BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La Lazio ?? un avversario impegnativo ma noi possiamo rendergli la vita dura”

Il tecnico nerazzurro ormai con la valigia in mano promette riscossa dopo la poco brillante prestazione di una settimana fa in casa con la Reggina. "Rocchi e Zarate l?? davanti sono clienti molto difficili, ma se manteniamo la giusta tensione siamo in grado di complicargli la vita".

Più informazioni su

“Martedì c’era la sala stampa piena, oggi siete soltanto in cinque ad ascoltarmi. Stiamo proprio mollando, a quanto vedo…”. Il bagno di folla di martedì, con l’annuncio della fine imminente del suo rapporto con l’Atalanta, per Gigi Del Neri è già un ricordo lontano da riesumare con ironia. La scarna platea del post rifinitura a Zingonia farebbe pensare a un clima vacanziero, ma il campionato continua: domani, tappa all’Olimpico contro la Lazio.
“Bellini è recuperato, sarà al suo posto – spiega l’allenatore nerazzurro -. Al posto di Valdes, invece, giocherà Defendi: per Jaime ci sarà spazio a partita in corso, sulla destra la sua verve sarebbe sacrificata. Anche Padoin lo vedo meglio sull’altra fascia”. Formazione-tipo, dunque, con doverosa autocritica per l’ultima, disarmante prova tra le mura amiche: “Domenica contro la Reggina siamo stati troppo leziosi, anche se abbiamo prodotto molte palle gol: non è un caso se alla fine il migliore in campo è risultato il portiere ospite. Certamente possiamo e dobbiamo giocare meglio di così”.
La Lazio, del resto, si preannuncia un osso durissimo: in classifica è partita alla rincorsa di un posto Uefa, la finale di Coppa Italia è già sua grazie al successo di mercoledì sulla Juventus. “E’ una squadra che ha trascorso la stagione tra alti e bassi – argomenta Del Neri -, ma quando sta bene è un avversario difficilissimo da affrontare. Ha avuto un periodo di appannamento, ma ora sembra decisamente lanciata. Rocchi e Zarate, lì davanti, sono clienti molto impegnativi, due grandi attaccanti. Ma se noi manteniamo la giusta dose di tensione, possiamo complicare la vita agli uomini di Delio Rossi”.
Il nome del tecnico di Aquileia è stato spesso accostato dalle voci di mercato a quello del sodalizio capitolino: “Le chiacchiere che si sono fatte e scritte? Lasciamo perdere che è meglio – taglia corto l’interessato -. M’è toccato leggere certe cavolate…”.
A salvezza raggiunta in largo anticipo e con la certezza di partire con un altro condottiero in panchina, nelle file dei bergamaschi il rischio di un certo rilassamento è palpabile: “Non direi, dal punto di vista mentale ho trovato bene i miei giocatori – chiude il mister, a mo’ di smentita -. Ho in mano un gruppo molto serio e decisamente unito, e incontrare un undici in forma come faremo domani servirà comunque da stimolo.
Non abbiamo più obiettivi, ma possiamo rendere la vita difficile a chiunque”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.