BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scontro con Bruxeles dopo le parole del commissario all’industria

Guenter Verheugen in un'intervista a una radio tedesca, ha definito la Fiat un gruppo "altamente indebitato" e si è chiesto come possa trovare i soldi per portare avanti le operazioni Chrysler e Opel

Più informazioni su

Hanno creato una bufera le pesantissime parole pronunciate dal commissario europeo all’industria Guenter Verheugen che, in un’intervista a una radio tedesca, ha definito la Fiat un gruppo "altamente indebitato" e si è chiesto polemicamente dove il Lingotto "trovi i soldi" per portare avanti le operazioni Chrysler e Opel. La replica di Sergio Marchionne amministratore delegato Fiat è stata altrettanto decisa: «dal commissario responsabile per l’impresa e l’industria – ha detto Marchionne – mi sarei aspettato un dialogo costruttivo con i produttori europei per risolvere i problemi che stanno impattando negativamente sull’industria invece di sentenze di morte, scegliendo unilateralmente chi debba sopravvivere». Anche la smentita arrivata a fine giornata dal portavoce del commissario non è servita a stemperare le polemiche: «non capiamo davvero tutte queste reazioni – avrebbe detto il portavoce – forse sono solo il frutto di un grande fraintendimento. Quello che il commissario voleva dire è che è presto per giudicare, servono maggiori informazioni sull’operazione».
E intanto Chrysler, secondo indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal, farà ricorso al Chapter 11, che di fatto corrisponde all’amministrazione controllata, in un’operazione che avverrà probabilmente già dalla prossima settimana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.