BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ferrovie Nord Milano, Frosio Roncalli e Solenghi entrano in Consiglio

Luciana Frosio Roncalli, già deputata per la Lega Nord, attuale capogruppo uscente al Consiglio comunale di Bergamo per il Carroccio, e Claudio Solenghi, commercialista che fa riferimento alla Compagnia delle Opere, su designazione del presidente della Regione Roberto Formigoni siederanno insieme nel consiglio di amministrazione delle Ferrovie Nord Milano in rappresentanza del Pirellone.

Più informazioni su

Una è bergamasca doc, l’altro è milanese ma siede nella Giunta della Camera di Commercio. Luciana Frosio Roncalli, già deputata per la Lega Nord, attuale capogruppo uscente al Consiglio comunale di Bergamo per il Carroccio, e Claudio Solenghi, commercialista che fa riferimento alla Compagnia delle Opere, su designazione del presidente della Regione Roberto Formigoni siederanno insieme nel consiglio di amministrazione delle Ferrovie Nord Milano in rappresentanza del Pirellone. Solenghi è stato indicato quale amministratore indipendente ai sensi della legge 58/1998). Per la presidenza di Ferrovie Nord Milano è stato designato l’uscente Norberto Achille.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cuìn

    dove sono i leghisti, quelli anti-poltrone (degl’altri)?

  2. Scritto da Nico

    Lega: w la pappa, con o senza il pomodoro.

  3. Scritto da Gaziantep

    Dal manuale cencelli al manuale casoncelli. Roma ladrona, la lega e CL non perdonano (ma spartiscono)

  4. Scritto da Alvise

    Al di là dell’appartenenza (scontata e, purtroppo, inevitabile nel nostro sistema politico), sono stati perlomeno seguiti – anche se in seconda istanza – criteri legati al merito, al curriculum (non politico), alle competenze per quegli incarichi, che, tra l’altro, immagino siano ben remunerati?