BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bruni firma la deroga Il 25 aprile negozi aperti video

Turbativa di concorrenza: con questa motivazione il sindaco di Bergamo Roberto Bruni si appresta a firmare un'ordinanza per derogare alla chiusura degli esercizi commerciali il 25 aprile, "che ?? prevista non certo da noi ma dalla legge regionale varata nel 2008" ha sottolineato il sindaco. La turbativa ?? dovuta all'apertura, sempre in deroga, dei centri commerciali di Curno, Seriate e Orio.

Più informazioni su

Non sta ad ascoltare le polemiche sollevate negli ultimi due giorni dai commercianti. Il sindaco Roberto Bruni rilancia e convoca una conferenza stampa per annunciare che il 25 aprile i negozi saranno aperti anche in città, grazie ad una deroga motivata e specifica alla legge regionale, dovuta alla concorrenza che le realtà commerciali cittadine subirebbero dalle grosse strutture che i Comuni di Orio, Seriate e Curno hanno deciso di far aprire, “in alcuni casi con motivazioni davvero divertenti” ha commentato con leggero sarcasmo il primo cittadino di Bergamo. Il 25 e il 26 aprile, quindi, negozi aperti in città.
Secondo il sindaco la “problematica si presenta quest’anno per la prima volta perché l’anno scorso la Regione ha varato una nuova legge che dire farraginosa è poco”. Una legge che sostanzialmente concede sempre l’apertura ai piccoli e medi negozi e pone qualche vincolo in più per le strutture più grosse (in città Esselunga e Auchan).
“La stessa legge però – aggiunge Bruni – segnala delle giornate, che sono le principali festività, in cui bisogna chiudere, salvo deroghe motivate. E tra quelle giornate ci sono il 25 aprile e, lo dico subito, il I maggio. E’ una norma nell’interesse dei dipendenti e dei lavoratori. Quindi non c’è stata alcuna decisione, né tantomeno alcuna ordinanza sindacale che imponesse la chiusura dei negozi per il 25 aprile. E’ cosa nota, tant’è che avevamo già previsto una deroga per Città Alta, motivata dal notevole afflusso turistico”.
La legge è dell’anno scorso, ma il sindaco di Bergamo fa notare come “le proteste di alcuni siano arrivate solo negli ultimi giorni e in particolare nelle ultime 24 ore. Il problema vero è che in altri Comuni dell’hinterland si sono trovate deroghe, a volte davvero divertenti, per concedere l’apertura di negozi e grosse strutture commerciali” (pare che in un caso si parli di deroga dovuta all’afflusso turistico legato alle festività pasquali, anche se da Pasqua sono passate tre settimane, ndr).
E’ su questo punto che l’Amministrazione comunale di Bergamo “riscontra una specifica motivazione di deroga alla chiusura prevista dalla legge regionale per il 25 aprile, quando tutti i negozi potranno restare aperti”, mentre il 26 era già una delle domeniche concordate per l’apertura.
Finora nessuna decisione è stata presa sul I maggio, né a Bergamo, né in altri Comuni. Bruni ricorda però che “anche quella è una giornata festiva per le quali la legge prevede la chiusura. Spero che settimana prossima non riparta ancora un cinema, com’è successo negli ultimi giorni. “Ho sempre convocato i commercianti sulle aperture, cercando il dialogo – chiude l’assessore al Commercio Ebe Sorti Ravasio -. Mi spiace che sia scoppiata questa polemica, facendo passare l’Amministrazione comunale come il soggetto che voleva imporre la chiusura. Non è stato così, ho sottoposto immediatamente la questione al sindaco e alla Giunta, per trovare una soluzione”. “Qualche strumentalizzazione, anche politica, c’è stata – secondo Roberto Bruni -. Mi piacerebbe che si imparasse a dare a ciascuno il suo”.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco Cimmino

    Al di là dell’opportunità o meno di chiudere o aprire i negozi il 25 aprile, mi pare, però, che la questione sia anche quella di stabilire con un minimo di anticipo un calendario. Questo aiuterebbe i dipendenti a programmare le proprie attività e noi a capire quale sia l’orientamento ideologico di chi ci governa: mercato selvaggio o valori radicati? L’uomo o il soldo? Poi, si sceglie liberamente per un’amministrazione ultraliberista, identitaria, tradizionalista o modernista: mi parrebbe ovvio

  2. Scritto da ureidacan

    la legge regionale stabilisce che nei giorni festivi i negozi devono restare chiusi. I comuni possono concedere delle deroghe. Il Comune di Bergamo ha chiamato al tavolo qualche mese fa le associazioni di categorie, le quali hanno espresso il parere di restare chiusi il 25 e aperto il 26. Il Comune ha fatto l’ordinanza. Ora un commerciante (consigliere comunale in un paese della provincia del PDL e parente di un funzionario regionale del PDL) si lamenta:”Il Comune serra i negozi il 25 aprile”.

  3. Scritto da ureidacan

    Allore il Comune cosa fa. Richiama le associazioni di categoria le quali dichiarano di preferire di restare aperti anche il 25. Ed il Comune emette l’ordinanza di chiusura.
    A questo punto…..
    Il Comune ha solo un potere di concedere delle deroghe. Chi decide delle aperture e chiusure è la Regione.
    Poi in modo strumentale si può affermatre tutto. Come diceva il dottor Ceccarelli a Virni Lisi.

  4. Scritto da Maury

    E chiudere i negozi e centri commerciali nei giorni di festa e le domeniche no???? Mia moglie lavora in un centro commerciale, e i figli quando se li può godere?? il lunedi quando tutti vanno a scuola?
    la gente ha perso la fantasia…invece di andare a fare 1 passeggiata tutti che si comprimono a guardar vetrine…

  5. Scritto da il secco

    te pareva che non andasse così???
    ma fatemi il piacere, risolvete altri problemi, che a comprare le braghe ci andiamo anche al martedi sera
    salveeeeeeeeee

  6. Scritto da Mirko Lazzari

    E’ chiaro che se stabilisci la chiusura in un giorno di festa sentirai le polemiche di alcuni commercianti (alcune giuste, altre strumentali) e se invece tieni aperto avrai le polemiche di alcuni lavoratori (alcune giuste, altre strumentali).
    Bisogna avere il coraggio di fare una scelta e mantenerla, qui non si tratta di chi ha torto o ragione ma di dare una politica alla vita cittadina. Basarsi sul consumismo sempre o valorizzare giornate importanti della storia d’Italia (io opto x la 2°).

  7. Scritto da pieroooooooo

    è giusto, ha fatto bene il sindaco perchè orio e gli altri possono tenere aperto e noi a bg no ???? molti lavoratori non hanno problemi a lavorare nei gg festivi , prendono un pò di + e del 25 magari non gli interessa e poi -ipocriti- a natale, e non solo, i negozzi e centri commeciali sono sempre pieni perciò smetteltela di lagnarvi

  8. Scritto da Gualo

    insomma tante belle parole spese per la data del 25 aprile ma.. politica ed interessi economici (che poi vanno a braccetto anche se non dovrebbero) se ne sbattono altamente..
    bravo Bruni.. e poi ricordaci e riempiti la bocca di tanti buoni propositi!!
    p.s. qui è un sindaco di sinistra ma vale anche per sindaci di destra o liste civiche naturalmente visto che sono vaei i comuni interessati..

  9. Scritto da Gualo

    2 giorni prima poi.. che tempismo!!
    solidale con tutti i lavoratori dipendenti che saranno obbligati ad andar al lavoro nonostante avessero in programma una giornata di ricorso, oppure in famiglia, o anche solo di riposo..

  10. Scritto da corti-novis

    CHI COMANDA A BERGAMO?
    Se si ascoltassa meno i commercianti,la curia e la confindustria locale è di più… i cittadini che AMABERGAMO….. si resta più RESISTENTE a certe sirene……. VERO BRUNI?

  11. Scritto da massimo

    Una volta tanto s’è ravveduto!!!!! meno male!!!!!! sono sicuro che la povera ebe è diventata verde!

  12. Scritto da Leo

    Quello che ha fatto il sindaco, a due giorni del 25 Aprile, è un atto vergognoso, in spregio alle famiglie che avevano già programmato come trascorrere quella giornata di ferie.
    Che schifo!

  13. Scritto da ric

    bruni si è dimostrato una bandieruola!!!
    per non parlare del vicesindaco e assessore sorti ravasio, sbugiardata dal suo sindaco!
    che bella squadra di inadeguati…

  14. Scritto da Bakunin

    Se chiude chiude, se apre apre che 2 oo grandi così destrorsi…

  15. Scritto da Bergamasco

    DOPO 7 FETE LA CAPIT CHE L’ERA POLENTA

  16. Scritto da VF

    In questa epoca consumistica i negozi devono rimanere aperti sempre : 24 ore su 24 e tutti i 365 giorni dell’anno. (…..una volta c’era il giorno del Signore ore nel 3^ millennio c’è solo il CONSUMO che regola e governa tutto ! )

  17. Scritto da Pol.sco.

    Caro cripto-komunista corti-novis, alleato al reazionario Anghileri, per cercare di avere la tua poltroncina facendoti un baffo della coerenza: ti ricordo che anche i commercianti,la curia e la confindustria locale sono cittadini di Bergamo

  18. Scritto da Kebabbaro

    Ora via l’aborto regionale di Belotti e Saffioti, kebab aperti 24 ore su 24 SUBITO !

  19. Scritto da mario59

    Insomma.. l’altro giorno si leggevano un sacco di polemiche perchè i negozi il 25 aprile dovevano rimanere chiusi.. adesso un altra ondata di polemiche perchè è stato deciso di farli aprire..polemiche a non finire..personalmente vorrei che le feste come il 25 aprile e il 2 giugno lo stato facesse chiudere tutti.. ma si sa… siamo in Italia e siamo abituati a tutto e al contrario di tutto.