BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Garics, futuro incerto: “Dove giocher?? l’anno prossimo? Non lo so”

Il futuro immediato del numero 8 nerazzurro non ?? ancora certo: ???Sono in compropriet?? con il Napoli, quindi il mio destino ?? legato agli accordi tra le due societ?? ??? chiarisce il nazionale austriaco -. Ovviamente io posso solo pensare a scendere in campo con la mia attuale squadra

Più informazioni su

“Che cosa penso del caso Del Neri? Mi aspettavo questa domanda, era inevitabile. Dispiace a tutti noi che se ne vada, ma non possiamo farci proprio niente. Abbiamo un campionato da finire e il preciso dovere di pensare al risultato: tutto il resto non compete a noi giocatori”.
Al Centro Bortolotti di Zingonia la voglia di chiudere un capitolo particolarmente molesto è palpabile, come si evince dalle parole di György Garics. Il terzino ungherese di passaporto austriaco, da buon napoletano d’adozione (ha trascorso le prime due stagioni in Italia con la maglia dei partenopei), non ha comunque perso la proverbiale loquacità. E non si fa certo pregare se deve dire la sua sul delicato momento dell’Atalanta, che dall’altro ieri si ritrova ufficialmente sulla panchina un vero e proprio separato in casa: “I divorzi non fanno bene a nessuna delle due parti – osserva -, e secondo me non è positivo che la questione sia stata tirata in ballo a stagione in corso. Poi la stampa ha cominciato a parlarne ogni giorno: chiarimenti e prese di posizione, arrivati a questo punto, erano una strada obbligata. Per fortuna la telenovela è finita in fretta: ora che la verità è venuta a galla, finiamola con le chiacchiere e pensiamo ad affrontare come si deve le sei partite che ci restano”.
Nemmeno il futuro immediato del numero 8 nerazzurro, a dire il vero, è sgombro da nubi: “Sono in comproprietà con il Napoli, quindi il mio destino è legato agli accordi tra le due società – chiarisce il nazionale austriaco -. Ovviamente io posso solo pensare a scendere in campo con la mia attuale squadra, dare tutto e cercare di migliorarmi. Dove giocherò l’anno prossimo? Non lo so, in questo momento non m’interessa”. Riecco affacciarsi il finale di stagione, per una Dea reduce dalla seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche. Ironia della sorte, domenica si renderà visita all’undici del probabile cavallo di ritorno Delio Rossi, subito finito nella lista dei papabili stilata dalla dirigenza atalantina all’indomani dell’addio del tecnico di Aquileia: “Sì, la Lazio sarà il primo di sei impegni difficilissimi – chiosa Garics -. Ci sono diciotto punti in palio, dovremo puntare a strapparne il più possibile. I biancazzurri lottano per un posto in Coppa Uefa, ma noi siamo fiduciosi: nelle ultime partite è mancato più che altro il risultato, gioco e impegno si sono visti”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anna ZOGNO CITY

    All’ attenzione dell’ ATALANTA BERGAMASCA CALCIO: ehi almeno Garics cercate di tenerlo e per favore non “demolite” la mia grande Dea!