BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedemontana, lo sprint della Regione

Il Pirellone e Pedemontana spa chiedono ai comuni di dare un parere in anticipo sui tempi, al 15 maggio. Sul sito compare tutto il progetto e le procedure di esprorio

Più informazioni su

La Regione accelera e chiede ai comuni di fare in fretta. Gli enti locali hanno 60 giorni di tempo da oggi, per dare il proprio parere sul progetto definitivo dell’autostrada Pedemontana. Ma la Regione chiede di dare pareri entro il 15 maggio. Dopo 45 anni di dibattiti, ora Regione e Pedemontana vogliono fare uno sprint. La procedura è in anticipo di 4 mesi. “Ci sono penali quando fai ritardi, le amministrazioni pubbliche dovrebbero avere un premio quando fanno prima” dice scherzando Fabio Terragni, il presidente della Pedemontana spa. “E’ il primo e il più importante dei progetti infrastrutturali lombardi – spiega l’assessore regionale Raffaele Cattaneo – i tempi sono spediti e il valore simbolico dell’opera per noi è enorme”.
La Pedemontana è arrivata oggi a Varese, il progetto definivo è stato presentato dall’assessore Raffaele Cattaneo (foto sopra), il presidente Fabio Terragni (foto sotto), il dirigente regionale Aldo Colombo, Giacomo Melis progettista di Cal (concessioni autostrade lombarde). “L’autostrada ha pubblicato oggi gli avvisi sulle procedure di esproprio – spiega Terragni – e sul sito www.pedemontana.com , da oggi ci sono tutte le foto del percorso; ci sono 20mila espropriandi e tutti potranno guardare la loro situazione sul sito internet”
Questa mattina sono arrivati in Regione 7 bancali di documenti del progetti con due tir. I documenti ripartiranno oggi, e saranno inviati ai 202 enti coinvolti: gli espropriati  hanno 60 giorni di tempo per le osservazioni. Le amministrazioni hanno 90 giorni di tempo per le varianti migliorative e le integrazioni parziali di Via. Il 15 maggio si chiudono i parere degli enti locali, il 20 maggio ci sarà il parere della Regione, Il 27 maggio parte la conferenza dei servizi, che si chiude il 21 luglio. Poi tocca al Ministero delle infrastrutture e trasporti, che formulerà la sua proposta di approvazione al Cipe. Che ha tempo fino al 18 novembre per stanziare i soldi. Il dirigente Aldo Colombo ha tracciato questo programma, il tavolo di progetto che si è riunito oggi al Pirellino si è preso una messe di applausi. Terragni ha fatto un conteggio numerico che colpisce: sono stati fatti 337 incontri istituzionali, 26 assemblee pubbliche, 623 incontri tecnici, ci sono 7 procedure di Via. 700 ettari di verde a compensazione, 90 chilometri di pista verde ciclabile, 8000 posti di lavoro in 5 anni, e un accordo contro il lavoro nero e la sicurezza nei cantieri.  

Tutti i numeri

La presentazione ufficiale a Milano

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.