BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Perchè via Maj è stata ristretta?

Un lettore scrive per segnalare il restringimento della carreggiata in una delle arterie principali della città e si chiede perchè si insista nel penalizzare le auto a vantaggio dei pedoni.

Più informazioni su

Buon giorno,
mi piacerebbe capire la motivazione per cui via Angelo Maj è stata ulteriormente ristretta davanti al distributore Agip, rendendo sempre più difficoltoso il passaggio delle sempre più innumerevoli automobili, scooter ecc, e facilitando il sempre minor numero di pedoni. 
Ma come mai a Bergamo e solo a Bergamo, in un momento in cui cresce sempre più il numero di automobili e scooter e diminuisce drasticamente il numero di pedoni, continuiamo a restringere le strade ed ad allargare i marciapiedi???? 
Creando sempre più aiuole che vanno mantenute con un ulteriore costo e sono solo ricettacolo di sporcizia?
Ma qualcuno ha guardato ai modelli di città più avanzati delle nostre?
Ma quando mai le strade vengono ristrette per mettere in difficoltà il passaggio delle automobili per creare “aiuole spazzature”? 
Mi piacerebbe che qualcuno in Comune mi potesse indicare una motivazione che abbia alla base il comune buon senso per cui vengono effettuate certe scelte.
In attesa di una “ragionevole” risposta porgo cordiali saluti
Nicola Santicoli
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da maggioranza di centro

    Sono d’accordo con 4 e con 8, proprio ora che anche chrysler produrra 500 ibride, che le macchine si restringono, dovremmo allargare le strade? Suvvia.

  2. Scritto da Michele Forchini

    Dico solo una cosa: pista ciclabile dalla Stazione FS a Celadina (quindi Seriate). Penso valga 1mt in meno di strada, anche perchè comunque non incide più di tanto sul traffico quotidiano (percorro via Maj da 7 anni e l’ho sempre trovata uguale!).
    Se poi sarà servita dal costruendo sistema Bike sharing, magari fino al parcheggio in Celadina sarà veramente perfetta e completa!

  3. Scritto da Nicola

    Volevo precisare che non possiedo alcun SUV, semplicemente mi domando che bisogno ci sia di avere i marciapiedi larghi 2 metri.
    Sono d’accordo sul fatto che i centri dovrebbero essere pedonali (io abito in centro, ne sarei ben felice!), ma se vogliamo far passare le auto dobbiamo farlo in sicurezza. Le aiule non servono nè alle macchine nè ai pedoni. Le città Europee hanno chiuso i centri, ma nessuna ha ristretto le strade a scapito della sicurezza.

  4. Scritto da Nicola S.

    @ S. : Egregio Signore io non posseggo alcun SUV o auto similare e, per quanto possibile, sponsorizzo l’utilizzo dei mezzi pubblici lavorando nel settore da molti anni; non ho infine mai detto di eliminare le piste ciclabili ma SOLAMENTE di non capire perchè, in determinate vie cittadine ad alta densità di traffico, sono stati allargati i marciapiedi “pedonali” a scapito del sempre più pressante traffico.
    Per il resto … il commento di Marco C. è per me il più vero: è più facile far così !

  5. Scritto da Monica F.

    Sono perfettamente d’accordo con Nicola. Sono contenta che qualcuno abbia affrontato questo argomento. Ogni tanto non si capisce come ragionino in Comune. In via Zelasco per esempio i marciapiedi sono larghissimi e non essendoci più posto per i parcheggi, le auto si fermano sui lati impedendo il passaggio delle altre auto. Anche in via Masone è la stessa cosa. Le strade strette sono pericolosissime. A Longuelo poi vi sono addirittura le gimkane!

  6. Scritto da Paolo

    @Marco Cimmino: di autostrade e tangenziali ne abbiamo già in discreta quantità. Ritengo che manchino un po’ di parcheggi periferici, molti mezzi di trasporto pubblico efficienti, e soprattutto la voglia di usarli. Personalmente, anzichè fare retorica preferisco spostarmi in città esclusivamente in bibicletta, e pur con tutti i rischi che questa comporta lo trovo il modo più intelligente ed efficiente per muovermi.

  7. Scritto da Marco Cimmino

    Lo trovo anch’io il modo più intelligente ed efficiente per muovermi: solo che io sto in via Nullo e sai che fatica! Ma uno che viene dalle valli, ad esempio, cosa deve fare? Non tutti sono Gimondi e non tutti sono in età pedalabile…Invece, la politica deve pensare a tutti e non solo ai più fortunati. Aggiungo che stai dicendo esattamente quello che ho già detto io: via le auto e più servizi di collegamento, invece delle fioriere. In cosa divergerebbero i due discorsi? Vallo a capire…

  8. Scritto da Marco Cimmino

    Verissimo Paolo: infatti si dovrebbero costruire autostrade e tangenziali (che siano “tangenti” all’abitato, appunto) per lasciare le strade cittadine a pedoni e ciclisti: così vorrebbe la logica. Ma se quelle non si fanno (e, di solito, con l’opposizione proprio dei saputelli che vogliono allargare i marciapiedi…), se le navette non ci sono, se i servizi fanno schifo, cosa si fa? Si stringono le strade: col risultato di asfissiare e paralizzare tutti, abili e disabili. Meno retorica…

  9. Scritto da Marco Cimmino

    Caro Nicola, a Bergamo si fa così perchè è più comodo: anzichè chiudere al traffico i centri e trasformarli in isole direzionali, con verde e grandi passeggiate, creando strutture navetta e collegamenti pubblici, è più semplice mettere due fioriere. E’ come nascondere la spazzatura sotto il tappeto: fingere di essere Europei non costa nulla…Tranne, poi, trovare soluzioni decisamente levantine. La viabilità bergamasca è una barzelletta a livello continentale! Ne approfitto per salutarti…

  10. Scritto da S.

    Caro signore ma non si vergogna…ah forse fà fatica a passare col suo ingombrante suv…ah mi scusi se bergamo sta facendo di tutto per chi decide di muoversi senza auto!!Mi scusi se si cerca di creare un pò di verde per risollevare una città cemetificata!!!A dar retta a lei bisognerebbe distruggere i marciapiedi per farla scorrazzare col suo macchinone…ma mi faccia il piacere…

  11. Scritto da diego

    sono incompetenti e megalomani e incoscenti continuano a far restringimenti alle strade mettendo a repentaglio la vita di chi usa la bici e i motorini

  12. Scritto da Carlo Gritti

    Come riporta 1 bisognerebbe chiudere i centri, Nicola.
    Finchè ci saranno lettere che denunciano e non propongono, come quelle di Nicola, ci sarà chi userà ogni argomento per andar contro questo o quello anzichè rivalutare questo o quello.

  13. Scritto da GD

    Non so in via Maj, ma i marciapiedi vanno comunque adeguati a ciò che prescrive la legge a favore dei disabili, vanno cioè allargati a un metro e cinque centimetri.

  14. Scritto da Paolo

    Le strade larghe e senza marciapiedi esistono, ma si chiamano autostrade e tangenziali – in centro città in genere non sono previste.