BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il centrosinistra si abbuffa di kebab per protesta

Marcello Saponaro, consigliere regionale dei Verdi, cerca di fare chiarezza sulla legge che norma le attività dei laboratori artigianali approvata in Consiglio regionale e che sta facendo parecchio discutere. Mentre le polemiche infuriano, il centrosinistra ha già fissato il primo presidio di protesta.

Più informazioni su

Marcello Saponaro, consigliere regionale dei Verdi, cerca di fare chiarezza sulla legge che norma le attività dei laboratori artigianali approvata in Consiglio regionale e che sta facendo parecchio discutere. Lega e Pdl sostengono che i giornali abbiano dato un’interpretazione sbagliat alle nuove norme, mentre Saponaro, citando un emendamento approvato dal consigliere Cè, dà ragione ai media. "E’ un articolo scritto male, evidentemente, come male è stata scritta tutta la legge. E come spesso avviene per le leggi regionali dovremo aspettare l’interpretazione autentica dalla magistratua. L’articolo più importante e più deleterio, per la vivbilità delle nostre città, per i diritti dei consumatori, per la sicurezza delle strade, però è questo: Art. 3 Comma 1. Gli orari di apertura e chiusura al pubblico delle imprese artigiane di produzione e trasformazione alimentare che effettuano la vendita dei propri prodotti per il consumo immediato sono rimessi alla libera determinazione degli imprenditori, nel rispetto della fascia oraria compresa dalle ore sei alle ore una del giorno successivo (…)".
Mentre le polemiche infuriano, il centrosinistra ha già fissato il primo presidio di protesta. Giovedì 23 aprile, alle ore 12.30 i consiglieri regionali Giuseppe Civati (PD), Carlo Monguzzi, Marcello Saponaro (Verdi) e il capogruppo del PD in Consiglio comunale Pierfrancesco Majorino, protesteranno contro la legge. Il luogo prescelto è via Borsieri, a Milano nel quartiere Isola (all’altezza del civico 28) nei pressi di una gelateria e di un kebab. “Una legge ridicola voluta da Lega Nord per mettere i bastoni tra le ruote ai kebab – dicono i promotori – ma che renderà la vita difficile a migliaia di artigiani in Lombardia e che contribuirà a spegnere le nostre città. Un provvedimento che si presta a interpretazioni restrittive, come l’obbligo del consumo dei prodotti all’interno dei locali dove sono preparati non solo cibi etnici come i kebab, ma anche gelati, pizze al trancio, brioche; una legge che punirà i negozianti con multe molto salate in caso di mancato rispetto di tale divieto (fino a mille euro), che vieta la vendita di bibite diverse da quelle prodotte artigianalmente a meno che l’artigiano non compia noiosi atti burocratici, e che infine impone il coprifuoco all’una di notte. Insomma – dicono ancora i promotori – una legge odiosa contro cui sta salendo la protesta su blog e Facebook, che, se è vero quello che dicono i promotori e cioè che in realtà non cambia nulla rispetto a prima, non si capisce perché l’abbiano approvata spendendo tempo e denaro dei cittadini contribuenti: forse solo per permettere a Lega Nord e ai vice sindaci sceriffi di farsi propaganda in campagna elettorale? Sarebbe un vero scandalo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cuìn

    verrà della vedova?