Sulla sicurezza dell’aereoporto, BG è al top, o quasi.

  9. Scritto da maggioranza di centro

    E, poi, il >timido< sei .tu. non altri, .mb. senza offesa ciao ciao

  10. Scritto da gino

    Sono 63 anni che vivo a Bergamo, ma penso che presto mi trasferirò in una località più tranquilla, lontano dal frastuono creato dagli aerei, perchè una soluzione soddisfacente non verrà certamente presa in considerazione da chi deve pensare anche ai residenti,

  11. Scritto da maggioranza di centro

    Diamine (da’ dà da), c’è arrivato anche il prof, possiamo proseguire. Viaggiando separati colpendo uniti?
    saluti.

  12. Scritto da MB.

    Perfetto .proprio quello volevo dire,complimenti MM.Ci sei arivato e ti sembra poco quel che affermi.!.E’ l’essenza della storia che stiamo scrivendo.
    Isteria ..??..In italia con i ciellini del Fùrmiga e le tv dell’imperatore hai voglia che i vantaggi di Brescia stiano scemando. Ma ,indirettamente,mi dai ragione,a BS., ha sempre avuto ragione il csx.e.!.Solo a BG.continuando dietro i pedagnoni del vaticano due, siamo con le pezze sul culo.!.Però benodoranti e….A crapa olta.?.illusione.! ciao

  13. Scritto da P.R.

    A Brescia si è visto cosa è successo con le nomine A2A ed enel ha le sue responsabilità. Lasciamo perdere, poi, il discorso sulla mancata raccolta e gli incentivi per il recupero delle materie prime.

  14. Scritto da M.M.

    https://www.bergamonews.it/lombardia/articolo.php?id=9687
    Caro M.B. (nonchè acidopolitico?) con tutto il rispetto mai commenti furono tanto anacronistici, puo’ far molto meglio, volendo.

  15. Scritto da M.M.

    Se si dimentica di ricordare che brescia è stata governata, in controtendenza al resto della lombardia, per anni, dal csx, caro M.B. poi non puo’ più rilevare che ora il vanataggio accumulato sta velocemente scemando con l’allineamento alle “politiche” Formigoniane. Senza toccare l’isteria leghista, controversa, tra linate, malpensa e.. brescia.

  16. Scritto da M.B.

    Risposta al 36.
    Evidentemente lei dà numeri a vanvera.!Ma,pur ammettendo ciò che afferma,che in periodo di crisi,bisogna…?.Le ricordo che Brescia x creare economia e posti di lavoro non ha avuto bisogno di svulappare un aeroporto che danneggiasse una quantità infinita di cittadini ma;ha avuto la lungimiranza di investire in fonti energetiche alternative fin dagli anni 60 con il teleriscaldamento creando molti posti di lavoro.Non regalando ad ENEL la produzione come si è fatto noi a Bergamo

  17. Scritto da M.B.

    Ed ancora.I Bresciani stanno costruendo la METROPOLITANA ,no un tram.Misero e MONCO come il nostro.In val Brembana quando arriverà.?.E noi a Bergamo continuiamo a considerare Brescia come gente di paese.Hanno costruto strade scorrevoli x le valli,circonvallazioni e quantaltro.A Bergamo li guardiamo in cagnesco ma sono + lungimiranti dei Bergamaschi.Da sempre ,siamo,attaccati ai “pedagnoni” della curia.Con tutto il rispetto.
    Loro l’aeroporto non lo hanno costruito nel mezzo alla città come a BG.

  18. Scritto da M.B.

    Orio non ha limiti.?.
    Speriamo abbia limiti la pazienza di almeno 30000.?cittadini che ne hanno piene le..orecchie.!.
    I quali come soci di sacbo vorrebbero dire il loro parere al consiglio d’amministrazione della società.Ma non possono perchè mai invitati.
    Perciò mi rivolgo a tutti i cittadini,soci sacbo,di eleggere dei politici che al primo consiglio di amministrazione inviteranno anche quei cittadini che:paghano sempre e non riscuotono mai.
    Che fine faranno i 10 milioni di guadagno fatto.?

  19. Scritto da acidopolitico

    Io mi rendo conto che Berlusconi,in Italia, ha sdoganato tutti i + facinorosi ideologi della destra a cominciare dagli ex fascisti fino ai destrozzi della vecchia DC,passando dai socialisti del garofano di Craxi.
    Ma leggere certe farneticazioni anche su questo giornale,di persone invasate di ideologie e grandezze di tipo mussoliniano,vi dirò,la cosa mi fa leggermente paura .Paura x il futuro delle nuove generazioni di Italiani che;ne dovranno pagare le conseguenze x chissà quanti anni a venire.

  20. Scritto da maggioranza di centro

    E gli altri 900.000+ 80.000, M.B.?
    Se si parla di limiti bisogna parlare di tutti i limiti. I limiti all’indotto che diMi-Orio al S_ garantisce sarebbero gravi.
    In periodo di CRISI e di necessità di rilancio economico in cui il TURISMO è l’unico settore che non coinvolge DELOCALIZZAZIONI pare davvero pressapochista che la destra leghista e non solo cavalchi a pensiero unico temi che ha sempre contestato ai Verdi e alla sinistra più in generale.

  21. Scritto da fede

    L’Enav entro i primi mesi del 2009, avrebbe dovuto indicare nuove rotte di decollo degli aerei, a più largo respiro per i centri abitati sorvolati, ma attualmente niente è stato modificato, anzi vi è stato un peggioramento complessivo del rumore per l’aumento dei voli.

  22. Scritto da gigi

    Il problema dello sviluppo dell’aeroporto in rapporto alla vivibilità che questo comporta per la città. andrebbe gestito da persone competenti e lontane da ogni fanatismo pro o contro l’una o l’altra situazione in campo.

  23. Scritto da linford

    VOGLIAMO IL PRIMATO! COME POPOLO BERGAMASCO ABBIAMO IL DOVERE DI FAR DIVENTARE ORIO IL PRIMO AEROPORTO ITALIANO!!!!

  24. Scritto da aviatore

    se non vi va bene orio, costruiamo un altro aeroporto, magari nelle campagne di treviolo, un HUB da 14.000.000 di passeggeri l’anno, COSA NE PENSATE? mi pare una proposta ragionevole

  25. Scritto da DC9

    Allora si denunci l’enav non sacbo o il comune di orio

  26. Scritto da gio5

    A proposito di Orio : l’area parcheggi brevi (a parte i prezzi..) è ormai un caos indescrivibile, anche semplicemente accompagnare qualcuno alla partenza sta diventando uno slalom, fantastici i blocchi con le sbarre subito a ridosso della strada comunale, non è forse è il caso di studiare la viabilità un po’ meglio pur tenendo conto dei lavori ? In attesa del mitico tram……….visto i livelli di traffico dell’aereoporto qualche soluzione si impone.

  27. Scritto da luckys

    Non esiste che le persone che ci governano sono azionisti e percepiscono soldi come in questo caso, ma ne conosciamo altri.
    I politici dovrebbero fare solo i politici e non avere altri intrallazzi economici.
    E’ un dato di fatto e qui in Italia è tutto da rifare………

  28. Scritto da maggioranza di centro

    Ribadendo quindi, il mio18, invito gli elettori della Lega a riflettere.
    Se proprio vanno cambiati alcuni vertici politici, o tecnico imprenditoriali, bisognerebbe partire dai vari Bonomi, Berlusconi, Bossi e compagnie cordanti.

  29. Scritto da maggioranza di centro

    19, ragione di più per velocizzare la costruzione della via tramviaria bergamo-orio e, forse, chiamare i responsabili dei ritardi a risponderne.

  30. Scritto da chicco

    sarà anche maggioranza di centro ma mi pare spari benissimo verso una parte politica.. oggi c’è on-line un articolo relativo al bilancio e al profitto di Orio, ci sono scritti i membri partecipanti all’assemblea.. ognuno può quindi giudicare da se..

  31. Scritto da JEFF

    Orio va rafforzato. 1) Va effettuato entro il piu breve tempo possibile l’accorpamento con oriocenter 2) Va costruita la metro-ferrovia, perchè non esiste che un aeroporto internazionale non sia collegato con il ferro 3) Va realizzato il nuovo parcheggio multipiano. Bene che l’area partenze entro il 2009 venga triplicata.

  32. Scritto da franco

    Il potere politico ed economico uniti in coro nel considerare l’aeroporto macchina da profitti, in barba ai quasi 40.000 cittadini che ne subiscono gli effetti negativi; per l’ambiente e la sicurezza tutti zitti.

  33. Scritto da Antonio T.

    Ci sono dieci milioni di persone in Lombardia che respirano a pieni polmoni e filtrano l’aria più inquinata del mondo e non è per Orio ma per Formigoni e le sue politiche ecologiche che hanno bloccato la rotaia.

  34. Scritto da Alberto

    Se ai cittadini bergamaschi piacciono i primati, visto che ne esistono le condizioni, si può tentare di possedere il primo aeroporto italiano.

  35. Scritto da got.

    kiudiamo orio e l’autostrada cosi nessuno si lamenta piu’

  36. Scritto da giov.

    Alle prossime Amministrative io penso di dare il mio voto al Candidato che considererà l’aeroporto come oppurtunità di sviluppo; ma che prenderà anche in considerazione i problemi che crea sia per la vivibilità dei cittadini che per l’ambiente,

  37. Scritto da Glauco

    Confermo la lombardia è una delle regioni geografie europee più inquinate della terra non certo per il sistema aeroportuale. Ci sono responsabilità annose sui governi di destra e la loro incontrastata continuità.

  38. Scritto da Greta

    La lezione Malpensa non è bastata? No, evidentemente. La Regione persevera nell’idiozia di non pianificare correttamente lo sviluppo aeroportuale. Si riempiono la bocca di “piani d’area” che poi lasciano languire nei cassetti, consentendo ai Comuni di edificare dove non si dovrebbe. Questi sono i risultati. Poi deve intervenire Pantalone a sganciare i quattrini per le delocalizzazioni. Ma che importa? Il PIL sale! I costruttori sono felici. Dei cittadini chissenefrega.

  39. Scritto da maggioranza di centro

    Se si parla di limiti bisogna parlare di tutti i limiti. I limiti all’economia e all’indotto che _Mi-Orio al S_ garantisce si avrebbero restringendo le potenzialità dell’aeroporto in questione sarebbero gravi.
    In periodo di CRISI e di necessità di rilancio economico in cui il TURISMO è l’unico settore che non coinvolge DELOCALIZZAZIONI pare davvero pressapochista che la destra leghista e non solo cavalchi a pensiero unico temi che ha sempre contestato ai Verdi e alla sinistra più in generale.

  40. Scritto da gino

    I piani regolatori sono studìati dalle Amministrazioni locali e devono essere in armonia con tutto il resto, per cui una zona residenziale deve avere determinati requisiti di vivibilità, tutelate da chi noi eleggiamo per farle rispettare.

  41. Scritto da franco

    I prezzi delle case a Colognola sono uguali a quelli delle altre periferie della città, per cui l’affare è per chi le ha vendute e non per chi le ha acquistate.

  42. Scritto da lui

    In risposta al n. 12: non è che per creare posti di lavoro si può giustificare tutto, magari la costruzione di una fonderia a Porta nuova

  43. Scritto da M.B.comiutato aeroporto.

    Conflitto di interessi di provincia e comune, x informare i cittadini di cosa sia in atto x Orio.
    Sea (società Milanese)ha messo in vendita le proprie quote di SACBO x circa 3 milioni di euri.comune e provincia vorrebbero comprarle con conseguente esborso di 3 milioni.
    Se invece di comprare vendessero quote di pari valore,con i 6 milioni in cassa,3 non usciti +3 entrati, potrebbero iniziare la tranvia x la valbrembana.e finirebbe anche il conflitto di interessi,Colognola il 7/05 – ore 21.00.

  44. Scritto da Mill

    La presenza delle amministrazioni pubbliche nella società di gestione è senz’altro un problema, dal punto di vista del conflitto di interessi. Occorrerebbe introdurre qualche forma di separazione tra i differenti ruoli di garante dell’interesse generale e quello di azionista.

  45. Scritto da chicco

    basterebbe le amministrazioni stessero dalla parte del cittadino, invece che da quella dei poteri forti.. o meglio economici!!!
    sindaco di Bergamo e di Orio responsabili in toto .. parliamoci chiaro, le loro amministrazioni dovrebbero vigilare e limitare, mentre invece ingrassano (e magari anche a livell opersonale) da mandare a casa!!

  46. Scritto da maggioranza di centro

    Orio non ha limiti? O chi ha limiti? Titolo ambiguo e commenti di pari?

  47. Scritto da seriatese

    Sara’ un caso di omonimia o il cittadino di campagnola e’ il lista con Anghileri?
    In caso di risposta positiva trattasi della solita becera vecchia politica dello scambio, uscito dal csx= contro il csx.
    avanti cosi, a vele spiegate

  48. Scritto da maggioranza di centro

    chicco, seriatese avanza una domanda. Co tutta la buona volontà non si riesce ad uscire dall’ambiguità terra-terra.

  49. Scritto da chicco

    può aver ragione.. come anche no, io dico sol oche negli ultimi 5 anni hanno governato Bruni a Bergamo e non sò chi a Orio al serio.. che siano di dx o sx poco importa, hanno fatto tutto tranne gli interessi del cittadino quindi sia uno che l’altro a mio avviso vanno cacciati a casa!! nn si tratta solo di rumore ma anche di inquinamento (e poi si riempiono la bocca con le domeniche ecologiche) .

  50. Scritto da maggioranza di centro

    chicco, da MI-Orio al S. partono per lo più voli charter ryanair, che usa aeroplani a basso impatto da tempo, non come la cordata alitalia (servita a far campagna elettorale alla destra).
    Un conto è l’inquinamento acustico (per il quale Orio e limitrofi, sono comuni che hanno speso più di tutti gli altri comuni con aeroporti in Italia) altro è quello atmosferico per il quale ben altre cause sarebbero da prendere in considerazione. La prima: il ritardo negli investimenti su rotaia.
    continua

  51. Scritto da maggioranza di centro

    Se si parla di limiti bisogna parlare di tutti i limiti. I limiti all’economia e all’indotto che Mi-Orio al S garantisce restringendo le potenzialità dell’aeroporto in questione sono da valutare.
    In periodo di CRISI e di necessità di rilancio economico in cui il TURISMO è l’unico settore che non coinvolge DELOCALIZZAZIONI pare davvero pressapochista che la destra leghista e non solo cavalchi a pensiero unico temi che ha sempre contestato ai Verdi e alla sinistra più in generale.
    continua

  52. Scritto da maggioranza di centro

    Se proprio quindi vanno cambiati alcuni vertici politici, o tecnico imprenditoriali, bisognerebbe partire dai vari Bonomi, Berlusconi, Bossi e compagnie cordanti.

  53. Scritto da vf

    E’ il progresso !

  54. Scritto da lui

    Cosa significhi aerei a basso impatto …………..il rumore percepito dalle orecchie di chi deve subire sopra la propria testa i continui decolli è intollerabile.Io proporrei di obbligare i vari sostenitori dello sviluppo dell’aeroporto a vivere nelle aree interessate dai sorvoli. Il continuo aumento dell’inquinamento non porterà di sicuro Bergamo a rimanere città interessante per i turisti.

  55. Scritto da da colognola

    orio e’ importantissimo x la bergamasca…..porta soldi lavoro e turismo…….prima avte acquistato le case a prezzi inferiori x via dell’aereoporto e il suo rumore,ore vi lamentate……….applausi…..