BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Negozi chiusi il 25 aprile? I commercianti erano d’accordo”

Il presidente di Federconsumatori Bergamo interviene nella discussione sul divieto di apertura straordinaria nel giorno di festa replicando alle associazioni di categoria e ricordando loro che la decisione è stata presa all'unanimità da una commissione di cui loro fanno parte.

Più informazioni su

Sull’apertura dei negozi il 25 aprile si è scatenata una vivace polemica che vede contrapposti i commercianti e l’Amministrazione comunale di Bergamo. Nella discussione si inserisce anche Umberto Dolci, presidente di Federconsumatori Bergamo.

Premesso che la normativa regionale in atto consente l’apertura nei giorni festivi per i negozi di superficie inferiore ai 250 metri quadrati e a tutti quelli situati in centro storico (e i centri storici in Bergamo non si individuano soltanto in Città Alta), la questione si pone in quanto s’è levata la protesta di commercianti che si lamentano perché non possono tenere aperto sabato 25 aprile. Sin qui, se non fosse che i negozianti sbagliano  indirizzo nel rivolgere le  Loro doglianze al Comune, non avrei nulla da eccepire: ognuno è libero di esprimere i propri pareri e difendere i propri interessi.
La cosa inaccettabile, nella polemica che s’è innescata, sono le dichiarazioni fatte dai rappresentanti di Ascom e Confesercenti. I rappresentanti dei commercianti non possono non sapere che esiste una (brutta) Legge regionale, della quale si sono fatti forti quando a Loro conveniva, per cui non è il Comune a decidere in merito alle deroghe sulle aperture domenicali, ma la  decisione spetta alla Commissione di cui Loro, oltre alle associazioni dei consumatori, alle rappresentanze sindacali dei lavoratori e, per primo, dall’Assessore al commercio, fanno parte. Non possono in Commissione far valere il principio che le deroghe devono essere approvate all’unanimità, oppure non possono essere approvate. Non possono fingere di dimenticare che anche Loro hanno impedito che a Bergamo  vi fossero deroghe d’apertura ulteriori a quelle previste dalla Regione. Non possono far finta di nulla sul fatto che la Commissione all’unanimità, dopo estenuanti e inconcludenti tentativi di mediare tra le posizioni di Federconsumatori che proponeva di utilizzare le 10 giornate supplementari di apertura a disposizione e la Loro posizione di netta chiusura a “difesa” dei negozi di vicinato (assieme a quella altrettanto contraria alle aperture sostenuta dei sindacati), decise di delegare all’Assessore la scelta delle date per le tre ulteriori giornate in deroga a disposizione, quelle sì, dell’Amministrazione. Con un’unica raccomandazione, fatta dai commercianti, che le date scelte non coincidessero con quelle di eventuali “domeniche ecologiche”: che senza auto in centro i commerci languono. Ora che gli stessi autori delle mancate aperture si levino ad accusare  chi non c’entra con le Loro scelte corporative è ingiusto, inopportuno e incoerente. Anche il candidato Sindaco Tentorio, persona notoriamente corretta, dovrebbe riconoscere che la deroga non spetta al Comune ma alla Commissione per questo istituita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    X 13 Milly
    Immagino quanto sia deprimente dover rinunciare all’unico giorno della settimana per stare con i propri familiari e amici.. hai ragione Milly .. come si fa a portare un bimbo la domenica in un centro commerciale, e peggio ancora lasciarlo nel babyparking… l’apertura domenicale dei centri commerciali, non è certo un idea dei cittadini..chi ha imposto l’apertura domenicale, sicuramente la domenica va altrove con famigliari e amici.

  2. Scritto da milly

    GRAZIE 13MARIO59 SE TUTTI LA PENSASSERO COME TE!! SAI IO LAVORO IN UN CENTRO COMMERCIALE DA 17 ANNI E DALLE 8 DOMENICHE L’ANNO SIAMO ARRIVATI A 22-23 E A 40 ANNI INCOMINCIA A PESARE.CI SONO MOLTI DIPENDENTI CHE SONO MADRI,PADRI,GIOVANI GENTE A CUI E’STATA AZZERATA LA VITA SOCIALE E PER COSA,PER IL GUSTO DI VEDERE I PECORONI PASSEGGIARE LECCANDOTI IL GELATO IN FACCIA COSTRINGENDO I FIGLI ANCHE MOLTO PICCOLI A STARE AL CHIUSO PERDENDOSELI OLTRETUTTO O SCARICANDOLI NEI BABY PARKING.CHE TRISTEZZA!

  3. Scritto da milly

    Mi scusi caro Sig. Dolci ma fino a qualche anno fà cosi si faceva?non si mangiava o non ci si vestiva lo stesso?Qui mi sembra si stia esagerando!! I consumatori, e lo sono anch’io,hanno dal Lunedì (nei centri commerciali da tempo interamente aperto) al Sabato dalle ore 9 alle ore 22 !! non è abbastanza?Qualche Domenica si può tenere aperto,ma solo quelle che servono, il 31 Agosto per citarne una a cosa serve?In Europa aprono solo a Natale e molti neanche quelle!!Ma perfavore!!!!!!!!!!!

  4. Scritto da mario59

    D’accordo con 12 Milly..
    Si può vivere anche se Oriocenter e simili rimangono chiusi alla domenica o nelle festività infrasettimanali.. per il resto della settimana quei centri hanno orario continuato dalle 9 alle 22 mi pare che non manchi il tempo per andare a fare shopping.. la domenica sarebbe meglio che la gente andasse un po’ all’aria buona invece di chiudersi nella ressa di un centro commerciale, trasmettendo la pessima abitudine anche ai loro figli.

  5. Scritto da milly

    Vorrei sapere come è strutturata la legge Regionale per quanto riguarada i centri commerciali.Se il comune di appartenenza delibera 5 giorni prima per il 25 aprile ed un negozio all’interno del centro commerciale decide di non aprire, và incontro a sanzioni?Non si capisce più niente,ha ragione Dolci è una legge fatta male ma comunque per adesso và rispettata quindi non capisco perchè ORIO,CURNO,PORTEFRANCHE,ANTEGNATE,etc sono aperti!!La Domenica non porta incassi anzi sono solo spese in più!!

  6. Scritto da F.F.

    Dolci nella sua difesa dell’operato della Giunta Bruni in merito alla vicenda, con l’attacco ad Ascom e Confesercenti e a Tentorio, dimentica di dire che oltre ad essere presidente di Federconsumatori è soprattutto uno dei candidati eccellenti della lista Bruni. Come qualcuno ha sollevato la questione su Oriani che è un consigliere del PDL a Ponteranica (quindi non interessato a prendere voti in città) dovrebbe essere detto, per chiarezza nei confronti dei lettori, il doppio ruolo di Dolci.

  7. Scritto da Umberto Dolci

    All’ignoto “FF” rispondo eccezionalmente (con gli anonimi di regola non mi confronto) che il mio intervento è a difesa di: A) il lavoro della Commissione cui ho dato molto del mio tempo; B) il rispetto delle regole, anche quando non ci piacciono. Mi sono limitato a fare chiarezza e sollecitare alla reciproca correttezza. Non credo che l’essere candidato alle prossime elezioni sia motivo per tacere a fronte di informazioni fuorvianti. Del resto non vedo perché Tentorio possa dire la sua e io no.

  8. Scritto da F.F.

    Gent.le Dolci,
    evidentemente Lei è la prima volta che interviene su questo forum di cui invece sono un assiduo frequentatore non anonimo, visto che quando mi viene chiesto mi presento. Federico Fasoli, piacere. La sua risposta piccata sbaglia però obiettivo… non ho assolutamente detto che lei non ha diritto di parola, anzi! Semmai ho detto che per chiarezza ai lettori sarebbe stato corretto specificare il suo doppio ruolo. Tentorio è intervenuto in qualità di candidato sindaco, (continua)

  9. Scritto da F.F.

    (segue) Lei è sicuro di avere ben distinto un ruolo dall’altro, oppure si è fatto prendere un pò la mano in difesa di questa giunta?

  10. Scritto da milly

    Bene visto e considerato che l’anonimità non premia,mi presento.
    Mi chiamo Massimo Quadrio e lavoro al centro commerciale Curno dal 1991.
    Fatte le presentazioni vi dico che il comune di Curno ha dato delibera di aprire il 25 Aprile “SOLAMENTE” il 20 Aprile e in considerazione del fatto che 500 e più dipendenti non sono GIOPPINI e x sabato aveva preso impegni (quali sono affari nostri) ,ritengo che sia una mancanza assoluta di rispetto e sensibilità nei confronti di noi e delle nostre famiglie.

  11. Scritto da Umberto Dolci

    Egregio Signor Fasoli, piacere di conoscerLa. Che io sia candidato nella lista Bruni pensavo fosse noto ai lettori di BgNew (visto lo spazio dato dagli organi d’informazione alla mia presentazione); ciò detto ho chiare le differenze tra i ruoli che rivesto. Il 30 aprile è convocato il Consiglio di Federconsumatori con all’odg la ratifica delle mie dimissioni da Presidente. Sino ad allora, sulle questioni specifiche, continuerò a intervenire in nome dell’Associazione che rappresento.

  12. Scritto da giovanni

    e allora mi spiegate perchè oggi Bruni a firmato la deroga e come considerate questo atto?
    io, lavoratore dipendente, domani puntavo ad una giornata in famiglia.. dove rilassarmi e godere di una festa nazionale da tutti riconosciuta..invece ecco qui, domani lavoro!!

  13. Scritto da Paolo

    Mio figlio lavora all’Auchan.
    Fino ad oggi gli era stato detto che il 25 Aprile il centro commerciale sarebbe stato chiuso.
    Ora questa improvvisa novità, a 2 giorni dal 25 Aprile!
    Ma quale sensibilità nei nostri confronti!
    Ma non si vergogna Sig. Sindaco?

  14. Scritto da Umberto Dolci

    Io continuo a sostenere che i consumatori possano trarre vantaggio dal trovare i negozi aperti nelle festività e apprezzo anche le motivazioni esposte dal Sindaco per “derogare” alle chiusure. Non condivido la decisione che delegittima il parere della commissione. Insisto nel dire che Ascom e Confesercenti hanno giocato sporco nel cavalcare la legittima protesta dei commercianti che vogliono lavorare il 25 aprile. Capisco il rammarico dei lavoratori dipendenti. Buon 25 aprile (e 1°maggio).

  15. Scritto da giovanni

    io invece le motivazioni non le apprezzo!!
    io abito e lavoro nel comune di Bergamo.. quindi non Orio, non Curno, non antegnate o chel chè lè..
    ero indeciso.. ma da oggi, bruni il voto nn lo prende di sicuro.. banderuola!!