BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli imprenditori lombardi vogliono la liberalizzazione degli slot

Con Malpensa a metà cargo gli imprenditori prevedono 2,5 miliardi di Euro in meno per il 2009. E sul "sacrificio di Linate" per rafforzare Malpensa le imprese lombarde si dividono a metà

Più informazioni su

Con la chiusura di metà scalo cargo di Malpensa, circa il 17% degli imprenditori lombardi prevede una riduzione di fatturato per il 2009, per una perdita stimata complessiva di circa 2,5 miliardi di Euro. Il 45% mette in previsione inoltre di avere dei costi aggiuntivi legati agli spostamenti verso altri aeroporti, in seguito al ridimensionamento dello scalo passeggeri.

Oltre l’82% degli imprenditori lombardi, vale a dire 4 imprese su 5, è favorevole alla liberalizzazione degli slot di Malpensa. E sul futuro di Linate gli imprenditori lombardi si dividono: circa il 52% non ritiene giusto lasciare a Linate solo il servizio navetta Milano-Roma mentre il 48% la ritiene un’operazione necessaria per rafforzare Malpensa. Ma a Monza, Milano e Lecco le percentuali dei no sono più alte, rispettivamente il 61,1%, il 53,5% e il 68%. Inoltre il 65% degli imprenditori lombardi ritiene lo scalo molto o abbastanza importante per il territorio in cui opera e un imprenditore su due lo ritiene molto o abbastanza importante per l’attività della propria impresa. I dati emergono dall’indagine "Malpensa e il suo futuro", realizzata dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza che ha coinvolto circa 1100 imprese lombarde.   

 

Gli imprenditori lombardi riconoscono l’importanza di Malpensa per il territorio in cui operano: il 65% ritiene lo scalo molto o abbastanza importante. A Varese la percentuale sale al 90%, a Milano al 75,5% e a Monza al 72,6%. Circa la metà degli imprenditori lombardi ritiene Malpensa molto o abbastanza importante per l’attività della propria impresa: sopra la media lombarda Varese (70%), Milano e Como (63%) e Monza (54%). Il 45% inoltre degli imprenditori lombardi prevede di avere dei costi aggiuntivi legati agli spostamenti verso altri aeroporti, con un costo aggiuntivo medio stimato in 143 Euro a spostamento. Con la chiusura di metà scalo cargo di Malpensa circa il 17% degli imprenditori lombardi prevede una riduzione di fatturato per il 2009, per una perdita stimata complessiva di circa 2,5 miliardi  di Euro. A Varese un’impresa su 4 mette in conto di ridurre il fatturato, a Milano una su 5, a Monza una su 6. L’82% degli imprenditori lombardi dice sì alla liberalizzazione degli slot: sono a Varese (84,9%), in Brianza (84%) e a Milano (83%) i più favorevoli.  

…e Linate Gli imprenditori lombardi si dividono sul futuro di Linate: circa il 52% non ritiene giusto lasciare a Linate solo il servizio navetta Milano-Roma mentre il 48% la ritiene un’operazione necessaria per rafforzare Malpensa. Ma a Monza, Milano e Lecco le percentuali dei no sono più alte, rispettivamente il 61,1%, il 53,5% e il 68%.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.