BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albino-Bergamo su rotaia Il primo giorno del tram fotogallery video

Il tram ?? arrivato. Due Sirio lucidi e fiammanti hanno accompagnato autorit?? di ogni livello, dal ministro Altero Matteoli fino ai sindaci di tutta la tratta, da Albino fino alla stazione di Bergamo. Una festa, accompagnata da cittadini e tanti ragazzi dello staff Teb, fermi sulle banchine e pronti a dare il loro saluto alla nuova opera e al nuovo servizio.

Più informazioni su

Il tram è arrivato. Questa mattina (24 aprile) due Sirio lucidi e fiammanti hanno accompagnato autorità di ogni livello, dal ministro Altero Matteoli fino al sindaco di Torre Boldone Claudio Piazzalunga e tutti i primi cittadini della tratta, da Albino fino alla stazione di Bergamo. Una festa, accompagnata da cittadini e tanti ragazzi dello staff Teb, fermi sulle banchine e pronti a dare il loro saluto alla nuova opera e al nuovo servizio di trasporto. Non mancava nessuno: il mondo politico e imprenditoriale bergamasco era rappresentato ad ogni livello, accalcato su uno dei due Sirio. Il vescovo Francesco Beschi, in compagnia del presidente del Consiglio comunale di Bergamo Marco Brembilla, ha viaggiato da semplice passeggero, attaccato ad un corrimano, senza nemmeno sedersi. I due convogli, il primo per i rappresentanti politici e istituzionali e il secondo colmo anche di semplici cittadini entusiasti del nuovo servizio, si sono fermati alle stazioni di Nembro, Alzano Lombardo, Ranica e Torre Boldone, per far salire i rispettivi primi cittadini. Alla fermata di San Fermo (via Bianzana) i Sirio hanno anche accolto il capitano dell’Atalanta Gianpaolo Bellini e dell’AlbinoLeffe Pippo Carobbio. Quindi alla stazione di Bergamo ci sono stati gli interventi inaugurali.
Il presidente della Teb Gianfranco Ceruti ha ripercorso la storia (leggi tutto l’intervento), tortuosa e spesso difficile, della nuova infrastruttura.
Gian Battista Scarfone, amministratore delegato di Teb e "anima operativa" di quanto realizzato, ha parlato di un "momento storico per Bergamo e la Valle Seriana, che si arricchiscono di un’infrastruttura strategica destinata a migliorare la qualità della vita". "C’è stato il coraggio e forse l’incoscienza di lanciarsi verso le rotaie – secondo il presidente della Provincia Valerio Bettoni -. Quel che vogliamo è un netto abbassamento del traffico di auto. Abbiamo investito tanto e il Comune di Bergamo e la Provincia si sono presi un grosso impegno. Serve una politica moderna, affinchè le speranze prevalgano sulle paure".
Sia Bettoni che il sindaco Roberto Bruni hanno ringraziato i propri assessori, gli amministratori della Teb e non solo, hanno lodato la sinergia di forze e di intenti che c’è stata sulla Tramvia. Il sindaco ha anche approfittato della presenza del ministro Matteoli e del presidente Roberto Formigoni per ricordare che c’è "un’altra opera fondamentale per Bergamo, ovvero il treno per Orio. La linea metrotramviaria t1 Bergamo-Albino è infatti il primo tratto del disegno di un sistema trasportistico che vedrà, nel prossimo futuro sviluppi progettuali e importanti investimenti: il treno dalla stazione all’aeroporto, la linea T2 per la Valle Brembana, la linea cittadina per Villa d’Almè e il sistema ferroviario metropolitano tra Ponte San Pietro e Albano Sant’Alessandro, e tra Bergamo e Treviglio”.
"E’ una giornata frutto della collaborazione tra enti e istituzioni – ha commentato Roberto Formigoni -. Tutti capiamo l’utilità di quest’opera, in chiave di sostenibilità ambientale. Finalmente ci si muove e credo che questo 2009 sarà decisivo per far partire molte altre opere, su tutte la Brebemi". "Un’opera importante, sicuramente – secondo il ministro Matteoli -. Ma anche un’opera emblematica delle lungaggini nelle quali si rischia di incappare quando si vogliono realizzare nuove infrastrutture".

Sul sito Teb gli interventi inaugurali

Informazioni su orari e prezzi

Superati gli ultimi test

Il sito della Teb

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da PILAR

    PER UGO IL BARBONE SARAI TE CON TUTTI I TUOI BARBININI . RISPETTO!!!

  2. Scritto da ugo

    2 band padane ?….che barboni

  3. Scritto da Damiano

    …speriamo, funzioni…
    Non si capisce perché i pendolari riottosi a prendere il pullman e i mezzi pubblici fino ad oggi, dovrebbero invece prendere con entusiasmo e assiduità il tram, facendone un mezzo vincente…
    Comunque, per il bene comune e per l’aria che respiriamo, speriamo abbia successo…
    Qualche anno fa, si provò con i bus-navetta grigi che passavano ogni mezz’ora (più o meno, non ricordo) da Albino a Bergamo e viceversa, ma fu un fiasco: si vedevano girare molti pullman vuoti…

  4. Scritto da barboni

    adesso c’è la guerra dei politici per attribuirsi il merito dell’opera, non contenti, galvanizzati dall’evento, parlano ( o straparlano ) del treno sino all’ospedale, uno sino ad orio , scusate uno per l’iper di seriate noooo ???

  5. Scritto da g

    Silenzioso mica tanto!

  6. Scritto da cuìn

    wow, c’erano pure due (2) bandierine padane.