BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una carta di credito con uno spirito ambientalista

Si chiama UniCreditCard WWF e destinerà il 3 per mille delle spese effettuate a progetti delle oasi gestite dall'associazione ecologista

Più informazioni su

 Il tre per mille in favore del WWF. Questa volta non siamo in presenza di prelievi fiscali ma di una vera e propria donazione che la UniCredit farà attraverso le sue carte di credito. 
Si tratta di una normale carta di credito il cui uso favorirà anche l’ambiente. Il 3 per mille delle spese effettuate con la carta andrà infatti ad alimentare un fondo gestito da UniCredit Group i cui contributi saranno erogati a favore del Progetto Oasi WWF. Grazie ad essa, UniCredit può quindi destinare una parte delle risorse raccolte a fini di tutela ambientale, mentre i possessori della carta di credito possono contribuire al benessere della natura con il semplice utilizzo della carta e senza alcun onere aggiuntivo. I fondi raccolti in tal modo da UniCredit saranno destinati a sostenere importanti progetti di tutela della natura italiana e a rendere le Oasi un patrimonio sempre più fruibile da tutti gli italiani che amano la natura. Inoltre, per i possessori della UniCreditCard WWF che lo desiderano, è possibile diventare socio WWF a condizioni agevolate.


In Lombardia, sono 14 le Oasi naturali del WWF : Vanzago (Milano), Bosco di Montorfano (Milano), Bosco Villoresi (Milano), Foppe di Trezzo (Milano), Fosso del Ronchetto (Milano), Il Caloggio (Milano), Parco delle Noci (Milano), San Giuliano Milanese (Milano), Valpredina (Bergamo), Bosco di Suzzara (Mantova), Le Bine (Mantova-Cremona), Galbusera Bianca (Lecco), Torbiere di Albate (Como) e parco dei Fontanili (Varese) .

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.