Quantcast
Saffioti critica Bruni e Guerini. Piffari: grazie polizia - BergamoNews
Interventi

Saffioti critica Bruni e Guerini. Piffari: grazie polizia

Il consigliere regionale azzurro ???perplesso per le dichiarazioni del sindaco Bruni e dell???assessore Guerini che hanno comunque uno sguardo di comprensione, se non di giustificazione, per chi voleva impedire una legittima manifestazione politica, quale l???apertura della sede di Forza Nuova". Agnoletto: "Come a Genova".

Anche Vittorio Agnoletto si inserisce nel coro dei commenti agli scontri di sabato. E lo fa con un paragone forte. "Le immagini di quanto accaduto sabato a Bergamo parlano chiaro – dichiara l’eurodeputato Prc/Sinistra europea – è urgente far luce sul comportamento di quei rappresentanti delle forze dell’ordine protagonisti dei video trasmessi dai media e che testimonierebbero dei pestaggi ingiustificati. Scene come quella vista, del ragazzo fermato e picchiato brutalmente mentre è a terra, ricordano terribilmente e drammaticamente Genova. Chiedo che venga aperta un’inchiesta e che i responsabili siano individuati e chiamati a rispondere delle loro azioni. La difesa dei valori dell’antifascismo, attraverso le forme della mobilitazione politica nonviolenta, è un diritto, ma anche un espilcito dovere previsto dalla nostra Costituzione".
Il consigliere regionale di Forza Italia-Popolo della Libertà Carlo Saffioti, è intervenuto in merito agli incidenti di sabato, esprimendo solidarietà alle forze dell’ordine. “Voglio esprimere solidarietà alle forze dell’ordine perché hanno impedito che la situazione degenerasse, evitando così che cittadini e negozianti rischiassero di pagare per gli incidenti provocati da giovani riconducibili alla sinistra antagonista.”
Sono perplesso, – ha continuato Saffioti – per le dichiarazioni del sindaco Bruni e dell’assessore Guerini che hanno comunque uno sguardo di comprensione, se non di giustificazione, per chi voleva impedire una legittima manifestazione politica, quale l’apertura della sede di Forza Nuova, dalla quale si può essere infinitamente lontani, come il sottoscritto, ma di cui non si può impedire lo svolgimento”.
“Non mi meraviglia che i centri sociali – ha continuato Saffioti – che troppo si caratterizzano per avere illiberali posizioni di grande intolleranza, organizzino una conferenza stampa nel palazzo del Comune, ospitati da Rifondazione Comunista”.
“Come la pensa Rifondazione Comunista lo sappiamo – ha concluso Saffioti – come pure non è una novità che la maggioranza che governa il Comune di Bergamo è costituita, non solo da assessori che invitano ad un lutto collettivo per protesta nei confronti di Forza Nuova, ma anche dalla sinistra estrema, che si presta in prima e seconda battuta a riconfermare il proprio appoggio al sindaco Bruni”.
Anche l’Italia dei Valori bergamasca interviene con una dura presa di posizione di condanna per l’escalation di violenza “politicizzata” registratasi sul territorio. “Nulla ha a che fare la violenza con la politica – è l’amaro commento di Sergio Piffari, parlamentare e segretario lombardo Idv –: episodi come questi non possono e non devono essere tollerati. La libertà costituzionalmente sancita di manifestare le proprie idee ed il proprio dissenso, è un diritto che va garantito e reso  accessibile a tutti, nel pieno rispetto della legalità e della libertà altrui”.
“La tutela di tutti i cittadini impone di evitare che gruppi tra loro avversi ed ostili possano trovarsi ad esercitare tale diritto in concomitanza l’uno all’altro. Per questo – prosegue Piffari – Italia dei Valori sente il dovere di rivolgere un sentito ringraziamento alle Forze dell’Ordine che hanno saputo evitare il peggio, impedendo il contatto tra le fazioni e limitando i disagi per i cittadini”.
“Attendiamo con serenità l’accertamento delle responsabilità  da parte degli organismi competenti. Tuttavia, come esponente della classe politica, locale e nazionale, mi auguro che la nostra reazione, ed il nostro sdegno,  vada al di là di una semplice condanna ‘verbale’. Il ruolo istituzionale che ricopriamo – conclude Piffari – ci impone di intervenire con fermezza, stigmatizzando atteggiamenti intolleranti e estromettendo facinorosi e mistificatori. I violenti vanno isolati. Nessuno ‘scontro’ politico, per quanto acceso o aspro, può prescindere dalla dialettica e dalle regole democratiche della civile convivenza”.
Ma Valter Grossi, assessore a Palafrizzoni ed esponente del Partito democratico non ci sta: "Lo sciacallaggio politico è il segno  più evidente della deriva populista dell’odierna politica.
Esprimo la mia più viva solidarietà al sindaco Bruni, per l’equilibrio e il forte senso di legalità che lo distinguono e in cui mi riconosco. In questi momenti non servono primi della classe, ne politici affetti da necrofagia, servono semmai dignità, severità, esempi di civiltà democratica, che preservino la città dalla violenza estremista".

"I responsabili locali dell’ordine pubblico e il ministro dell’Interno – afferma Paolo Ferrero segretario del Prc – devono degli urgenti ed esaustivi chiarimenti su quanto avvenuto l’altra sera a Bergamo, dove le forze dell’ordine hanno non solo permesso, ma persino protetto un corteo non autorizzato del movimento neonazista Forza Nuova, con tanto di esibizione di simbologia fascista e soprattutto di squadre organizzate e armate di spranghe, mentre poco dopo sono stati invece caricati con rabbia e rastrellati a decine i manifestanti antifascisti. Mi associo dunque – aggiunge – alla pronta denuncia di Luciano Muhlbauer, consigliere regionale lombardo del Prc, sui gravi episodi accaduti a Bergamo. Subordinare la gestione dell’ordine pubblico non alla legge e al buon senso, bensì agli orientamenti e agli interessi politici dei governanti di turno mette a serio rischio la tenuta democratica e apre le porte alle avventure autoritarie. Per questo – conclude – chiediamo con forza che il ministro Maroni chiarisca immediatamente le responsabilità istituzionali di quanto accaduto e che formalizzi l’impegno che cose del genere non si ripetano più".
 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI