BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fuorisalone: apre la mostra dedicata all’energia e all’ambiente

Tra le iniziative collaterali al Salone del Mobile, il Comune di Milano ha organizzato un'esposizione di opere ecosostenibili. Nei cortili dell'Università Statale sino al 30 aprile

Più informazioni su

In occasione del Fuorisalone, il Comune di Milano e Interni promuovono una mostra dedicata al tema dell’energia e del rispetto dell’ambiente, che rimarrà aperta fino al 30 aprile nei cortili dell’Università di via Festa del Perdono.

Sostenibilità, bioedilizia, architettura ecologica sono le parole chiave di questa seconda edizione, tutte racchiuse nel concetto di “progetto della responsabilità”, riferito a tutti gli elementi del vivere: abitare in edifici più sani, vivere in città meno inquinate e progettare il nuovo salvaguardando e rispettando il territorio.
"Energia a Milano – ha aggiunto l’assessore Finazzer Flory – vuol dire mettere insieme tutte le parti che vogliono fare sistema aperto al merito, alla ricerca. In questo caso le parti sono l’editoria specializzata, l’Università, gli studi di design e le nostre attività culturali per un’idea di città che sia più grande dell’ente locale. L’energia del futuro è un tema di cui abbiamo un grande bisogno che deve partire da noi. E che significa emozionarsi per la cultura".
Agli artisti che hanno partecipato con le loro opere al progetto di Interni il Comune ha regalato le tessere di BikeMi. “La settimana del salone del mobile rappresenta una grande occasione per far conoscere Milano in modo nuovo e più sostenibile – ha concluso Croci –. Tra le varie iniziative promosse dal Comune vi è il prolungamento del bikesharing fino alle 2.00 di notte, dal 22 al 27 aprile, per permettere ai frequentatori degli eventi del Fuorisalone di muoversi agevolmente in bicicletta per Milano”.

 
Alcune opere più rappresentative
 
Diamante – Energia senza fine”, di Michele De Lucchi: solido fotovoltaico che cattura i raggi solari e produce energia sufficiente per alimentare un piccolo condominio.
 
“T- Energy”, di Luca Trazzi : installazione che utilizza metallo, fotovoltaico e illuminazione a led.
 
“Una casa per sognare”, di Mario Cucinella : Padiglione per la “casa da 100k€” (il progetto di casa da 100.000 euro, per 100 metri quadrati a zero emissioni di CO2).
 
“South Face”, di Massimo Iosa Ghini: progettazione sostenibile che utilizza le tecnologie presenti sul mercato ed è costituita da una parete verde che assorbe CO2.
 
“Hot Pot”, di Marc Sadler eKkann: l’acqua”, di D Tao: due installazioni sull’acqua.
 
“Parasole”,di Fernando e Humberto Campana: rivisitazione della tradizionale casa comunitaria degli indios realizzata con materiali poveri.
 
“Boo-tech – Bamboo EcoDome”, di Mauricio Cardenas : installazione creata con bambù e pannelli fotovoltaici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.