BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dissequestrato il Daragi E stasera la manifestazione

Via i sigilli. Dopo due settimane di chiusura il Daragi pu?? riaprire. La proprietaria Daria Mazzoleni ha ricevuto venerd?? mattina una chiamata dalla Polizia locale di Bergamo che ha comunicato la lieta notizia. L'odissea non ?? per?? finita. Bisogna versare infatti cinquemila euro di cauzione.

Più informazioni su

Via i sigilli. Dopo due settimane di chiusura il Daragi può riaprire. La proprietaria Daria Mazzoleni ha ricevuto venerdì mattina una chiamata dalla Polizia locale di Bergamo che ha comunicato la lieta notizia. L’odissea non è però finita. Prima di aprire definitivamente le porte del locale infatti c’è una cauzione da pagare: "Sono ben cinquemila euro – spiega la proprietaria – me l’hanno detto stamattina e sto cercando di recuperarli. Il bello è che la Polizia non sa nemmeno dove devo versare i soldi, quindi sto cercando di contattare il mio avvocato".
Dopo quindici giorni di sciopero della fame, interrotto e ripreso due giorni fa, Daria Mazzoleni è esausta e felice. "Nonostante tutto sono contenta perché riapriamo, ma io tengo a ribadirlo: non abbiamo fatto nulla".
La manifestazione in programma per stasera, venerdì 24 aprile, si terrà ugualmente. "Certo, perché anche se è stata promossa da noi non è strettamente legata al Daragi, riguarda tutti i locali e i giovani della città". L’appuntamento è quindi fissato alle 21.30 in viale Giulio Cesare. "Su Facebook abbiamo ricevuto l’adesione di più di 800 persone – spiega una dipendente del Daragi – speriamo di arrivare a mille. In queste due settimane tanti ci hanno dimostrato affetto. Ci aspettiamo una grande partecipazione".
"Sarà un corteo pacifico, legalmente autorizzato – si legge nel volantino distribuito negli ultimi giorni – , rivolto a tutti coloro che vogliono una città illuminata dalla gente nel massimo rispetto dei bisogni altrui e di tutti coloro che vorrebbero davvero vivere la propria città: stiamo seriamente rischiando di far morire la nostra città! Lottiamo per una giusta causa, senza bandiere e senza vessili! Bergamo ha bisogno di un po’ di luce".

Gli articoli degli ultimi giorni:

Corteo fino in Procura a sostegno del Daragi e di una città vitale

Firme dei consiglieri, al Daragi finito lo sciopero della fame

Daragi sequestrato, la protesta continua sotto la pioggia

In arrivo due ricorsi per ottenere la riapertura

Iniziato lo sciopero della fame contro il sequestro del Daragi

Troppo rumore, il tribunale chiude il Daragi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pierooooo

    stasera manifestazione dal tribunale al locale per chiedere di tenerlo ancora chiuso !!! hanno torto marcio e vogliono fare le vittime

  2. Scritto da ALICE FELICE

    DARAGI UFFICIALMENTE APERTO!!!!!
    CHI LA DURA LA VINCE!!!
    GRAZIE A TUTTI VOI!!!
    E STASERA ORE 21.30 MANIFESTAZIONE PACIFICA!!!!
    E IO….. DA DOMANI TORNO A LAVORARE!!!! OLEEEEEEEEEEEEEEE

  3. Scritto da pierooooooo

    X 3 ma io non disturbo il mio vicino x 2 chi la dura la vince ??? avete tenuto chiuso quanto indicato dal provvedimento pagte la multa e poi OCCHIO !! e poi guarda che lasciano liberi anche i mafiosi

  4. Scritto da Nicola

    io metterei i sigilli alla tastiera di pieroooo

  5. Scritto da Nicola

    pieroooo sei èpiù rancoroso di un leghista! comunque prese in giro a parte, non so se tu sia uno dei vicini del locale, ma chi abita in città deve mettere in conto che una città non va a letto alle 21:00 e chi non accetta questo dovrebbe mettere in conto di prendere casa a valleve! quanto è successo è solo il sintomo di una enorme chiusura mentale e intolleranza! se tanti ragazzi rischiano la pelle sulle autostrade il sabato notte è anche per atteggiamenti come i tuoi

  6. Scritto da pierooooooooo

    x nicola non prendiamoci in giro parlando delle 21….non è solo questione di orari ma di comportamenti, abito in bergamo in una via a fondo chiuso e c’è un bar – di cui non faccio il nome ma è un locale in una lat di via bianzana – ed è prorpio in all’entrata della via. che dalle 21 non puoi + entrare nella via perche sono tutti fuori fumare e ber e devi aspettare che si spostino dopo averti guardato in modo scocciato ….dimmi solo ccosa devo pensare ? ingaggiare uno con un’Hammer ?

  7. Scritto da Giuseppe

    Vero che una città non deve andare a letto alle 21:00, ma però neanche alle tre di notte perchè il solito branco di fannulloni e perditempo deve far casino fino a notte fonda!!!!!

  8. Scritto da cami

    anzichè 5000 euro di cauzione fategliene pagare 10000 per il personale del comune che li deve seguire, tutti bravi a fare i grandi con i soldi degli altri