BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Licenziamenti, la Sanpellegrino prova altre strade

Non c'?? ancora la certezza, ma per gli annunciati 282 esuberi della Sanpellegrino (60 nello stabilimento bergamasco di Ruspino) si apre una strada migliore rispetto alla mobilit??: l'ipotesi di intesa ha posto come ultima chance il licenziamento preferendo intraprendere la via dei contratti di solidariet??.

Più informazioni su

Non c’è ancora la certezza, ma per gli annunciati 282 esuberi della Sanpellegrino (60 nello stabilimento bergamasco di Ruspino) si apre una strada migliore rispetto alla mobilità ritenuta fino a poco fa dall’azienda l’unica percorribile. Nella notte del 25 aprile, dopo una serie di incontri e contatti con i sindacati e non solo, incontri che avevano già portato a un  ridimensionamento delle eccendenze (115 in  totale, 40 a Ruspino), una ipotesi di intesa ha posto come ultima chance il licenziamento preferendo intraprendere la via dei contratti di solidarietà. Una via che porterebbe a un calo delle ore lavorative per tutti i dipendenti con il vantaggio di non eliminarne nessuno dalla produzione. Per introdurre questo accordo va ovviamente re-impostata l’organizzazione del lavoro, e a questo si procederà stabilimento per stabilimento: entro fine maggio verrà declinata la riorganizzazione di Rupsino che prevede un periodo di sperimentazione di 12 mesi.
Soddisfatti i sindacati anche se resta in campo un tema che potrebbe portare ulteriori difficoltà: quello dei dazi americani (non si capisce se siano o meno entrati in vigore) che rischia di creare ulteriori problemi alla Sanpellegrino (con ulteriroi 60 esuberi a Ruspino), problemi che potrebbero ricadere sui lavoratori. Intanto per la prossima settimana è convocata l’assemblea dei dipendenti.

L’azienda cerca alternative ai licenziamenti  

Sanpellegrino: esuberi per 120 lavoratori

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.