BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lilliput: 45mila mini-visitatori in sei giorni fotogallery

Anche quest???anno Lilliput, il Villaggio Creativo allestito alla Fiera di via Lunga, ha fatto il pieno di risate, giochi, sport, movimento, spettacoli, canzoni, scoperte. I visitatori sono stati 45 mila, nel corso dei sei giorni di apertura con un autentico boom registrato nella giornata di sabato, 25 aprile, che ha totalizzato uno score di ben18 mila ingressi

Più informazioni su

Anche quest’anno Lilliput, il Villaggio Creativo allestito alla Fiera di via Lunga, ha fatto il pieno di risate, giochi, sport, movimento, spettacoli, canzoni, scoperte. I visitatori sono stati 45 mila, nel corso dei sei giorni di apertura con un autentico boom registrato nella giornata di sabato, 25 aprile, che ha totalizzato uno score di ben18 mila ingressi; un bilancio che, sia in termini numerici che in termini qualitativi, rappresenta per Promoberg e tutti gli altri organizzatori dell’iniziativa un nuovo successo.
La manifestazione bergamasca dedicata ai bambini, giunta al suo sesto anno di vita, sta prendendo infatti sempre più piede e, grazie alle liaison con qualificatissime realtà istituzionali e didattiche, si sta confermando come una delle più affermate del settore a livello nazionale.
Conferma la sua soddisfazione il segretario generale di Ente Fiera Promoberg, dottor Luigi Trigona che vede nella manifestazione motivi di crescita e di ulteriore eccellenza in ambito fieristico. “L’elemento del gioco e quello didattico si sono combinati in un modo ottimale, decretando il gradimento di tutte le fasce d’età dei piccoli ospiti, dai più piccoli che hanno avuto uno spazio appositamente allestito nel Padiglione C, ai più grandicelli che, invece, si sono potuti applicare alle attività dei vari laboratori e scatenarsi negli spazi sportivi. Non vi è dubbio che Lilliput costituisca, nel panorama fieristico italiano, qualcosa di assolutamente unico e con caratteristiche qualitativamente di grande eccellenza, come testimoniano le partnership che abbiamo instaurato con alcune delle più importanti realtà didattico-scientifiche d’Italia. La strada è tracciata e la continueremo, facendo attenzione a tutte le componenti che riteniamo essere qualificanti per una crescita dell’evento”.
Gli fa eco anche Stefano Cristini, direttore tecnico di Ente Fiera Promoberg che, a capo dello staff operativo dell’ente fieristico bergamasco, pone l’accento sulla rispondenza e sul sostegno dei moltissimi enti che, a vario titolo, hanno partecipato alla manifestazione, con un grazie particolare agli sponsor istituzionali e tecnici che con la loro presenza hanno riconfermato di “credere” in questa formula, che si arricchisce di anno in anno di contenuti sempre più interessanti.
Da segnalare, come guest star, oltre al noto regista bergamasco Bruno Bozzetto (intervenuto al taglio del nastro) anche Maria Mussi Bollini, curatrice per la Rai della Tv per ragazzi e Tata Francesca, al secolo Francesca Valla, educatrice bergamasca nota al grande pubblico per essere protagonista della nota serie tv S.o.s Tata.
Prima di una veloce carrellata sugli spunti creativi della manifestazione, ricordiamo che Ente Fiera Promoberg ha promosso una raccolta di fondi per le popolazioni terremotate d’Abruzzo: i fondi raccolti, il cui importo verrà reso noto nei prossimi giorni, sarà devoluto alla Caritas Diocesana che, a sua volta, provvederà a destinarlo ai progetti di aiuto in corso.
Ogni anno al Villaggio Creativo si aggiunge qualche nuovo stand con proposte irresistibili per i bambini. Come la Butterfly House, la casa delle farfalle dell’associazione Carlo Collodi, un ambiente creato appositamente per ospitare le più belle e le più rare tra le farfalle, o lo spazio gestito dagli operatori di Misticamente, che hanno seguito i bambini in esercizi di approccio allo yoga.
Letteralmente preso d’assalto lo stand della Polizia di Stato: un piccolo distaccamento della questura di via Noli che per l’occasione ha preso il nome di “Lillipol”. I piccoli non hanno saputo resistere a montare sulle mezzi della polizia: dalle biciclettine con tanto di pantera, alle minimoto alle motociclette vere. E come non provare l’ebbrezza di salire a bordo della volante dopo l’accurata spiegazione degli agenti su come si esegue un arresto? I bambini si sono lasciati affascinare anche dal reparto della Scientifica: si sono fatti prendere le impronte digitali ed hanno aiutato l’agente a preparare l’identikit della maestra, della mamma, del papà. Per non parlare delle lezioni di educazione stradale fatte su un incrocio disegnato sulla moquette con tanto di strisce pedonali e semaforo vero.
Sempre gettonatissimo lo stand dell’Aspan, l’associazione dei panificatori. Esperti panettieri hanno assistito i bambini nella preparazione di diversi tipi di pane. Con acqua e farina hanno insegnato ai piccoli ad impastare, hanno spiegato loro i processi della lievitazione e li hanno aiutati a realizzare pagnotte di diverse forme, che poi hanno cotto nei loro forni speciali e riconsegnato ai piccoli fornai da mangiare ancora tiepide o da portare a casa alla mamma.
Lo stand dell’organizzazione “X-Plorer Dog Solution” ha ottenuto un vero successone. Gli addestratori, con dimostrazioni frequentatissime, hanno aiutato i bambini a capire come comportarsi con i cani, come avvicinarli, accarezzarli e come ottenere la loro ubbidienza. I piccoli sono stati coinvolti direttamente ed hanno preso attivamente parte alle lezioni, imparando a comprendere i messaggi che gli amici cani lanciano per comunicare con gli umani.
I piccoli si sono cimentati nella pratica di ogni tipo di sport. Hanno giocato a calcetto negli stand dell’Atalanta B.C., dove nella giornata di venerdì hanno potuto incontrare anche i giocatori Sergio Floccari e Nando Coppola, hanno giocato a pallavolo nello stand delle campionesse della Foppapedretti, hanno tirato di scherma, testato la loro velocità nella corsa ad ostacoli, si sono arrampicati sulla parete artificiale nello stand di Scuolainmontagna, hanno cavalcato i pony, giocato a rugby, a baseball, a badminton e pingpong.
Ma non sono mancate certo le occasioni per apprendere divertendosi. E’ appunto questo uno degli obiettivi di Lilliput: imparare attraverso il gioco. Come si usano i numeri di emergenza del 118? Quali sono i minerali presenti nelle nostre montagne? Come si fa un esperimento chimico? Come si lavora in sicurezza in un cantiere edile? Come si prepara un cocktail? Cos’è una stalattite? Come si preparano burro e formaggio? Gli operatori dei vari stand hanno risposto a queste e a tantissime altre domande per soddisfare la curiosità dei piccoli lillipuziani.
Presenti alla manifestazione anche le principali tv per ragazzi, come Boing, che ha organizzato attività ludiche per insegnare ai bimbi i principali trucchi televisivi. Immancabile Cartoon Network con i laboratori culinari del cuoco pasticcione Chowder. Per imparare l’inglese divertendosi ecco il Divertinglese, promosso da Rai Educational. La rete è stata premiata dal direttore artistico di Lilliput Oreste Castagna con una speciale targa per la migliore produzione televisiva: Tracy e Polpetta, una sitcom creata e pensata per l’apprendimento dell’inglese da parte dei bambini. I protagonisti sono una ragazzina inglese di dieci anni, Tracy, il suo magico bidone parlante, Bill the Bin, e i due personaggi che abitano con lei e parlano italiano: la talpa Polpetta e Van Ruben, il fantasma di un pirata vissuto nel XVII secolo.
E come non citare gli spettacoli di burattini, gli appuntamenti con i giochi proposti dagli operatori dell’associazione Carnevalspettacolo, il bellissimo spettacolo dei bambini della scuola di Ghemme “4maggio 4ever – Formaggio Forever”, un musical in costume sul ciclo di produzione del formaggio. I bambini hanno potuto incontrare i personaggi della Melevisione, come la Fata Lina, la Balia Bea, la Principessa Odessa, Gipo Scribantino del Fantabosco, Tonio Cartonio, e giocare con loro nelle attività ludiche proposte. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.